Push F1, verso Spielberg e Silverstone – Il debriefing dell’ingegnere: «Per la Manor obiettivo Sauber. E il GP Italia deve restare a Monza!»

Guardare al mondo della Formula 1 con gli occhi di chi nella massima categoria per monoposto ci vive e ci lavora tutti i giorni: è questo l’obiettivo di Push F1, sorta di nuova filiazione della rubrica madre Push to Rants, che in un certo senso intende condurre il lettore in pole position, là dove si svolge …

Read morePush F1, verso Spielberg e Silverstone – Il debriefing dell’ingegnere: «Per la Manor obiettivo Sauber. E il GP Italia deve restare a Monza!»

F1, Con Brembo alla scoperta dell’ Hockenheimring

Con il Gp di Germania, in programma domenica ad Hockenheim, la F1 si affaccia nella seconda metà della stagione. L’appuntamento tedesco è un classico: la storia del gp di Germania parte da molto lontano, per la precisione dal 1926 (vittoria di Rudolf Caracciola su Mercedes), ben prima dell’istituzione stessa del mondiale di F1. Memorabile il …

Read moreF1, Con Brembo alla scoperta dell’ Hockenheimring

F1, Le pagelle di Silverstone

Vettel: 8.5. Guadagna la prima fila con una qualifica in cui riversa grinta e qualità. Perde alcune posizioni nel corso del primo giro ritrovandosi quinto e la strategia non sembra aiutarlo. Ingaggia un bellissimo duello con Alonso riuscendo a prevalere sullo spagnolo. Una volta superata la Ferrari dimostra un ritmo nettamente superiore. Ricciardo: 9. Artiglia …

Read moreF1, Le pagelle di Silverstone

F1, Con Brembo alla scoperta di Silverstone

Ci avviciniamo al giro di boa della stagione e la F1 fa tappa a Silverstone, per uno degli appuntamenti cult del calendario: il Gp d’Inghilterra, l’unico insieme a quello d’Italia, sempre presente nella storia del mondiale (capito Ecclestone?). Il circuito di Silverstone ospiterà per la quarantottesima volta il gp britannico: la storia del tracciato ricavato …

Read moreF1, Con Brembo alla scoperta di Silverstone

Controcorrente: F1-Wrestling? La colpa è anche un pò nostra!

L’introduzione per il 2015 della ripartenza da fermo è solo l’ultima di una serie di novità regolamentari che negli ultimi anni hanno portato in F1 elementi artificiali e artefatti di “spettacolo”. Premetto che il mio discorso è di carattere assolutamente generale, mi riferisco alla situazione intesa nella sua globalità. Premetto pure che, materialmente, le regole …

Read moreControcorrente: F1-Wrestling? La colpa è anche un pò nostra!

F1, Con Brembo alla (ri)scoperta dell’Austria

Dopo la trasferta canadese il mondiale di F1 rientra in Europa e ritrova il Gp d’Austria, che mancava in calendario dal 2003 (tanto che sono solo 4 i piloti attualmente in F1 ad averci già corso in passato: Alonso, Button, Massa e Raikkonen). L’ex A1 Ring, già Österreichring, nel frattempo è stato acquistato da Dietrich …

Read moreF1, Con Brembo alla (ri)scoperta dell’Austria

F1, Con Brembo alla scoperta del Canada

Il mondiale di F1 sbarca in Nord America per uno degli appuntamenti classici del calendario: il Gran Premio del Canada. Quella in programma domenica prossima (semaforo verde alle 20.00 ora italiana) è l’edizione numero 35 che si disputa sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve: la prima, quella del 1978, vide proprio la vittoria di Gilles. …

Read moreF1, Con Brembo alla scoperta del Canada

F1, Con Brembo alla scoperta di Montecarlo

Prima edizione datata 1929, una storia ricca e consolidata ancor prima dell’istituzione stessa del mondiale di F1, un legame pressocchè indissolubile con la categoria regina (che non ha fatto tappa tra le stradine del Principato solo in tre occasioni: 1951, 1953, 1954): Montecarlo fa parte di quella ristrettissimo club di circuiti storici (con Monza, Spa …

Read moreF1, Con Brembo alla scoperta di Montecarlo

CONTROCORRENTE. GLI ORPELLI DA MOIRA ORFEI ROVINANO LA F1

Non sono diventato pazzo. Capirete il titolo leggendo il pezzo. Non dico che la gara di ieri sia stata noiosa. Non perché ha vinto Vettel o è arrivato secondo Alonso o perché poteva vincere Hamilton ecc ecc. Però sono d’accordo con Jacques Villeneuve che ha detto che la gara di ieri non è stata tutto …

Read moreCONTROCORRENTE. GLI ORPELLI DA MOIRA ORFEI ROVINANO LA F1

Il sigillo,il drs,la sottomissione. Ma è questa la F1 che vogliamo?

Ce n’è da esserne schifati. No, non mi riferisco al commento rai di Mazzoni & Co che ieri si sono stranamente improvvisati amanti della guida e delle doti di Hamilton. Per fortuna domenica è l’ultima gara e dio solo sa quanto abbiamo bisogno di aria fresca in tv per il prodotto televisivo F1. Vanzini se …

Read moreIl sigillo,il drs,la sottomissione. Ma è questa la F1 che vogliamo?

Back to the future: Gp di Australia 2002.


Per la nostra consueta rubrica “Back to the future” vi vogliamo riproporre il video del Gran Premio di Australia di F1 del 2002: un modo per ingannare l’attesa per l’appuntamento di Melbourne, che domenica prossima, alle sette ora italiana, darà il via alla stagione 2012.
Sono passati esattamente 10 anni da quella gara (che segnava il debutto in F1 di Massa, Webber, Sato, McNish e della Toyota): nel frattempo solo 4 scuderie (Ferrari, Williams, McLaren e Sauber) sono sopravvissute (la Sauber attraverso il breve interregno Bmw), mentre le altre 7 sono scomparse o hanno cambiato nome e proprietà (Toyota e Arrows non ci sono più, la Minardi è diventata Toro Rosso, la Jaguar è diventata Red Bull, la Jordan prima Midland, poi Spyker e infine Force India, la Renault ora è Lotus infine la Bar ha dato vita alla Honda e quindi alla Brawn e poi ancora alla Mercedes)e solo 5 dei 22 piloti che presero parte a quel Gp sono ancora in F1 (Massa, Webber, Button, Schumacher e Raikkonen, questi ultimi due avevano nel frattempo abbandonato la F1, rispettivamente, per il ritiro dalla corse e per passare ai rally).
Quella F1 contava su 8 motoristi (Ferrari, Bmw, Mercedes, Cosworth, Renault, Honda, Toyota e Asiatech – cioè i vecchi Peugeot-), oggi ne sono rimasti la metà (ovvero Ferrari, Renault, Mercedes e Cosworth),su 2 fornitori di pneumatici (Bridgestone e Michelin), oggi ,invece, abbiamo il monogomma Pirelli; in compenso il numero dei team è passato da 11 a 12 (per la precisione nel 2002 in corso d’opera le squadre divennero 10 dopo il forfait della Arrows) e il numero delle gare in calendario da 17 a 20.
In quella F1 non esistevano drs, kers, divieto dei test; c’erano i motori V10 3 litri di cilindrata concepiti per durare un solo Gp (e qualcuno aveva anche la versione più estrema da qualifica), e quello fu l’ultimo anno della sessione domenicale del warm-up e delle qualifiche “alla Senna” con 12 giri ciascuno e tutti insieme in pista per l’intera ora.
Dopo il salto trovate gli altri video (manca solo la quinta parte, bloccata da Youtube, ma il fatto non inficia la comprensione dell’andamento della corsa).

Read moreBack to the future: Gp di Australia 2002.

E’ ufficiale:Kimi Raikkonen torna in F1 con la Lotus-Renault.

La Lotus-Renault,con un comunicato ufficiale, ha annunciato di aver firmato un contratto biennale con Kimi Raikkonen.
Iceman,dunque, torna in F1 dopo due anni nel mondiale rally con la Citroen, due stagioni durante le quali ciclicamente il suo nome è stato accostato a diverse scuderie per un possibile ritorno nella massima serie: si era pensato nel 2010 di un possibile approdo in RedBull al posto di Webber nel caso l’australiano avesse deciso di ritirarsi, a più riprese si è parlato di un interessamente proprio della Lotus per affiancare e poi per sostituire Kubica (ma il finlandese,attraverso il suo manager, smenti’ seccamente accusando il team diretto da Boullier di sfruttare il suo nome per farsi pubblicità),infine con insistenza si è ipotizzato il passaggio alla Williams.

Read moreE’ ufficiale:Kimi Raikkonen torna in F1 con la Lotus-Renault.

F1, Ai piloti piace il “Buddh International Circuit”

E’ solo venerdi, ma due sessioni di libere sembrano esser state sufficienti per il “Buddh International Circuit” (questo il nome ufficiale del nuovissimo tracciato indiano) per farsi apprezzare dai piloti del grande Circus della F1.
La pista sorge a Greater Noida,nelle vicinanza di Dehli, e si sviluppa su una lunghezza complessiva di 5137 metri.
La progettazione è stata affidata come sempre a Tilke (ancora? ma possibile che al mondo esiste solo lui?), che ha concepito un layout che si compone di 16 curve, di cui 9 a destra e 7 a sinistra (come potete vedere nell’immagine in alto).
Il punto più tecnico del circuito sembra essere costituito dalla sequenza di curve 10-11-12, che ha consigliato la Pirelli di portare le gomme Hard come mescola più dura, vista l’elevato stress subito dai pneumatici (paragonabile a quello della famosa curva 8 della Turchia).

Read moreF1, Ai piloti piace il “Buddh International Circuit”

f1- indycar: da un estremo all’altro.

In medio stat virtus dicevano i latini e probabilmente non avevano tutti i torti. Agli appassionati di monoposto non sarà sfuggito che le due principali categorie, F1 e IndyCar,nell’ultimo periodo si sono caratterizzate per un approccio del tutto opposto nel giudicare contatti ed incidenti in pista. Formula 1. La tendenza generale degli ultimi anni è …

Read moref1- indycar: da un estremo all’altro.

F1 – Predicano bene, razzolano male

Questa settimana ci sarà il gran premio di Valencia…vi ricorda qualcosa questo video? Meno di un anno fa si sprecarono i commenti sul fatto che la differenza di velocità tra Kovalainen  e Mark  provocò questo terribile e pericoloso incidente…Certo, allora veniva usata questa affermazione sopratutto contro la presenza dei nuovi teams in griglia. Però di …

Read moreF1 – Predicano bene, razzolano male

AAA ridateci la vera F1– Astenersi produttori di Videogames

Chiamatemi matusalemme, retrogata, mediovale o come volete voi…ma io dopo 4 gare di questa nuova F1 mi sto già stancando. Da dove nasce tutto questo malumore? In 2 parole, da DRS e gomme Pirelli.Ormai sta diventando tutto scontato e noioso, le gomme che durano 10 giri ed i sorpassi farsa ridicoli a ripetizione.Tronchetti Provera baldanzoso …

Read moreAAA ridateci la vera F1– Astenersi produttori di Videogames