Damion Gardner in testacoda a un soffio dalle 200 miglia, ma non demorde

Il primo tentativo di Damion Gardner di sorpassare la barriera delle 200 miglia orarie al volante di una Sprint Car è stato rovinato da un testacoda quando mancava poco a raggiungere l’obiettivo, ma il pilota californiano riporterà il Green Demon allo start del tracciato delle Salt Flats di Bonneville nella giornata di oggi per riprovarci.

Il run mattutino della giornata di mercoledì ha visto Gardner toccare le 190 miglia sul percorso lungo e decidere poi di ripegare nel pomeriggio sul percorso breve, nella convinzione che i mezzi più potenti avessero “ammorbidito” la traiettoria rendendola leggermente più lenta.

Il lago salato, però, non è mica un posto come gli altri e le alte temperature della giornata (più di 37 gradi) hanno riportato umidità in superficie e reso nuovamente il sale scivoloso nel pomeriggio, quando il Green Demon è partito per varcare la soglia delle 200 miglia. Proprio quando il record era prossimo, la compatta e potente vettura, solitamente impiegata sugli short-track americani, è partita in un testacoda che Gardner ha incredibilmente controllato riuscendo a fermarsi incolume e senza danni alla macchina.

Pilota e vettura sono stati comunque abilitati a un nuovo tentativo, che si svolgerà nella mattinata di Ferragosto e potrebbe regalare finalmente a Damion Gardner, con il suo Green Demon, il titolo di “World’s Fastest Sprint Car Driver.”

Stay Tuned!

[follow id=”gian_138″ size=”large” count=”true” ]