Open Wheel America: I team si preparano alla 500 Miglia, il Lausitz si rifà il look per un ritorno e…

Sulle pagine di Motorsport Rants, i campionati a ruote scoperte ‘made in USA’ trovano spazio in Open Wheel Amerca, appuntamento «weekly» con notizie e curiosità d’oltreoceano. Testi a cura di Roberto Del Papa. INDIANAPOLIS: ARRIVANO LE PRIME ‘ONE-OFFS’ Iniziano ad arrivare le prime conferme per quanto riguardano le ‘one-offs’ di Indianapolis, cioè le iscrizioni che …

Read moreOpen Wheel America: I team si preparano alla 500 Miglia, il Lausitz si rifà il look per un ritorno e…

Paperon de’ Pareroni Hunter-Reay, la vittoria della 500 Miglia vale 2.49 milioni di $

Avete presente quella pubblicità della famosa carta di credito che più o meno fa ‘…non ha prezzo per tutto il resto c’è xxx”? Ecco perché non credo che al momento dell’incasso di dollari 2.491.194 il fresco vincitore della Indy500 Ryan Hunter-Reay la rammentasse. Oltre a dare prestigio e gloria la vittoria della classica di fine …

Read morePaperon de’ Pareroni Hunter-Reay, la vittoria della 500 Miglia vale 2.49 milioni di $

Indy500, Pole Day: L’Hometown Hero Ed Carpenter stende il ‘Sindaco’

La IndyCar ha ufficialmente raggiunto il suo obiettivo! Portare sugli schermi della TV nazionale i suoi piloti presentandoli sotto il lato emotivo, mostrandoci cose che troppo spesso la visiera a specchio ci toglie, attimi, movimenti, gesti che avvicinano i piloti alle persone comuni, perché in fondo sono questo quello che una volta tolta la tuta …

Read moreIndy500, Pole Day: L’Hometown Hero Ed Carpenter stende il ‘Sindaco’

Indy 500, Bump Day: Dentro la Legge, fuori Jourdain Jr.

Si è definita completamente la griglia di partenza della 97esima edizione della Indianapolis 500 e la pista ha decretato l’esclusione del messicano Michel Jourdain Jr., che sulla Dallara/Honda del team Rahal non è riuscito ad ottenere medie accettabili che gli consentissero la qualificazione. Problemi di setup hanno afflitto il pilota di Mexico City per tutto …

Read moreIndy 500, Bump Day: Dentro la Legge, fuori Jourdain Jr.

Brevi da Indy: Opening Day alla 500, Superman con Hildebrand, Derrick Walker nuovo presidente delle competizioni e altro…

Molte sorprese nei primi due giorni di libere: Ed Carpenter e Carlos Munoz sono stati i più veloci nelle prime due giornate di prove libere all’Indianapolis Motor Speedway in preparazione alla Indy 500 di fine mese. Ed Carpenter alla media di 220.970 mph ha fatto suo l’opening day, mentre Vautier, Allmendinger e Munoz superavano brillantemente …

Read moreBrevi da Indy: Opening Day alla 500, Superman con Hildebrand, Derrick Walker nuovo presidente delle competizioni e altro…

IndyCar, Kentucky preview.

Il circuito e i precedenti. Torna in pista l’Indycar per il penultimo appuntamento stagionale: dopo sei stradali nelle ultime sette gare il finale di campionato prevede due gare su ovali,partendo domenica prossima dal Kentucky Speedway.
Relativamente recente (ultimato nel 2000),il circuito è situato a Sparta, città dello stato del Kentucky nella parte centro-orientale degli Stati Uniti, e appartiene alla categoria dei tri-ovali,come possiamo vedere dall’immagine in alto.
La lunghezza è pari a 1.5 miglia (pari a 2.4 km) e la gara si articolerà su 200 giri per la distanza complessiva di 300 miglia (cioè 480 km).
Quello del Kentucky è un appuntamento ormai classico,l’IRL prima e l’IndyCar poi vi corrono ininterrottamente dal 2000: il record sul giro in qualifica appartiene a Sarah Fisher, che nel 2002, girando in 24.0661 secondi alla media di 221.390 miglia orarie (356.293 km/h),ottenne la pole (prima di una donna nella storia dei maggiori campionati a ruote scoperte).
Nelle edizioni precedenti il maggior numero di vittorie (due a testa) è di Buddy Lazier e Sam Hornish jr,mentre il team Penske è la squadra che ha ottenuto qui il maggior numero di successi (tre).
Tra i piloti in griglia qui hanno vinto Tony Kanaan (2007), Scott Dixon (2008), Ryan Briscoe (2009) e Helio Castroneves (2010).
Proprio Scott Dixon è il pilota che vanta qui i migliori precedenti tra i tre che sono in lotta per il titolo: il neozelandese ha ottenuto,infatti, in otto partecipazioni, una vittoria, due poles e quattro arrivi nella top-five, mentre Power,in tre precedenti,è partito una volta in prima fila ed è arrivato due volte nella top-ten e Franchitti,nei sei precedenti, è scattato due volte in prima fila,ma ha ottenuto un solo arrivo nella top-five.
Tre volte è successo che il pilota vincente al Kentucky Speedway ha conquistato il titolo a fine stagione (Buddy Lazier nel 2000, Sam Hornish Jr. nel 2006 e Scott Dixon nel 2008).

Read moreIndyCar, Kentucky preview.