Il duro sfogo di Luca Marmorini, Ferrari pronta all’implosione?

Prima fu Aldo Costa, poi Stefano Domenicali, ora stessa sorte tocca a Luca Marmorini. Il primo fu silurato nel 2011, caprio espiatorio di una Ferrari che non andava abbastanza. Sue le scelte sbagliate alla base di una rossa non propriamente irresistibile e priva di fughe tecniche in avanti, così, da capo ingegnere, pagò per tutti. …

Read moreIl duro sfogo di Luca Marmorini, Ferrari pronta all’implosione?

Ferrari: Domenicali si è dimesso, al suo posto Mattiacci

Stefano Domenicali si è dimesso! Il manager imolese si congeda dalla Ferrari lasciando il ruolo di Direttore della Gestione Sportiva (che ricopriva dal 2008). Domenicali, 48 anni, era in Ferrari dal 1991. Inizialmente si è occupato dei rapporti con Fiat, poi, passato alla Gestione Sportiva, ha seguito lo sviluppo del circuito del Mugello per poi …

Read moreFerrari: Domenicali si è dimesso, al suo posto Mattiacci

La Ferrari e le domande (innocue) dei tifosi

Nei video che vi proponiamo di seguito Alonso, Raikkonen e Domenicali rispondono alle domande inviate via dagli appassionati (o per meglio dire dai tifosi..). Ovviamente sono state selezionate solo domande innocue, quelle “scomode” o “non gradite” (che pure saranno arrivate!) sono state accuratamente scartate: e voi che domanda avreste voluto porre a tre della Ferrari? …

Read moreLa Ferrari e le domande (innocue) dei tifosi

Alonso e Schumacher, due modi differenti di fare squadra

Mi sono imbattuto in molti articoli, post e commenti in questi giorni. E purtroppo mi son messo a pensare. Prost nel 91 fu cacciato a calci per aver detto che la sua Ferrari gli sembrava un camion. Quella dirigenza, nonostante fosse lacerata all’interno da lotte intestine, si prese il lusso di appiedare a stagione in …

Read moreAlonso e Schumacher, due modi differenti di fare squadra

«Budaprest»

A cura di Ermanno Frassoni [divider] [dropcap]«B[/dropcap]udaprest» e non Budapest: per Hamilton, che sulla Mercedes esclusa dai test di Silverstone eppure imbattibile in territorio magiaro, ha sistemato in cassaforte il primo centro stagionale, dopo quattro pole position, sorbendosi tutte d’un fiato le 70 tornate previste. Per Raikkonen e Grosjean, gli aspiranti «hungarokings» (vedi le fiancate …

Read more«Budaprest»

Ferrari. La favola allison. La realtà Bigois

4 gare di fila da vincere dopo la pausa. Alonso si congeda cosi da Budapest. Non spiega se si riferiva alla playstation, perchè con questa Ferrari gambero è difficile pensare ad un’impresa simile. Qui fra qualche gara si rischia di vedere Mercedes e Lotus davanti al cavallino. Dove sta il problema?! In Alonso che va …

Read moreFerrari. La favola allison. La realtà Bigois

Mortara vince in gt anche Daytona! Domenicali quando ti rimangi le parole?

Grande italia! Edo Mortara vince nella classe gt la 24 ore di Daytona. Un’altra grande impresa del nostro talento. Ogni volta che un nostro ragazzo vince mi vengono in mente le parole sparate da Domenicali in diretta mondiale al fota fan forum che in Italia non abbiamo nessun talento a livello motoristico! Ora mi chiedo..quando …

Read moreMortara vince in gt anche Daytona! Domenicali quando ti rimangi le parole?

Niente da fare: Domenicali è proprio allergico ai piloti italiani!

In Italia non abbiamo talenti. Firmato Stefano Domenicali. Quante volte l’avrete sentito ripetere (in senso sarcastico ovviamente) dagli amici di Retrobox, che tutte le settimane nella rubrica Italiani da Corsa ci parlano giustamente dei successi e delle belle prestazioni dei nostri.

Read moreNiente da fare: Domenicali è proprio allergico ai piloti italiani!

FERRARI DEVE PENSARE AL 2013 NON A YOUTUBE

Come al solito dico quello che penso.Giusto sbagliato che sia. Che qualcuno pensi sia antiferrarista o no, a me non interessa,anche perchè non è così. Nelle ultime ore devo dire che tutto il teatrino che sta nascendo dalle lande spagnole di Santander sulle bandiere gialle di Vettel che sarebbe da squalificare (come poi che il …

Read moreFERRARI DEVE PENSARE AL 2013 NON A YOUTUBE

Vettel 3 mondiali a 25 anni anche con la pioggia…cosa deve dimostrare ancora?!

  Finale thrilling che manco ad Hollywood sarebbero riusciti a partorire. Pronti via con le gocce di pioggia. L’incidente di Vettel.  Vettel con la vettura sensibilmente danneggiata che recupera dall’ultima posizione. Poi la pioggia, poi l’asciutto,la safety car, poi la pioggia…Alonso che riesce ad issarsi fino al secondo posto tenendo aperto il discorso mondiale fino …

Read moreVettel 3 mondiali a 25 anni anche con la pioggia…cosa deve dimostrare ancora?!

DA CULONSO A VETTEL…LA FORTUNA E’ SEMPRE DI CHI NON GUIDA UNA ROSSA

Quando dico che a volte la memoria è corta… Fortuna. Quante volte abbiamo sentito e letto questa parola durante il fine settimana di F1 ad abu Dhabi? Vettel fortunato, Vettel ha culo. E non solo da parte dei tifosi su twitter e facebook, ma dagli stessi,molti, giornalisti del settore (italiani). Però fermi un attimo. Se …

Read moreDA CULONSO A VETTEL…LA FORTUNA E’ SEMPRE DI CHI NON GUIDA UNA ROSSA

F1, Nessuno peggio della Ferrari !

Quella che vi presentiamo è un’analisi dagli esiti per certi versi attesi, per altri sorprendenti, per altri ancora preoccupanti,almeno per quanto riguarda Maranello e dintorni.
Abbiamo pensato di verificare eventuali progressi o passi indietro dei team di Formula 1 rispetto ad un anno fa, confrontando per ognuno di loro le prestazioni del Gp d’Australia 2012 con quelle della corsa di Melbourne del 2011: per ogni squadra abbiamo raffrontato il proprio giro più veloce in gara di quest’anno con quello dell’anno scorso e lo stesso abbiamo fatto per il miglior giro fatto segnare in qualifica.
In entrambi i casi nella nostra analisi abbiamo considerato come indicativa del potenziale di ogni squadra la miglior prestazione ottenuta dal più veloce dei due piloti di quel team in quel caso specifico: cosi’, per esempio, nel valutare la McLaren 2012 abbiamo tenuto conto in qualifica del tempo di Hamilton (migliore di quello di Button) e in gara del tempo di Button (migliore di quello di Hamilton).
Sempre avendo come obiettivo quello di raffrontare la prestazione assoluta del 2012 rispetto a quella del 2011, abbiamo utilizzato come dato della qualifica il miglior tempo assoluto fatto segnare da quel dato pilota: per esempio, Kobayashi si è qualificato tredicesimo nel Gp di quest’anno con il tempo di 1.26.590 (ottenuto in Q2), ma noi abbiamo usato come riferimento l’1.26.182 ottenuto dalla stesso giapponese in Q1, in quanto migliore.
Ebbene il risultato di questa analisi è che alcuni team hanno migliorato i loro crono rispetto allo scorso anno, altri hanno peggiorato (e lo vedremo in dettaglio) e tra questi la Ferrari è quella che ha fatto peggio. In altre parole la Ferrari è la squadra che da Melbourne 2011 a Melbourne 2012 ha compiuto più passi indietro, altro che presentare una vettura in grado di competere per la vittoria sin dalla prima gara come era nelle intenzioni (e nei proclami…) di Montezemolo, Domenicali e compagnia bella!

Read moreF1, Nessuno peggio della Ferrari !

F.1 Il “caso Massa”

Si ok, siamo alla prima gara. E su un campionato da 20 gran premi di cose ne possono succedere. Compreso che Felipe vinca il mondiale. Ma siamo onesti, il “problema” non sorge ora. Sono due anni che Massa non ha un rendimento da pilota Ferrari, ma neanche da ciò a cui ci aveva abituato. Si perchè non stiamo parlano del classico paracarro che arriva in Formula Uno grazie a vagonate di dollari e al manager figlio illustre, come qualcuno vuole far intendere. Magari quello l’ha aiutato a rimanerci anche quando i risultati non sono venuti. No, Felipe il posto in F1 prima e in Ferrari poi, se l’era meritato sul campo. Campione F.Chevrolet ( vero, non è granchè, ma in Brasile questo c’era) nel ’99, campione italiano ed europeo di F. Renault ( e qui le cose si fanno tremendamente più difficili) nel 2000 al primo tentativo, campione dell’Euro 3000 nel 2001, vincendo 6 gare su 8 solo perchè a Dogninton l’han spedito fuori. Sennò era ein plain. Questo curriculum gli ha consentito il debutto in F.1 nel 2002 con la Sauber, che voleva trovare il nuovo Raikkonen, appena passato in McLaren. E fu debutto di fuoco, condito da ottime prestazioni, dimostrazioni di grinta (a volte persino eccessiva, vedi la “vendetta” di Monaco su Bernoldi) misto svarioni clamorosi. Era chiaro a tutti che il ragazzo aveva piede, ma doveva sistemare la “testa”. Così, nel 2003, visto anche l’appiedamento da parte di Peter Sauber che gli preferisce piloti con maggiori garanzie, Felipe entra ufficialmente in Ferrari: un anno di test con la Rossa (allora si potevano ancora fare) e di discussioni con quel simpaticone di Ross Brown lo portano a più miti consigli. Nel 2004 e 2005 di nuovo in Sauber, tutta esperienza. Nel 2006 sostituisce Barrichello come titolare alla Ferrari, e di certo non la fa rimpiangere. Accanto ha un signore di nome Michael Schumacher, ma non viene tritato. Anzi, qualche volta se lo mette pure dietro. L’anno successivo arriva Raikkonen, e diventa campione del mondo al primo tentativo. Brutto smacco, ma Massa fino a trequarti di stagione era

Read moreF.1 Il “caso Massa”

L’affaire Trulli? Facciamolo diventare un punto di ripartenza!

Sentimenti contrastanti mi accopagnano mentre mi avvio a scrivere queste righe. Tutti voi che ci seguite sapete quanto a cuore abbiamo i colori tricolori nel motorsport. L’affaire Trulli porta dietro a se 1000 problemi del nostro motorsport di questi ultimi anni. Non so da dove cominciare sinceramente. Partiamo da Jarno. In cuor suo penso sapesse …

Read moreL’affaire Trulli? Facciamolo diventare un punto di ripartenza!

F1, Ferrari: Santander rinnova fino al 2017.

Questa mattina, a margine della presentazione della nuova Ferrari F2012, Stefano Domenicali ha annunciato il rinnovo del contratto di sponsorizzazione che lega la scuderia di Maranello all’istituto di credito spagnolo Santander.
Il rapporto, iniziato nel 2010 in concomitanza con l’arrivo in Ferrari di Fernando Alonso, proseguirà fino al 2017.

Read moreF1, Ferrari: Santander rinnova fino al 2017.

Domenicali? Un disco inceppato al Wroom.

Bisognerebbe evitare di riproporre l’evento WROOM ogni anno. Sta diventando come il grande fratello ormai, scontato e sempre uguale. Domenicali ripete da anni le stesse cose…sarà l’anno buono per la Ferrari, si punta al mondiale e la vettura sarà rivoluzionaria. Ecco proprio su questo punto domenicali ha voluto sottolineare che ha dato disposizione ai suoi …

Read moreDomenicali? Un disco inceppato al Wroom.

FOTA FANS FORUM A MILANO

Domani a Milano alle ore 17 al quartier generale Pirelli si terrà l’incontro tra tifosi e FOTA (l’associazione dei costruttori di F1).

Avevo ricevuto l’invito a partecipare ma purtroppo per  motivi di lavoro ed organizzativ non potrò andare. Qui di seguit posto le domande spedite alla FOTA tempo fa e che dovevo presentare domani:

  • DRS. Quest’anno la novità principale introdotta è stata l’ala mobile per favorire i sorpassi. I teams e la FIA si dicono contenti dello spettacolo offerto in questi primi gran premi in termini di sorpassi derivanti dall’utilizzo di questo dispositivo. Leggendo tra forum e blog  però la maggior parte dei tifosi non sembrano molto entusiasta nel vedere sorpassi troppo artificiali e troppo facili tra vetture. La sensazione è che l’arte del sorpasso stia svanendo e che l’azione stessa del sorpasso non abbia più quel valore che aveva nel passato perchè a priori si sa che chi supera lo fa solo perchè è in condizioni differenti e vantaggiose rispetto alla vettura che lo precede. SI è passati da pochi sorpassi ma buoni a tanti sorpassi ma artificiali. Qual’è la vera posizione della FOTA al riguardo del DRS? E’ un elemento che continueremo a vedere in F1 anche nei prossimi anni o verrà abbandonato? Ci sono stati gran premi in passato che hanno infiammato il pubblico come Jarama 1981 anche senza vedere sorpassi, con Villeneuve che con una maestria di guida unica è riuscito a tenere dietro di se un gruppo di piloti da metà gara in poi. Con l’ala mobile probabilmente non avremmo mai visto una gara epica come quella. Il rischio di far perdere valore ai sorpassi e alla capacità di guida dei piloti mi sembra elevato. Non vorrei che inseguendo il mito di avere ad ogni gran premio una battaglia come quella di Dijon 1979, abbia portato questa F1 verso un concetto sbagliato di intrattenimento per lo spettatore, anche perchè è bene ricordarlo, in quella domenica, il duello tra Villeneuve ed Arnoux è nato solo dal fatto che l’auto di Arnoux aveva problemi di pescaggio di benzina prima del rettilineo principale, e questo dava l’opportunità a Gilles di attacarlo ed di riavvicinarsi ad ogni giro

Read moreFOTA FANS FORUM A MILANO