Push F1, verso Spa e Monza – Il debriefing dell’ingegnere: «Ocon è un talento assoluto. Pronti a sfruttare ogni opportunità»

Guardare al mondo della Formula 1 con gli occhi di chi nella massima categoria per monoposto ci vive e ci lavora tutti i giorni: è questo l’obiettivo di Push F1, sorta di nuova filiazione della rubrica madre Push to Rants, che in un certo senso intende condurre il lettore in pole position, là dove si svolge …

Read morePush F1, verso Spa e Monza – Il debriefing dell’ingegnere: «Ocon è un talento assoluto. Pronti a sfruttare ogni opportunità»

F1 Weekly – Red Bull punta al ruolo di terza forza, Ecclestone spera nella Ferrari e…

Sulle pagine di Motorsport Rants, la Formula 1 diventa un appuntamento «weekly»: news e curiosità dalla categoria regina. [divider] HELMUT MARKO SCUOTE LA RED BULL: “PER IL 2016 L’OBIETTIVO E’ IL TERZO POSTO”   Dopo  poco meno di un lustro in cui la Red Bull ha dominato in lungo e in largo, ecco che si …

Read moreF1 Weekly – Red Bull punta al ruolo di terza forza, Ecclestone spera nella Ferrari e…

Monoposto, tradizione e cupolini. Il designer Sanfilippo: «Ecco come intervenire»

  A cura di Ermanno Frassoni [divider] Hungaroring, sabato 25 luglio 2009, seconda sessione di qualifiche del Gran Premio d’Ungheria di Formula 1. Felipe Massa è al volante della sua Ferrari quando viene centrato sul casco da una molla di un ammortizzatore staccatasi dalla Brawn condotta dall’incolpevole connazionale Rubens Barrichello che lo precedeva di poche …

Read moreMonoposto, tradizione e cupolini. Il designer Sanfilippo: «Ecco come intervenire»

Il ritorno di Spli(n)tter e la lezione di Fonzie

A cura di Ermanno Frassoni [divider] [dropcap]O[/dropcap]rmai è un classico. Il regolamento tecnico della Formula 1 sembra essere stato redatto per tenere di tanto in tanto occupato il delegato Whiting. Nello specifico, dopo Sepang gli uomini della FIA avrebbero messo sull’avviso tre teams, in rigoroso ordine alfabetico Lotus, Mercedes e Red Bull, i cui splitter …

Read moreIl ritorno di Spli(n)tter e la lezione di Fonzie