Il Front Row Motorsports annuncia i piloti per il 2017

Il Front Row Motorsports vedovo di Chris Buescher passato in settimana al JTG Daugherty, ripropone per il nuovo anno due facce vecchie  di questo team: Landon Cassill rinnovato per il secondo anno consecutivo e David Ragan, pilota di Unadilla che dal 2012 al 2015 rimase in forza a questo team. Ragan con già dieci anni …

Read moreIl Front Row Motorsports annuncia i piloti per il 2017

Nationwide Series – A Talladega sopravvive Elliott Sadler

I finali all’ultimo respiro sono ormai da anni diventati un marchio di fabbrica di Superspeedways come Talladega o Daytona ed anche sabato notte nemmeno la Nationwide Series ha fatto eccezione. Come previsto la Aaron’s 312, corsa al Talladega Superspeedway, si è decisa solamente negli ultimi istanti di gara, con un selvaggio restart a 3 giri …

Read moreNationwide Series – A Talladega sopravvive Elliott Sadler

Brevi NASCAR – Tante notizie di mercato dal mondo delle stock-cars americane

Sprint Cup Series Brian Scott correrà la Daytona 500 Il pilota della Nationwide Series, Brian Scott, farà parte della prossima edizione della Daytona 500 al volante della Chevy #33 del Richard Childress Racing. L’annuncio è stato fatto dal team stesso. L’entrata di Scott darà al RCR la possibilità di schierare quattro vetture per la Great …

Read moreBrevi NASCAR – Tante notizie di mercato dal mondo delle stock-cars americane

E’ David Ragan l’ennesimo vincitore a sorpresa di Talladega!

Il Superspeedway di Talladega è un grande classico che, nonostante si conosca la trama a memoria, non ci si stanca mai di leggere, perché è solito regalare vittorie a sorpresa come nessun altro. Anche quest’anno il gigante dell’Alabama non si è smentito, regalando il secondo successo in carriera – ancora su un superspeedway dopo quello …

Read moreE’ David Ragan l’ennesimo vincitore a sorpresa di Talladega!

Ragan e Gilliland confermati al Front Row Motorsports, Wise disputerà tutta la stagione

Sarà un 2013 all’insegna della stabilità per il Front Row Motorsports, che ha confermato David Ragan e David Gilliland e ha ampliato l’impegno di Josh Wise, il quale disputerà tutta la stagione della Sprint Cup. Il team continuerà anche il suo rapporto con Ford e con il Roush Yates Racing Engines per la fornitura di vetture …

Read moreRagan e Gilliland confermati al Front Row Motorsports, Wise disputerà tutta la stagione

Nationwide Series – Stenhouse Jr. pareggia il conto delle vittorie con Elliott Sadler imponendosi in Texas

Credit: Tom Pennington/Getty Images for NASCAR

Ricky Stenhouse Jr., campione in carica della Nationwide Series, ha vinto la O’Reilly Auto Parts 300 di Fort Worth, Texas, involandosi dopo un restart a 6 giri dalla bandiera a scacchi e andando a conquistare la seconda vittoria stagionale, un risultato che gli permette di pareggiare il conto con Elliott Sadler e di portarsi a quattro punti dalla vetta della classifica generale, occupata proprio dal grande rivale nella lotta per il titolo.

Read moreNationwide Series – Stenhouse Jr. pareggia il conto delle vittorie con Elliott Sadler imponendosi in Texas

Sprint Cup – Matt Kenseth vince una lunghissima Daytona 500 in regime di green-white-checkered, incidente pauroso per Juan Pablo Montoya

fonte immagine: cbsnews.com

Matt Kenseth ha conquistato la sua seconda 500 miglia di Daytona quasi sei ore dopo la bandiera verde, precendo in volata, in regime di green-white-checkered, Dale Earnhardt Jr. e Greg Biffle.

La 54esima edizione della Great American Race, posticipata due volte a causa del maltempo e partita alle 19 americane di lunedì, è stata una vera e propria maratona, interrotta da ben 10 bandiere gialle e da una bandiera rossa durata più di due ore.

Read moreSprint Cup – Matt Kenseth vince una lunghissima Daytona 500 in regime di green-white-checkered, incidente pauroso per Juan Pablo Montoya

Sprint Cup – Arriverà la terza vittoria a sorpresa al Daytona International Speedway?

Credit: Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

Dopo le sorprese riservateci dalla Camping World Truck Series e dalla Nationwide Series, ci aspetta un atro vincitore inatteso nella 500 miglia di Daytona? Possibile? Quasi probabile.

IL CIRCUITO

Daytona rappresenta per le stock-cars il centro del mondo, con le sue 2,5 miglia di asfalto costruite vicino alla spiaggia di Daytona Beach, per volerer di Bill France, che hanno l’inizio ufficiale dell’epopea della NASCAR e, non a caso, occupano un posto molto speciale nel cuore degli appassionati di motori americani.

Le storie che circondano il superspeedway inaugurato nel 1959, ma ben presente nelle idee del fondatore Bill France già dal ’53, sono moltissime: una di queste racconta che France, a corto di fondi per terminare il circuito, si rivolse alla Coca-cola per ottenere un sostegno economico, che gli fu negato. Big Bill passò allora all’attacco presso la Pepsi-Cola, riuscendo a completare l’opera. Proprio in vistù di quell’accordo, fino al 2008 a Daytona non si è venduta nemmeno una bottiglia di Coca-Cola.

Read moreSprint Cup – Arriverà la terza vittoria a sorpresa al Daytona International Speedway?

Sprint Cup – “Wild Thing” Kyle Busch vince lo Shootout dopo due salvataggi spettacolari

fonte immagine: account twitter @NASCAR

Il primo appuntamento ufficiale della stagione 2012 è andato a Kyle Busch, che ha superato Tony Stewart sul traguardo grazie ad una mossa dell’ultimo secondo, al termine di una gara emozionante e caratterizzata da ben tre big-one.

Il draft di gruppo è decisamente tornato dalle parti di Daytona, grazie alle modifiche regolamentari apportate dalla NASCAR, ma lo spoiler posteriore molto ridotto, in combinazione con la pinna longitudinale sul tetto delle vetture, ha reso praticamente impossibile colpire, anche leggermente, un’altra stock-car al posteriore sinistro senza mandarla in testacoda.

Read moreSprint Cup – “Wild Thing” Kyle Busch vince lo Shootout dopo due salvataggi spettacolari

Sprint Cup – Preview: I team sotto la lente di ingrandimento, parte 1

John Harrelson, Getty Images for NASCAR

La stagione che inizierà il prossimo fine settimana con il Budweiser Shootout si preannuncia molto combattuta e foriera di sorprese. Alcuni grandi team come il Roush Fenway Racing e il Richard Childress Racing hanno dovuto ridurre il proprio impegno, passando da quattro vetture a tre, a causa dell’abbandono di diversi sponsor, come UPS, che hanno preferito puntare su un impegno ridotto su una vettura vincente, piuttosto che sponsorizzare per un’intera stagione un team da metà schieramento.

Read moreSprint Cup – Preview: I team sotto la lente di ingrandimento, parte 1

Sprint Cup – Elliott Sadler e Brendan Gaughan si divideranno la Chevy #33 del Richard Childress Racing nelle prime 5 gare del 2012

Jared C. Tilton/Getty Images for NASCAR

Il Richard Childress Racing ha trovato fondi sufficienti per approfittare del posto in griglia garantito per la Chevrolet Impala #33 nelle prime 5 gare della stagione 2012. A dividersi il sedile saranno Elliott Sadler, che prenderà parte alla 500 miglia di Daytona, e Brendan Gaughan, che sarà al via delle successive quattro prove.

La mossa di Childress è perfettamente in linea con quanto proposto dal Roush Fenway Racing, che schiererà Ricky Stenhouse Jr. a Daytona sulla Ford Fusion #6 lasciata libera da David Ragan e dallo sponsor UPS. L’intento di entrambi i team è quello di trovare, magari grazie ad un buon risultato sul superspeedway della Florida, altri sponsor che consentano di proseguire la stagione. Inoltre Sadler e Stenhouse potranno fornire un’importante aiuto ai compagni di team quando sarà necessario ricorrere al tandem drafting.

Read moreSprint Cup – Elliott Sadler e Brendan Gaughan si divideranno la Chevy #33 del Richard Childress Racing nelle prime 5 gare del 2012

Sprint Cup – David Ragan e David Gilliland formeranno la line-up del Front Row Motorsports

Jared C. Tilton/Getty Images for NASCAR

Dopo essere stato tra i pretendenti per il volante della Dodge Charger #22 del Penske Racing e della Ford Fusion #43 del Richard Petty Motorsports, David Ragan ha raggiunto un accordo con il Front Row Motorsports di Bob Jenkins per guidare la Ford Fusion #34 in tutte le gare della Sprint Cup 2012.

A fare le spese dell’ingaggio di Ragan è Travis Kvapil, rimasto senza un sedile, mentre David Gilliland, che ha portato la #34 nei top-35 della classifica owners, è stato riconfermato, ma piloterà la vettura #38 ex-Kvapil.

Read moreSprint Cup – David Ragan e David Gilliland formeranno la line-up del Front Row Motorsports

Sprint Cup – Ricky Stenhouse Jr. sarà al via della Daytona 500 al volante della Ford #6 del Roush Fenway Racing

John Harrelson/Getty Images for NASCAR

Arriva una buona notizia anche per Ricky Stenhouse Jr.. Il campione 2011 della Nationwide Series, che ancora non ha un programma definito per la difesa del titolo, sarà però al via della 500 miglia di Daytona al volante della Ford Fusion #6 del Roush Fenway Racing.

Secondo quanto riportato da Speedtv.com, il 24enne talento di Olive Branch, Mississippi, porterà in pista la vettura lasciata da David Ragan dopo l’abbandono dello sponsor UPS. La Ford #6 dovrebbe correre senza uno sponsor, quindi a carico del Roush Fenway Racing, che però ha già fatto sapere di non essere intenzionato a schierarla per tutta la stagione senza che vengano reperiti fondi adeguati. E’ possibile invece che Roush decida di affrontare almeno le prime 5 gare, visto che la posizione in classifica Owners ottenuta lo scorso anno garantirebbe la presenza sullo schieramento di partenza fino all’appuntamento di Fontana.

Read moreSprint Cup – Ricky Stenhouse Jr. sarà al via della Daytona 500 al volante della Ford #6 del Roush Fenway Racing

Sprint Cup – Aric Almirola è il nuovo pilota della leggendaria Ford #43 del Richard Petty Motorsports

Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Il Richard Petty Motorsports ha annunciato che sarà Aric Almirola a prendere il posto lasciato vacante da AJ Allmendinger, al volante della Ford Fusion #43 che fu di “The King” Richard Petty.

L’ultima delle 35 presenze di Almirola nella massima serie risale alla Ford 400 di Homestead Miami del 2010, quando portò la Fusion #9 del Richard Petty Motorsports al quarto posto finale, exploit di un’annata in cui prese parte, con risultati tra la 20esima e la 30esima posizione, ad un totale di 9 gare, divise tra il Phoenix Racing e l’RPM, mentre non si qualificò in quattro eventi, tre con il Phoenix Racing e uno con il Tommy Baldwin Racing.

Read moreSprint Cup – Aric Almirola è il nuovo pilota della leggendaria Ford #43 del Richard Petty Motorsports

Sprint Cup – Kurt Busch guiderà la Chevrolet #51 del Phoenix Racing

Jamie Squire/Getty Images

Kurt Busch ha finalmente trovato una sistemazione per la prossima stagione: sarà al volante della Chevrolet #51 del Phoenix Racing, team che nel 2011 si è classificato al 30esimo posto della classifica Owners.

Il maggiore dei fratelli Busch, 11esimo nell’ultima Chase e scaricato dal Penske Racing a causa delle sue intemperanze fuori e dentro la vettura, era dato come possibile pilota della Ford #43 del Richard Petty Motorsports, ma sulle trattative ha probabilmente pesato un veto di Jack Roush, la cui organizzazione fornisce il materiale tecnico alla squadra di “The King”. Roush aveva già avuto alle proprie dipendenze il 33enne di Las Vegas fino al 2005, quando i due si separarono in malo modo sempre a causa del “caratterino” di Kurt, che nel corso della carriera ha vinto molto, ma si è anche fatto molti nemici.

Read moreSprint Cup – Kurt Busch guiderà la Chevrolet #51 del Phoenix Racing

Sprint Cup – AJ Allmendinger è il nuovo pilota della Dodge Charger #22 del Peske Racing

Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Il team Penske Racing ha annunciato ufficialmente il nome del pilota che porterà in pista la Dodge Charger #22 nel 2012: si tratta di AJ Allmendinger, svincolato dal Richard Petty Motorsports dopo l’abbandono dello sponsor Best Buy, passato al Roush Fenway Racing.

Allmendinger, che il prossimo anno sarà affiancato da Todd Gordon nel ruolo di crew chief, è stato scelto nonostante inizialmente Shell e Pennzoil avessero espresso il desiderio di avere un pilota in grado di puntare da subito al titolo, cosa che difficilmente potrà riuscire ad AJ, il quale ha superato la concorrenza di David Ragan, principale candidato al sedile del Penske Racing e vincitore di una gara nel 2011. Inizialmente erano stati fatti anche i nomi di David Reutimann, Brian Vickers e Sam Hornish Jr. come possibili successori di Kurt Busch, ma Ragan era subito apparso la scelta più probabile, almeno fino all’interessamento dell’RPM proprio per il pilota di Las Vegas.

Read moreSprint Cup – AJ Allmendinger è il nuovo pilota della Dodge Charger #22 del Peske Racing

Sprint Cup – Positive le reazioni ai test di Daytona volti a limitare il tandem drafting

fonte: account twitter Daytona International Speedway

Il Daytona International Speedway è stato teatro martedì di una sessione di test, volta a definire il pacchetto aerodinamico per le vetture che scenderanno in pista in Florida dal 12 al 14 gennaio 2012, in occasione delle tradizionali prove denominate “Preseason Thunder”.

Hanno preso parte al test: Dale Earnhardt Jr. ed Aric Almirola per l’HEndrick Motorsports, David Ragan e Marcos Ambrose per il Roush Fenway Racing, Joey Logano per il Joe Gibbs Racing, Martin Truex Jr. per il Michael Waltrip Racing e Joe Nemecheck per NEMCO Motporsports.

Il tempo è stato inclemente nella mattinata, ed ha obbligato gli organizzatori ad asciugare la pista, per permettere ai 7 piloti presenti di scendere in pista a partire dalle 11:45 e provare diverse soluzioni, principalmente aerodinamiche, per ridurre la resistenza all’avanzamento delle vetture, pur mantenendo un buon livello di stabilità, rendendo quindi meno vantaggioso viaggiare in tandem. Le vetture hanno girato inizialmente con la configurazione adottata per la gara di luglio a Daytona (restrictor plate da 29/32esimi di pollice, spoiler alto 4 pollici e ½, largo 63 pollici), per arrivare a fine giornata a montare uno spoiler alto 3 pollici e largo 62.

Read moreSprint Cup – Positive le reazioni ai test di Daytona volti a limitare il tandem drafting

Sprint Cup – Roush Fenway Racing in gran spolvero a Fort Worth, Greg Biffle precede David Ragan per un millesimo

Credit: Todd Warshaw/Getty Images for NASCAR

Greg Biffle è sceso in pista per ultimo nelle prove di qualificazione per la AAA Texas 500, ed ha soffiato la pole position al compagno di tema David Ragan per un millesimo di secondo, siglando un tempo di 27.873 secondi, pari ad una media di 193.736 miglia orarie.

Read moreSprint Cup – Roush Fenway Racing in gran spolvero a Fort Worth, Greg Biffle precede David Ragan per un millesimo

Sprint Cup – A Dover occhi puntati su Edwards e Johnson

Credit: Todd Warshaw/Getty Images for NASCAR

IL CIRCUITO

Il Dover International Speedway, affettuosamente soprannominato “Monster Mile” per la sua durezza nei confronti di piloti e mezzi, è un catino di un miglio preciso costruito nel Delaware, sulla costa centro-orientale degli Stati Uniti. Oltre alla lunghezza, che lo colloca a metà strada tra uno short-track e un superspeedway, la caratteristica principale dell’ovale di Dover è la superficie. Dalla metà degli anni ‘90 infatti, il manto stradale è di cemento, peculiarità condivisa con Bristol e Nashville.

Read moreSprint Cup – A Dover occhi puntati su Edwards e Johnson

Sprint Cup – Clint Bowyer resta a secco a due giri dal termine, Tony Stewart vince per la seconda volta

Credit: Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

In un finale che ha ricordato moltissimo quello del 2010, ma a parti invertite, Tony Stewart si è aggiudicato la Sylvania 300 a Loudon, New  Hampshire, scavalcando a due giri dalla fine Clint Bowyer, rimasto senza benzina come diversi altri piloti e balzando in vetta alla classifica Generale.

Stewart ha vinto la seconda gara consecutiva nella Chase For The Cup, la seconda anche nel 2011, la 41esima in carriera su 456 presenze in Sprint Cup e la terza a New Hampshire. Era dal 2008, quando ci riuscì Greg Biffle, che un pilota non vinceva le due prove iniziali della Chase.

Read moreSprint Cup – Clint Bowyer resta a secco a due giri dal termine, Tony Stewart vince per la seconda volta

Sprint Cup – Kevin Harvick esce vincitore da una vera "wild night" e appaia Kyle Busch in vetta alla Chase

Credit: Todd Warshaw/Getty Images for NASCAR

Kevin Harvick ha contenuto fino all’ultimo il rientro di Carl Edwards, precedendolo per 139 millesimi di secondo e imponendosi nella Wonderful Pistachios 400 in quella che è stata un vera e propria “wild night”, che ha chiuso la regular season e definito la classifica di partenza della Chase For The Cup.

Read moreSprint Cup – Kevin Harvick esce vincitore da una vera "wild night" e appaia Kyle Busch in vetta alla Chase

Sprint Cup – Marcos Ambrose, finalmente!

Credit: Chris Graythen/Getty Images

Gli era andata male parecchie volte, sui circuiti stradali della Sprint Cup, ma alla fine è arrivato anche il suo giorno: Marcos Ambrose ha finalmente raggiunto la victory lane imponendosi nella Heluva Good! Sour Cream Dips! at The Glen ai supplementari, grazie ad una prestazione gagliarda e a sorpassi di forza nelle ultime, concitatissime, fasi di gara.

Ambrose è il quinto pilota quest’anno a vincere la sua prima gara in Sprint Cup. Per lui si tratta del primo successo su 105 presenze nella massima serie, un successo che riporta in vetta anche il Richard Petty Motorsport, dopo lunghe vicissitudini.

Read moreSprint Cup – Marcos Ambrose, finalmente!

Sprint Cup – Il sogno si avvera per Paul Menard, primo al traguardo della Brickyard 400

Credit: Chris Graythen/Getty Images

Paul Menard ha centrato il primo successo in carriera vincendo la Brickyard 400, grazie ad un’ottima strategia che gli ha consentito di resistere al ritorno di Jeff Gordon e portare la Chevrolet Impala #27 del Richard Childress Racing in victory lane, coronando così un sogno che per la famiglia Menard era un’ossessione: vincere a Indianapolis. Menards, importante catena di negozi di bricolage, è infatti coinvolta nel motorismo americano a vari livelli ed ha anche schierato un proprio team in quella che allora era la IRL.

Il successo rilancia anche le ambizioni di Paul per un posto nella Chase for the Cup, visto che il trentenne del Wisconsin è al momento una delle 2 wild card, in virtù della vittoria di ieri e del 14esimo posto in classifica.

Per Paul Menard, come detto, si tratta della prima vittoria in carriera, ed è la quarta volta, nel 2011, che un pilota conquista la sua prima affermazione. Gli altri sono stati Trevor Bayne, Regan Smith e David Ragan.

Le vetture più in palla del lotto sono sembrate fin dalle prime battute quelle di Kasey Kahne, in testa per ben 48 tornata, Jeff Gordon e Jimmie Johnson, ma anche in questa occasione a fare la parte del leone sono state le strategie, tutte finalizzate a mantenere una posizione più avanzata possibile, per avere aria pulita e incontrare meno traffico, anche a scapito dell’usura degli pneumatici.

Read moreSprint Cup – Il sogno si avvera per Paul Menard, primo al traguardo della Brickyard 400

Sprint Cup Preview – La NASCAR fa tappa a Indianapolis per la prestigiosa Brickyard 400

Credit: Tom Pennington/Getty Images for NASCAR

L’Indianapolis Motor Speedway è uno di quei circuiti che non hanno assolutamente bisogno di presentazioni, incastonato com’è nella storia dell’automobilismo fin dal 1909, insieme alla sua striscia di mattoni, la Brickyard, reminiscenza di un passato pionieristico baciata da tutti quelli che hanno la fortuna di posare piede sull’asfalto dello Speedway, con la S maiuscola.

Descriverne la storia, soffermandosi soltanto sugli aspetti e gli avvenimenti principali, richiederebbe comunque di scrivere un libro, per cui rimanderò gli interessati ad una ricerca più approfondita sul web o a una delle tante letture cartacee che affiancano storie meravigliose ad altrettanto meravigliose immagini di piloti come Jim Clark, Mario Andretti, Al Unser, A.J. Foyt e mille altri che meriterebbero di essere elencati.

Da sempre sede della 500 miglia di Indianapolis, l’ovale di Indianapolis si presenta come un rettangolo con gli spigoli arrotondati. I due lati più lunghi del rettangolo sono il frontstretch e il backstretch, lunghi entrambi 3300 piedi, poco più di un chilometro. Le quattro curve sono inclinate di 9°12′ e sono il terreno ideale per le monoposto della Indycar. Alle vetture della Sprint Cup, dotate di molto meno carico aerodinamico, le curve di Indianapolis richiedono frenate decise, un assetto molto a posto per lasciar coricare la vettura e non perdere troppa velocità nei brevissimi rettilinei che rappresentano i lati brevi del rettangolo, e un’ottima motricità in uscita per lanciarsi il più velocemente possibile nei rettilinei.

Read moreSprint Cup Preview – La NASCAR fa tappa a Indianapolis per la prestigiosa Brickyard 400

Sprint Cup – David Ragan davanti a tutti per la Brickyard 400

David Ragan partirà dalla pole position questa sera per la Brickyard 400, sul mitico catino di Indianapolis. Il 25enne di Unadilla, Georgia, è sceso in pista per 44esimo, in virtù della quinta posizione nelle prove libere, ed è riuscito a battere il tempo, fino a quel momento inarrivabile, di Jimmie Johnson, che aveva preso il via per 17esimo. Il tempo di 49.182 secondi, pari a 182.994 miglia orarie, vale per Ragan la partenza al palo e sarà affiancato in prima fila da Kasey Kahne. Alle loro spalle scatteranno Jimmie Johnson e Kurt Busch.

Per David Ragan si tratta della seconda pole, dopo quella siglata in Texas ad aprile, su 166 gare disputate nella massima serie. Il pilota del Roush Fenway Racing porterà in pista una Ford decorata con una livrea retrò, dedicata al leggendario Ned Jarrett, che ha festeggiato con lui la pole position.

Tra i piloti, fuori dai primi 35 posti della classifica owners, che hanno tentato la qualificazione per l’evento di Indianapolis, dovranno lasciare l’autodromo David Stremme, Travis Kvapil, Erik Darnell, J.J. Yeley e Scott Wimmer.

Read moreSprint Cup – David Ragan davanti a tutti per la Brickyard 400