Back to the Future: “Uno, nessuno e (cinque)cento miglia”

Citando “Uno, nessuno e centomila” di Luigi Pirandello ci caliamo nei rombanti anni sessanta, in cui i piloti che animavano la scena americana erano leggende del volante ma allo stesso tempo miti vicini ai tifosi. Tempi ed emozioni purtroppo lontane ma che tuttavia rivivono ancora nel cuore dei tifosi grazie alle figure di eroi e campioni …

Read moreBack to the Future: “Uno, nessuno e (cinque)cento miglia”

IndyCar al via: ecco i bad boys (and girls) delle ruote scoperte USA

Questo fine settimana nella splendida cornice di St.Petersburg tornano in pista i protagonisti della IndyCar, con un roster davvero d’altri tempi, da come non se ne vedeva da un decennio a questa parte. Ne è testimone l’abbattimento del record sul giro del Barber Motorsports Park nei recentissimi open test da parte di ben venti piloti. …

Read moreIndyCar al via: ecco i bad boys (and girls) delle ruote scoperte USA

Indy 500,Tutti i tempi e le news delle libere.

Si avvia alla conclusione il programma di prove libere in vista della novantaseiesima edizione della 500 miglia di Indianapolis.
Nei sei turni finora disputati (manca il Fast Friday che si svolge proprio oggi) si è visto un buon equilibrio tra Honda e Chevrolet, che si sono equamente spartite la top ten della classifica combinata.
Ha sin qui ben impressionato il rookie Josef Newgarden. Il campione Indy Lights 2011, schierato dal team di Sarah Fisher, è risultato il più rapido in tre turni su sei, rimanendo nella top three in 5 occasioni. Il più veloce in assoluto, però, finora è Marco Andretti, che nel quarto turno ha fermato il cronometro in 40.2367 secondi, girando alla media di 223.676 miglia orarie (cioè 359.972 Km/h).

Read moreIndy 500,Tutti i tempi e le news delle libere.

IndyCar, Le prime due sessioni di libere della Indy 500.

Dopo il Rookie Orientation Test il programma della 500 miglia di Indianapolis prosegue con le prime due sessioni di prove libere, che hanno visto scendere in pista tutti i piloti tranne Bourdais e Katherine Legge del team Dragon (la squadra ha lasciato i motori Lotus ed è in procinto di accordarsi con la Chevrolet).
Molti driver si sono alternati su più vetture, visto che ad Indianapolis la procedura di qualificazione prevede che ogni team elegga per ogni pilota due monoposto (una come “titolare”, l’altra come muletto). Inoltre ad Indianapolis risulta qualificata la vettura e non il pilota, questo vuol dire che un pilota che è riuscito a qualificare la sua vettura può essere sostituito in vista della gara da un altro driver (quest’ultimo, però, sarà retrocesso in ultima posizione).
Questa possibilità fa si’ che compagni di squadra possano guidare la stessa vettura anche nel corso delle prove libere, scambiandosi opinioni e sensazioni in modo da trovare il giusto set-up. Per esempio Marco Andretti, oltre alla sua Dallara n.26, ha guidato anche la n.25 di Ana Beatriz, che parteciperà alla Indy 500 con il team di Michael,papà di Marco.

Read moreIndyCar, Le prime due sessioni di libere della Indy 500.

BACK TO THE FUTURE: L’ultima, memorabile, vittoria di Dan Wheldon

fonte immagine: indy.com

In una giornata che non può che essere molto triste, il back to the future non può che essere dedicato al momento che ogni pilota sogna di vivere: la vittoria della 500 miglia di Indianapolis. La felicità infinita di baciare una striscia di mattoni. Un gesto che segna una vita, diviso da Dan Wheldon con la sua famiglia.

Ecco il filmato integrale della 500 miglia di quest’anno vinta dal pilota inglese: ci mancherai Dan!

Read moreBACK TO THE FUTURE: L’ultima, memorabile, vittoria di Dan Wheldon