A Toronto Franchitti conquista la pole di gara 1, Bourdais torna al top

Dario Franchitti torna a far parlare di se, positivamente, conquistando la pole position per gara 1 della Toronto Indy, dopo una poco esaltante prima metà di stagione che non l’ha visto in nessun modo protagonista. Lo scozzese di Chip Ganassi torna in prima fila nel circuito che quindici anni fa gli regalò la prima partenza …

Read moreA Toronto Franchitti conquista la pole di gara 1, Bourdais torna al top

IndyCar – San Paolo, Qualifiche: Seconda pole per Hunter-Reay, Power beffato da Vautier

Sprizza felicità da tutti i pori Ryan Hunter-Reay nell’applicare il secondo adesivo stagionale del Verizon P1 Pole Award nell’ala posteriore della sua Dallara/Chevy #1 e ne ha ben ragione vista la caratteristica conformazione del cittadino di San Paolo che non è proprio il massimo in fatto di possibilità di sorpasso. Il campione uscente del team …

Read moreIndyCar – San Paolo, Qualifiche: Seconda pole per Hunter-Reay, Power beffato da Vautier

Video completo del Honda Grand Prix of St.Petersburg

Vi segnaliamo il video completo del Honda Grand Prix of St.Petersburg, prima prova della IZOD IndyCar Series 2013, disputatasi domenica pomeriggio sulle strade di St.Petersburg, Florida, sulla distanza di 110 giri. Dalla pole position è partito Will Power. Ringraziamo I Am Indy! per il caricamento e vi auguriamo buona visione. [divider] [button color=”green” size=”small” link=”http://motorsportrants.com/indycar-2/indycar-st-petersburg-gara-habemus-sindaco-simona-de-silevstro-dalle-stelle-alla-sesta-piazza-nel-finale/” …

Read moreVideo completo del Honda Grand Prix of St.Petersburg

Galleria fotografica del Honda Grand Prix of St.Petersburg

Vi proponiamo una galleria delle migliori immagini dal Honda Grand Prix of St.Petersburng, prima prova della IZOD IndyCar Series, disputatasi ieri pomeriggio sul circuito cittadino di St.Petersburg, Florida Tutte le immagini sono scattate da Shawn Gritzmacher, Chris Jones e John Cote per INDYCAR   [button color=”red” size=”small” link=”http://motorsportrants.com/indycar-2/indycar-st-petersburg-gara-habemus-sindaco-simona-de-silevstro-dalle-stelle-alla-sesta-piazza-nel-finale/” target=”blank” ]Leggi il report della gara[/button]

IndyCar – St.Petersburg, Qualifica: Pole di Power, straordinaria Simona De Silvestro terza dietro a Sato

Il primo set point del GP di St.Petersburg va nelle mani di Will Power, autore ancora una volta di una pregevole prestazione che gli è valsa anche la quarta partenza consecutiva dal palo qui al circuito cittadino della Florida. Il cronometro si è fermato sul 1’01”207, migliorando la sua pole del 2012 di 1’01”3727, soprattutto …

Read moreIndyCar – St.Petersburg, Qualifica: Pole di Power, straordinaria Simona De Silvestro terza dietro a Sato

IndyCar – St.Petersburg, Day 1: svettano Hunter-Reay e Power, ma che De Silvestro!

Si apre nel segno del campione in carica Ryan Hunter-Reay e dello sfidante n.1 Will Power la prima giornata di prove libere sul circuito cittadino di St.Petersburg, Florida e prima giornata assoluta della stagione 2013 di quella che si prospetta una avvincente annata di IndyCar racing. Hunter-Reay con il tempo di 1’02″453 ha conquistato la …

Read moreIndyCar – St.Petersburg, Day 1: svettano Hunter-Reay e Power, ma che De Silvestro!

IndyCar – Test Barber, Day 2: Power si migliora, bene Hinchcliffe e Wilson. Distacchi contenuti e molte sorprese

La prima constatazione lampante che viene fuori dai test che si sono appena conclusi al Barber Motorsports Park è indubbiamente la qualità del parco partenti, mai così alta nell’ultimo decennio, almeno per il campionato derivante dalla Indy Racing League. Il distacco tra il leader Will Power e Stefan Wilson, ventottesimo ed ultimo, è poco al …

Read moreIndyCar – Test Barber, Day 2: Power si migliora, bene Hinchcliffe e Wilson. Distacchi contenuti e molte sorprese

IndyCar – Test Barber, Day 1: Power vola, polverizzato il record del circuito. De Silvestro in zona top-5

Will Power batte Will Power; con il tempo di 1’07”4984 il pilota australiano ha polverizzato il tempo di 1’09”8529 con il quale lo scorso anno ottenne pole e record del Barber Motorsports Park, sede degli ultimi test pre-stagionali a disposizione. Una prestazione davvero maiuscola per il ‘canguro’ del team Penske, aiutata però da due fattori …

Read moreIndyCar – Test Barber, Day 1: Power vola, polverizzato il record del circuito. De Silvestro in zona top-5

Indy 500: La cronaca e le statistiche.

Fa’ molto caldo ad Indianapolis, la temperatura si alza ben oltre i 30 gradi.
Pre-gara come al solito coinvolgente con la presentazione dei piloti, l’inno, il ricordo dei militari caduti (siamo nel Memorial Day). Quest’anno non c’è Jim Nabors ad interpretare dal vivo “Back Home again in Indiana”:il cantante è malato e viene diffusa una registrazione.
Brian Herta guida la monoposto di Dan Wheldon per un giro d’onore come tributo per lo sfortunato pilota inglese.
Allineamento quasi perfetto delle 11 file da tre: bandiera verde e il poleman Briscoe prende la testa della corsa.

Read moreIndy 500: La cronaca e le statistiche.

Indy 500, La terza corona di Franchitti.

Dario Franchitti si impone per la terza volta nella 500 miglia di Indianapolis.
Il pilota scozzese, campione Indycar in carica, ha vinto dopo una grande rimonta: in occasione della prima tornata di pit stop era stato tamponato in corsia box da Viso ed era precipitato in fondo al gruppo.
Ma con pazienza, classe e grande velocità Franchitti ha recuperato il gruppo di testa, riproponendosi in lotta per la vittoria.

Read moreIndy 500, La terza corona di Franchitti.

Indy 500: La pole è di Briscoe.

Ryan Briscoe, 30 anni, australiano, scrive il suo nome nella storia di Indianapolis, aggiudicandosi la pole position dell’edizione numero 96 della 500 miglia.
Il pilota di Roger Penske, alla sua settima partecipazione alla classicissima dell’Indiana, era già partito in prima fila due volte (secondo nel 2009, terzo nel 2008).
Le prove di qualificazione hanno attribuito le posizioni delle prime 8 file, cioe i primi 24 posti in griglia: le restanti 9 caselle se le giocheranno nel bump day i piloti che non sono riusciti a garantirsi oggi la qualificazione.
Tra questi Alesi e la De Silvestro, che, consci della scarsa competitività del motore Lotus, hanno preferito non scendere in pista oggi (ben difficilmente avrebbe ottenuto un posto utile nei 24, quindi hanno preferito concentrarsi direttamente sul bump day).
Anche Clauson, Carpenter e Servia, coinvolti in incidenti senza conseguenze, dovranno ricorrere al bump day per ottenere la qualificazione.

Read moreIndy 500: La pole è di Briscoe.

Marco Andretti il più veloce nel Fast Friday.

Marco Andretti mette la sua firma in calce al Fast Friday, l’ultima sessione di libere della Indy 500 prima delle prove ufficiali in programma oggi.
A dare forte indicatività ai risultati del Fast Friday è il fatto che in questa occasione le vetture giravano in configurazione da qualifica, in particolare tutti i motoristi utilizzavano l’incremento di boost permesso dal regolamento proprio per le qualifiche e che determina un guadagno stimato di circa 50 cavalli.
E proprio grazie a questo incremento di potenza i tempi sono scesi: Andretti ha migliorato il proprio crono di 7 decimi, girando in 39.5535 secondi alla media di 227.540 miglia orarie (cioè 366.190 Km/h).

Read moreMarco Andretti il più veloce nel Fast Friday.

Indy 500,Tutti i tempi e le news delle libere.

Si avvia alla conclusione il programma di prove libere in vista della novantaseiesima edizione della 500 miglia di Indianapolis.
Nei sei turni finora disputati (manca il Fast Friday che si svolge proprio oggi) si è visto un buon equilibrio tra Honda e Chevrolet, che si sono equamente spartite la top ten della classifica combinata.
Ha sin qui ben impressionato il rookie Josef Newgarden. Il campione Indy Lights 2011, schierato dal team di Sarah Fisher, è risultato il più rapido in tre turni su sei, rimanendo nella top three in 5 occasioni. Il più veloce in assoluto, però, finora è Marco Andretti, che nel quarto turno ha fermato il cronometro in 40.2367 secondi, girando alla media di 223.676 miglia orarie (cioè 359.972 Km/h).

Read moreIndy 500,Tutti i tempi e le news delle libere.

IndyCar, Le news in vista di Indianapolis.

L’affaire motori. Tempi duri per la Lotus. Dopo essere stata abbondonata dai team Herta Autosport e Dreyer & Reinbold (passati, rispettivamente, a Honda e Chevrolet), la Lotus ha perso anche il team Dragon di Jay Penske (in procinto di accordarsi con Chevrolet). Il figlio di Roger ha citato la Lotus per gravi inadempimenti contrattuali chiedendo un risarcimento di 4.6 milioni di dollari.
A questo punto Lotus schiererà ad Indianapolis solo Simona De Silvestro e Jean Alesi (di cui parliamo più diffusamente a parte), anche perchè il team Shank (che aveva già tutto- telaio,pilota,sponsor,tecnici,meccanici- tranne il motore) ha rinuciato a partecipare non essendo riuscito ad accordarsi con Honda o Chevrolet.
“Se devo ricorrere ai motori Lotus non ho possibilità di vincere, quindi preferisco non schierare la squadra” : questo in estrema sintesi il ragionamento di Shank fondato sul fatto che (almeno finora) i propulsori Lotus si sono dimostrati i meno potenti del lotto, manifestando perdippiù anche diversi problemi di affidabilità.
Continua poi la telenovela-Honda. Riassunto delle puntate precedenti: la Honda (unico motorista che non ha scelto il twin-turbo) aveva portato a Long Beach un turbocompressore aggiornato, che era stato inizialmente approvato dai commissari.
La Chevrolet aveva presentato richiamo costringendo la Honda a non utilizzare l’update fino al pronunciamento di un panel di esperti, che ha dato ragione ai giapponesi.
La novità di questi giorni è che la Chevrolet ha presentato appello, sul quale si pronuncerà l’ex giudice della Corte Suprema Theodore Boehm.

Read moreIndyCar, Le news in vista di Indianapolis.

IndyCar, San Paolo: Triplete di Power.

Will Power completa a San Paolo il suo personalissimo triplete: vince per il terzo anno consecutivo in Brasile,si aggiudica l’hat trick del punteggio (pole,vittoria e maggior numero di giri in testa) e porta a casa il terzo successo di fila di questo 2012 che gli permette di consolidare la leadership in campionato (+45 sul team mate Castroneves) e di prolungare la striscia vincente di Penske e Chevrolet (4 vittorie su 4 in questa stagione).

Read moreIndyCar, San Paolo: Triplete di Power.

IndyCar, San Paolo qualifica: Pole di Power.

Will Power ha conquistato la pole della São Paulo Indy 300, quarto appuntamento stagionale del campionato IndyCar. Continua dunque il dominio del team Penske e dei motori Chevrolet, che finora hanno conquistato 4 pole su 4 e 3 vittorie su 3.
Vedremo se qualcuno sarà in grado di spezzare questo monopolio, a partire magari dal duo del team Ganassi Franchitti-Dixon, che si sono piazzati alle spalle di Power (Dario,in particolare, è sembrato rivitalizzato chiudendo a soli 4 centesimi dal poleman). Completano la fast six Hinchcliffe (sempre presente tra i primi sei in qualifica quest’anno), Hunter-Reay e Justin Wilson.

Read moreIndyCar, San Paolo qualifica: Pole di Power.

IndyCar, Long Beach gara: Power di un soffio!

Per un pelo! Will Power trionfa a Long Beach portando a casa la seconda vittoria consecutiva, che lo proietta in testa al campionato.
Un successo maturato in un finale thrilling nel quale l’australiano, costretto a risparmiare carburante per arrivare fino in fondo senza effettuare ulteriori soste, è riuscito a precedere di un soffio un Simon Pagenaud in fortissima rimonta.
Il francese, autore di una diversa strategia, viaggiando con gomme nuove e soprattutto potendo spingere a tutta non avendo problemi di consumo, negli ultimi giri aveva recuperato un distacco superiore ai 14 secondi ed era giunto ormai in scia al leader della gara. Un solo giro in più e lo avrebbe sicuramente superato, sia perchè la differenza di passo era notevole, sia perchè ormai Power era veramente al limite con il carburante.
Non si tratta però di una questione (solo) di buona sorte: Power ha guidato benissimo, rimontando dalla dodicesima posizione in griglia (dovuta alla penalizzazione che ha riguardato tutti i motorizzati Chevrolet),ha compiuto ottimi sorpassi e ha tenuto un ritmo importante anche nelle fasi in cui era in modalità “save fuel”, riuscendo a gestire il carburante meglio di piloti che avevano rifornito dopo di lui.
In questo và dato merito anche al motore Chevrolet, che in gara si è presa una bella rivincita dopo il brutto colpo dei problemi di affidabilità che avevano comportato la sostituzione di tutti i propulsori con conseguente arretramento in griglia.
Chevrolet in tre gare ha ottenuto tre pole, tre vittorie e tre giri più veloci : in questa statistica a farla da padrone è il team Penske, che finora ha monopolizzato le pole e le vittorie.
Smacco per la Honda: non è riuscita a vincere neanche qui. Eppure i suoi piloti occupavano le prime 9 posizioni in griglia per effetto delle penalizzazioni.

Read moreIndyCar, Long Beach gara: Power di un soffio!

IndyCar, Long Beach libere 1 e 2: Andretti l’uomo della pioggia.

Venerdi’ di prove libere disturbato dalla pioggia a Long Beach: nella seconda sessione le condizioni erano cosi’ proibitive che solo Franchitti e Dixon sono scesi in pista. Peraltro lo scozzese si è limitato a svolgere solo un installation lap, mentre il suo compagno di squadra non è riuscito a completare neppure quello essendo finito a muro a causa di un aquaplaning (Dixon ha dichiarato che in quel momento era appena in terza marcia, a conferma delle condizioni veramente precarie del circuito).
Migliore, invece, la situazione nella prima sessione con pista prima bagnata e poi in via di miglioramento: il più veloce è stato Marco Andretti, il primo a montare le slick. I tempi sono risultati comunque molto lontani dai riferimenti ideali con pista completamente asciutta.

Read moreIndyCar, Long Beach libere 1 e 2: Andretti l’uomo della pioggia.

IndyCar, Barber: La rinvincita di Power.

Power si riscatta. A St. Petersburg aveva ottenuto la pole e dominato la prima parte della gara, poi un piccolo errore e una strategia non particolarmente azzeccata lo avevano relegato al settimo posto finale.
In Alabama aveva iniziato forte il week end dominando la prima sessione di libere (l’unica sull’asciutto), poi gli era stato cancellato il miglior tempo nel secondo segmento delle qualifiche (perchè ottenuto in regime di bandiere gialle) col risultato di essere costretto a partire nono.
Insomma non proprio un inizio fortunato di stagione. E invece Power ha reagito alla grande in gara, cogliendo il suo secondo successo consecutivo a Barber con un mix di strategia (legata all’uso delle gomme), di velocità e di opportunismo (leggi capacità di approfittare dei problemi altrui nei rispettivi pit stop).

Read moreIndyCar, Barber: La rinvincita di Power.