IndyCar, Kentucky: Carpenter in volata dopo il caos ai box.

immagine tratta dal sito media.indycar.com

La cronaca. Il leader della classifica Will Power parte in prima posizione (portando a casa il punto extra della pole) affiancato da Graham Rahal, gli altri championship contenders sono attardati: Dixon scatta settimo, Franchitti, afflitto da problemi al motore, solo undicesimo.
Al via Power prende il comando e guida autorevolmente il primo quarto di gara accumulando sino a tre secondi su Rahal (un vantaggio di tutta comodità in un ovale dove i 29 piloti sono racchiusi in qualifica in mezzo secondo e i distacchi si misurano in millisecondi).
Franchitti ,però, non è da meno: recupera sino in sesta posizione e viaggiando in scia riesce a conservare un pò di carburante.
Dopo il ritiro di Castroneves per problemi al motore,si apre la finestra della prima sosta ai box: tra i primi a fermarsi proprio Power e si verifica l’episodio che gli compromette la gara (e, forse, il campionato).

Read moreIndyCar, Kentucky: Carpenter in volata dopo il caos ai box.

IndyCar, tutte le news.

immagine tratta dal sito media.indycar.com

I test della nuova Dallara. Prosegue spedito il programma di sviluppo della nuova Dallara 2012: dopo la prima uscita sullo stradale di Mid-Ohio, la nuova monoposto,siglata IR12, ha debuttato sugli ovali: prima all’ Iowa Speedway e poi in quello che sarà il suo teatro di gara più prestigioso e cioè Indianapolis.
Finora i test sono stati sempre condotti al volante da Dan Wheldon,campione IRL 2005 e due volte vincitore (e campione in carica) della Indy 500.
Sull’ovale piccolo dell’Iowa (lungo 0.875 miglia) l’inglese ha girato due giorni la settimana scorsa,coprendo in ciascuna giornata l’equivalente della distanza di gara senza lamentare problemi tecnici.
Questa settimana,invece,la monoposto, gestita in pista dal team Bryan Herta Autosport, ha girato ad Indianapolis.
Di entrambi i test non sono stati divulgati i riscontri cronometrici,anche perchè in questa fase iniziale,come ha dichiarato lo stesso Wheldon, non si stanno cercando le prestazioni,ma si stà facendo un lavoro preliminare di “sgrossatura” della monoposto volto soprattutto alla raccolta di dati e alla verifica dell’affidabilità e della corretta progettazione e assemblaggio dei vari componenti.
L’esemplare del nuovo telaio Dallara ha girato finora sempre spinto dal nuovo motore Honda turbo di 2.2 litri di cilindrata,ma già a partire dal prossimo test sarà approntata una seconda monoposto dotata del nuovo propulsore Chevrolet.
Intanto è stato ufficializzato che la Brembo è stata designata come fornitore esclusivo del sistema frenante, con un accordo fino al 2015.
La Brembo ha progettato un nuovo sistema finalizzato ad un triplice obiettivo: contenimento del peso con l’uso del carbonio (si stima un peso totale sui 2 kg), lunga durata dell’impianto (che consenta qundi alle squadre di contenere i costi), e adeguamento al nuovo regolamento,che a differenza del passato,prevede che lo stesso sistema frenante debba essere utilizzato sia per gli ovali che per gli stradali.
La scelta di Brembo,come quella di Dallara,mi si perdoni la considerazione personale, dimostra ancora una volta che la nostra tecnologia presenta delle eccellenze straordinarie,incoraggiamento in un momento difficile per il nostro Paese,ma anche ennesima conferma che la via della crescita e della ripresa non può che passare dalla ricerca in tutti i campi.

Read moreIndyCar, tutte le news.

IndyCar, Motegi preview.

Il circuito.L’ Indycar si appresta ad affrontare la trasferta giapponese per la terz’ultima gara di campionato, ultimo appuntamento stradale, mancando poi solo gli ovali del Kentucky e di Las Vegas.
Contrariamente al solito il circuito di proprietà della Honda non vedrà le monoposto impegnate sul tracciato superspeedway,che come abbiamo ricordato già nei post precedenti è stato danneggiato nelle sue strutture dal forte sisma del marzo scorso, ma sul road course.
Quest’ultimo è il tracciato abitualmente utilizzato dalla Moto Gp,nonchè dalla Formula Nippon e dal Super Gt.
La pista,che misura 2.983 miglia, pari a 4.8 km circa, gira in senso orario e conta 14 curve,di cui 8 a destra e 6 a sinistra: la sede stradale ha una larghezza minima di 12 metri e massima di 15 e il rettilineo più lungo,che è quello opposto,compreso tra le curve 10 e 11, misura 762 metri.
La gara si svolgerà sulla distanza di 63 giri,pari a 187.93 miglia (o se preferite 302.4 km circa).
Il Twin Ring di Motegi,come detto,aveva ospitato l’IndyCar (e prima ancora l’IRL e la Cart) sull’ovale,quindi non ci sono precedenti sullo stradale.
A titolo di pura curiosità possiamo ricordare che il l’attuale generazione di Formula Nippon ha girato in 1.35.012 (Joao Paulo De Oliveira su Swift-Toyota, 2011) alla media di circa 181.87 km/h,mentre con la generazione precedente Tsugio Matsuda nel 2008 aveva fermato il cronometro, con la sua Lola-Toyota, in 1.33.167 (185.55 km/h di media).

Read moreIndyCar, Motegi preview.

IndyCar, Le news :Pantano anche a Motegi!

immagine tratta dal sito media.indycar.com

Giorgio Pantano.Il team Dreyer & Reinbold Racing ha annunciato che il pilota padovano guiderà la Dallara-Honda numero 22 anche il prossimo fine settimana, che vede in programma il terz’ultimo appuntamento di campionato a Motegi in Giappone.
La trasferta nel paese del Sol Levante coinciderà con l’ultima gara stradale del 2011, infatti, a differenza degli anni scorsi, non si correrà sull’ovale -danneggiato in seguito al recente terremoto- ma sul tracciato che abitualmente ospita la Motogp e la Formula Nippon.
Dennis Reinbold,compropietario del team,ha commentato :”Non potremmo essere più felici di rimettere Giorgio nella nostra macchina: ha fatto un ottimo lavoro per noi a Sonoma e Baltimora e siamo convinti che sarà molto forte a Motegi.”.
Pantano ha dichiarato: “Voglio ringraziare la squadra e gli sponsor per avermi dato questa nuova opportunità.Le ultime due gare sono state molto consistenti per noi e non vedo l’ora di correre di nuovo con il team in Giappone.Sono qui per fare il meglio possibile come sempre e sono impaziente di competere.”

Read moreIndyCar, Le news :Pantano anche a Motegi!

Sprint Cup – Cosa abbiamo visto e cosa non abbiamo visto in Kentucky

Cosa abbiamo visto in Kentucky Kyle Busch – 99 vittorie a 26 anni sono davvero tante. Il fatto che la gran parte di esse sia stata conseguita nelle “serie minori” del calendario NASCAR sicuramente le sminuisce un po’, specie se confrontate con le 200, tutte nella top-class, di Richard Petty o le 105, una sola …

Read moreSprint Cup – Cosa abbiamo visto e cosa non abbiamo visto in Kentucky

Sprint Cup – terza vittoria stagionale per Kyle Busch

Kyle Busch non ha fatto prigionieri in Kentucky, conquistando la Quaker State 400 con una superiorità evidente, sia sul passo che sulla breve distanza che, naturalmente, in restart. Il ventiseienne di Las Vegas è scattato dalla pole, è stato in testa per 125 giri su 267 ed ha colto la vittoria numero tre in stagione, …

Read moreSprint Cup – terza vittoria stagionale per Kyle Busch

Kentucky preview – una "prima" con tante incognite e tanti favoriti

Per noi europei il Kentucky, 105.000 Kmq per 4.300.000 abitanti nel sud-est degli Stati Uniti, evoca cavalli, musica country e Bourbon. Per i fans della NASCAR significa anche Darrell Waltrip, nativo di Owensboro con tre titoli assoluti in bacheca e un presente da commentatore televisivo in Fox, e, negli ultimi anni, Kentucky Speedway. Costruito a …

Read moreKentucky preview – una "prima" con tante incognite e tanti favoriti

Nationwide Series – Keselowski ancora una volta consuma poco e rende molto

Se due indizi non fanno una prova, nel caso di Keselowski però vanno molto vicini a indicarlo come uno dei migliori piloti della NASCAR in termini di gestione del carburante. Il ventisettenne del Michigan si è aggiudicato la Feed the Children 300, diciottesima gara del calendario della Nationwide Series, svoltasi nella notte sul Kentucky Speedway, …

Read moreNationwide Series – Keselowski ancora una volta consuma poco e rende molto

Sprint Cup – Qualifiche annullate a causa della pioggia, Kyle Busch partirà dalla pole

La pioggia ha impedito di disputare per intero le qualifiche per la Quaker State 400, diciottesimo appuntamento del calendario della Sprint Cup. Il maltempo si è abbattuto sul Kentucky Speedway quando erano scesi in pista solo 22 dei 48 partecipanti. Come da regolamento, lo schieramento di partenza è stato quindi determinato in base ai tempi …

Read moreSprint Cup – Qualifiche annullate a causa della pioggia, Kyle Busch partirà dalla pole

I test Goodyear in Kentucky, le 400 gare della Truck Series e le ultime notizie della NASCAR

Mark Martin impegnato nei test Goodyear, Credit: Kentucky Speedway

SPRINT CUP SERIES

La STP 400, sul Kansas Speedway, si svolgerà domenica 5 giugno alle 19 ora italiana

Test Goodyear al Kentucky Speedway – Il 1 giugno Greg Biffle, Kevin Harvick, Brad Keselowski, Travis Kvapil, Joey Logano, Mark Martin e David Reutimann hanno svolto dei test per la Goodyear in preparazione del debutto della Sprint Cup sull’ovale del Kentucky il prossimo 9 luglio. I test non hanno fatto emergere alcun problema per le coperture che saranno utilizzate in gara e i piloti si sono detti certi della spettacolarità dell’evento, soprattutto grazie alla personalità del circuito da 1,5 miglia, conosciuto per i suoi avvallamenti e per il banking progressivo.

Johnny Sauter in Sprint Cup – Secondo quanto riportato dal profilo twitter ufficiale del team Speed Energy, Johnny Sauter guiderà la Dodge #7 nella gara che si terrà domenica in Kansas. Il pilota titolare, nonchè proprietario del team, Robby Gordon, sarà impegnato nella gara off-road Baja 500.

Hamlin impegnato al California Speedway, Jeff Gross/Getty Images

Denny Hamlin aspetta guarda positivamente alle gare più calde – Il pilota del Joe Gibbs Racing sta velocemente risalendo la china in cui si era ritrovato ad inizio anno. Ora si trova ad appena 14 punti dal decimo posto di Ryan Newman, che gli garantirebbe un posto nella Chase. Hamli ha dichiarato di guardare positivamente alle gare estive perché secondo lui si adattano meglio al suo stile di guida delicato con gli pneumatici. Il trentenne della Virginia ha anche dichiarato di aver adattato il suo stile di guida alla nuova costruzione delle gomme Goodyear per il 2011, che a suo dire penalizzano meno i piloti aggressivi in ingresso curva.

Read moreI test Goodyear in Kentucky, le 400 gare della Truck Series e le ultime notizie della NASCAR

Busch e Harvick in probation, nuovi test per l'iniezione elettronica e le anticipazioni da Dover

Kyle Busch e Kevin Harvick – la NASCAR ha comminato una sanzione pecuniaria di 25.000$ sia a Kevin Harvick che a Kyle Busch e ha messo entrambi in probation per la “lite” che li ha visti protagonisti sabato a Darlington, in particolare per l’episodio avvenuto in pit-road, quando Harvick ha cercato il confronto fisico con …

Read moreBusch e Harvick in probation, nuovi test per l'iniezione elettronica e le anticipazioni da Dover