MAZZONIADI VS POLTRONIERIADI! VINTAGE GPs!

Questa volta non voglio commentare le imprese dei nostri prodi in quel di Singapore. Ormai siamo,purtroppo, abituati a strafalcioni durante la telecronaca, disattenzioni,gossip, gente che è li per fare domande e non sa l’inglese. Oggi vorrei dire un grazie a mamma rai perché ieri sera sul canale del digitale terrestre raisport2 ha trasmesso integralmente la …

Read moreMAZZONIADI VS POLTRONIERIADI! VINTAGE GPs!

MODELLISMO – MOTORE FERRARI V12 312T3 1978

Che il tempo di costruzione dei modellini aumenti esponenzialmente col colorare e dettagliare le varie parti l’ho scoperto ancora di più con questa Ferrari 312t3 che ha moltissimi pezzi. Il lavoro dal mio punto di vista di modellista principiante è venuto ben, certo spendendo qualche soldo in più si potrebbero comperare dei componenti per dettagliare il kit molto di più, ma per ora diciamo che va bene così.

Read moreMODELLISMO – MOTORE FERRARI V12 312T3 1978

BRAVO FELIPE! MA DOVEVI URLARLO PRIMA! Crashgate 2008

La frase della settimana va a Felipe Massa: “Ma sì lo sanno tutti che quel Singapore 2008 è stato falsato, non fu un risultato autentico”. Spiegalo anche ai tifosi, Mazzoni e certi giornalisti, che fanno finta di dimenticare che quella gara falsata per far vincere Alonso (che impossibile non sapesse nulla essendo tutto pianificato in …

Read moreBRAVO FELIPE! MA DOVEVI URLARLO PRIMA! Crashgate 2008

Lewis non ti curar di loro…

Premessa…discorso che riguarda spero pochi tifosi e non voglio generalizzare. Sarà forse io che sono sbagliato con il mio vecchio cuore da corsa appassionato di motorsport, ma quello che ho sentito ieri levarsi dalle tribune dell’autodromo di Monza ha del vergognoso. Capisco la passione per un pilota o una scuderia, quella ci vuole sempre, ma …

Read moreLewis non ti curar di loro…

Monza, Prove libere: L’analisi del passo.

La seconda sessione di prove libere del venerdi di Monza sembra proporre un confronto molto serrato,con ben sette piloti (nell’ordine: Vettel, Hamilton, Schumacher, Massa, Alonso, Webber e Button) e quattro vetture diverse (Red bull, McLaren, Mercedes e Ferrari) in meno di mezzo secondo.
In realtà scorrere la lista dei migliori tempi può, talvolta, non rendere completamente l’idea delle forze in campo,o addirittura dare una visione distorta.
Per un analisi un attimino più approfondita,allora, avvalendoci delle preziose informazioni rintracciabili su sito ufficiale della FIA, proviamo ad esaminare il presumibile passo-gara dei top team.
Nell’ultima fase della seconda sessione di prove libere del venerdi è d’abitudine per le squadre verificare il comportamento della vettura in condizioni-gara,quindi con molta benzina a bordo e con la mescola di gomme che si ritiene possa essere la scelta preponderante per la gara: in genere si tende a provare la mescola più morbida per verificarne la durata o può capitare che, all’interno di un team, un pilota provi le gomme soffici e l’altro le dure.
Queste prove sono ancora più indicative se,come oggi, sono svolte in quelle che, con ottima probabilità,sarannno le medesime condizioni di pista e di temperatura (e quindi di grip) che si incontreranno la domenica in gara.

Read moreMonza, Prove libere: L’analisi del passo.

MODELLISMO: WIP FERRARI 312 T3 TAMIYA

Come promesso in precedenza,per condividere mie esperienze con le vostre,torniamo al mio hobby riscoperto da poco ma che mi sta dando tante soddisfazioni: il modellismo statico. Il WIP (work in progress) che vado a presentare oggi è riferito al kit Tamiya 1:20 della Ferrari 312T3 del 1978 di Reutmann e Villeneuve.

Prima di iniziare il lavoro sul modellino, come già detto nel precedente articolo, da esperienza fatta e da consigli

Read moreMODELLISMO: WIP FERRARI 312 T3 TAMIYA

BACK TO THE FUTURE – F1 1979: car wars

C’era un tempo in cui la F1 non era carbonio,kers,drs,vie di fuga aeroportuali,hospitality da mille una notte. C’era una F1 fatta di rivetti che tenevano fissati pannelli in alluminio, di caschi simpson,di balaclave e sottocaschi, di cambi manuali, di minigonne, di gomme posteriori larghissime e di piloti con le contropalle. Questo è un ducumentario sulla stagione 1979. La griglia era piena di piloti dai nomi importanti: Scheckter,Villeneuve,Andretti,Reutmann,Laffite,Depailler,Hunt,Regazzoni,Jones,Jabouille,Arnoux,Pironi,Lauda,Piquet e chi più ne ha, più ne metta.Tra i team c’erano la Ferrari,Ligier,Williams,Renault,Wolf,Brabham,Tyrrell,Alfaromeo e molti altri.

Insomma tutti gli ingredienti per rivedere questo bel documentario su di una stagione fantastica con auto bellissime: il 1979

parte1:

Read moreBACK TO THE FUTURE – F1 1979: car wars

Modellismo che passione!

Premessa: questo nostro nuovo filone tematico sul nostro blog per la voglia di condividere esperienze di questo fantastico hobby ed essendo anch’io alle prime armi non vuole assolutamente avere la pretesa di insegnare qualcosa a qualcuno.

C’è chi può permettersi di collezionare delle vere F1 in scala 1:1 e chi no. Io sono tra gli sfortunati del no, ma per quelle in scala 1:20 di F1 e auto d’endurance non ho problemi. Stiamo parlando ovviamente di modellismo da assemblare. Passione ritrovata da quasi un anno che devo dire porta molta soddisfazione quando il lavoro è terminato. Spero di trovare altri appassionati di questo hobby anche tra voi lettori del nostro blog e per questo ho deciso di condividere con voi le foto dei miei prossimi modelli che assemblerò..quelli che in gergo tecnico si chiamano WIP…work in progress. Di base io ho iniziato a lavorare con i kit da assemblare in materiale plastico della Tamiya. Ma di marche ce ne sono veramente molte. Ne avremo tempo e modo di parlarne. Io sono un modellista provetto, che sta imparando un poco alla volta, anche e sopratutto grazie ai consigli degli amici del forum di gpx. Forum e blog che consiglio di visitare perchè molto utili per imparare a migliorarsi in questa arte. Spendendo anche un bel po’ di soldini i più bravi riescono anche a fare delle vere e proprie opere d’arte in scala del tutto simili alle auto originali in ogni singolo componente grazie all’acquisto di parti speciali migliorative rispetto ai pezzi che si trovano nei kit di base. Prima regola che posso consigliare è la calma. La fretta è una cattiva compagna per il modellista. Poi raccogliere tante foto del modello che dovremmo andare a montare e leggere e rileggere, studiando bene tutti i passaggi, il libretto di istruzione per il montaggio del modellino. Io ho iniziato con una Tyrrell p34 del 1977, che mi sentirei di sconsigliare ad un novello modellista perchè è abbastanza complicato.

Poi preso dalla foga e dalla passione sono passato alla Brabham del 1978, ma qui ho commesso l’errore di volerla fare troppo in fretta ed il risultato poteva essere sicuramente migliore. Occhio ragazzi, fateli sempre con calma, riguardarli dopo che non sono venuti come si avrebbe voluto mette sempre un po’ di nervosismo.

Read moreModellismo che passione!

F1 e sicurezza – Novità per i caschi

Dopoil gp d’Ungheria 2009 e l’incidente di Massa, i costruttori di caschi si sono mossi per aumentare la sicurezza dei caschi stessi anche in caso di impatto come quello avvenuto allo sfortunato pilota brasiliano. C’è chi come Schubert helmet (la marca di Felipe) ha rinforzato tutti gli elementi di fissaggio della visiera al casco (staccatasi …

Read moreF1 e sicurezza – Novità per i caschi

BACK TO THE FUTURE – GP F1 Inghilterra 1973. Tra campi e Lord

Oggi facciamo un bel passo indietro con la nostra macchina del tempo del motorsport. Dimenticatevi i nuovi box, il nuovo layout…ma immergiamoci nella campagna inglese, tra le tribune del vero ed unico Silverstone…quello veloce, senza tante chicanes o curve lente…quello dove la partenza era dove non è stata decisa da architetti per compiacere Bernie Ecclestone …

Read moreBACK TO THE FUTURE – GP F1 Inghilterra 1973. Tra campi e Lord

Il caso Massa.

Entrati nella pausa agostana dopo aver superato il giro di boa del campionato,per la F1 è tempo di primi bilanci.
Tra le questioni aperte in casa Ferrari c’è sicuramente quella riguardante Felipe Massa.
Il brasiliano non è in scadenza essendo contrattualizzato fino al termine del 2012,eppure più volte Montezemolo e Domenicali hanno dovuto rinnovargli pubblicamente fiducia dopo che il nome di più piloti (Button,Webber,Rosberg,perfino Perez e Kobayashi) era stato accostato alla rossa per la prossima stagione.
Voci che,fondate o meno,rivelano comunque un comune denominatore:il giudizio negativo dell’ambiente (media e addetti ai lavori) circa il rendimento di Massa,giudizio inoppugnabile se guardiamo ai freddi numeri e che può essere generalizzato al dopo Ungheria 2009.
Gli inizi in F1. Campione italiano ed europeo di Formula Renault 2 litri nel 2000 e vincitore dell’Euro 3000 nel 2001,Felipe viene ingaggiato dalla Ferrari che gli sottopone un impegno a lungo termine.Il brasiliano fa il suo esordio in Sauber nel 2002 mostrando sprazzi di talento e velocità (in qualifica ,per esempio, rifila al più esperto Nick Heidefeld,suo compagno di squadra, mezzo secondo a Montecarlo e quattro decimi a Spa),ma anche una certa propensione all’errore che portano Peter Sauber a preferirgli il vecchio Frentzen prima per il gp di Indianapolis (dove Massa avrebbe dovuto scontare una penalità di dieci posizioni in griglia per un incidente con De la Rosa a Monza) e poi per il 2003.
Al Paulista non resta che tornare a Maranello in veste di collaudatore affiancando Badoer.E’proprio in questo periodo che si lega a Nicholas Todt,figlio del gran capo Ferrari.
Nel 2004 torna in Sauber disputando un’egregia stagione,ma perdendo globalmente il confronto col nuovo team mate Fisichella (le cui ambizioni da top driver saranno tarpate dal periodo successivo in Renault con Alonso) e dimostrando di essere ancora in fase di maturazione.
L’esplosione e i primi anni in Ferrari A partire dal 2005 inizia il periodo migliore di Massa.Nell’ultima stagione nel team elvetico,infatti,si dimostra nettamente più veloce di Villenevue e viene richiamato in Ferrari per sostituire il partente Barrichello.
Il 2006,stagione di esordio in rosso con al fianco sua maestà Schumacher,è tutto sommato positivo,con un finale di stagione in crescendo dove arrivano 2 vittorie:Turchia e Brasile (13 anni dopo il successo di Senna).
Ritiratosi Schumacher,per il brasiliano c’è un altro osso duro in squadra:Kimi Raikkonen.I due fanno squadra nel triennio 2007-2009.
Il primo anno il finnico è campione del mondo,ma dal confronto Felipe non è schiacchiato,anzi vince 3 gare e contribuisce in maniera preziosa alla vittoria di entrambi i titoli,aiutando e scortando il compagno di squadra nell’ultimo e decisivo gp.
Nel 2008 la prospettiva si inverte:Massa appare più efficace e determinato,conquista i galloni di capitano e perde il titolo solo a due curve dalla fine dell’ultimo gp (sempre in Brasile),scontando qualche sbavatura personale (Malesia),ma soprattutto errori a lui non imputabili (motore rotto a tre giri dalla fine di un gp dominato in Ungheria,pasticcio ai box in un gp di Singapore comunque inficiato nel suo svolgimento dal comportamento della Renault).
Nel 2009 Massa e Raikkonen si giocano la “bella” con una vettura questa volta non in grado di competere per il mondiale.Fino all’incidente dell’Ungheria il confronto è estremamente equilibrato:Felipe marca più punti,Kimi è più spesso davanti in prova e paga più ritiri.

Read moreIl caso Massa.

La chiesetta a la Chapelle e l’incidente di McNish a Le Mans

Durante una gara di sei ore da spettatore oltre che a guardare le auto, goderti le manovre dei piloti, dei meccanici, hai anche un bel po’ di tempo per discutere con i tuoi amici che sono li con te in tribuna e lungo il tracciato. La discussione che porta le due foto nel pezzo qui …

Read moreLa chiesetta a la Chapelle e l’incidente di McNish a Le Mans

ACCORDO SEGRETO TRA FERRARI E REDBULL PER IL GP DI SILVERSTONE

Dal nostro inviato RT a Silverstone La news è clamorosa. La pubblichiamo tra le pagine del nostro blog convinti che farà molto discutere nei prossimi giorni in un periodo non certo facile per la FIA, la F1 ed i teams. Prima di scrivere queste righe, visto l’argomento delicato, ci abbiamo pensato su ma poi ci …

Read moreACCORDO SEGRETO TRA FERRARI E REDBULL PER IL GP DI SILVERSTONE

6 ORE DI IMOLA ILMC – VISTA DAL TIFOSO

La cronaca della gara la lasciamo ad altri. Da dire che la vittoria Peugeot è stata ineccepibile. La squadra francese è stata superiore sin dalle qualifiche con Audi subito costretta ad inseguire. La differenza a favore dei galletti era evidente vista da bordo pista per quanto riguarda frenata, inserimento in curva ed aggressione  dei cordoli. …

Read more6 ORE DI IMOLA ILMC – VISTA DAL TIFOSO