Video Segnalazioni – Il video completo della gara Sprint Cup di Phoenix

Credit: Tyler Barrick/Getty Images for NASCAR

Ecco anche il video completo della Subway Fresh Fit 500, svoltasi domenica al Phoenix International Raceway e vinta da Denny Hamlin su un Kevin Harvick rimasto a secco a meno di due giri dalla fine, mentre provava in ogni modo a rimontare.

Per il caricamento ringraziamo l’utente Azevedo00001

Il video dopo il salto, enjoy 🙂

Read moreVideo Segnalazioni – Il video completo della gara Sprint Cup di Phoenix

Guest Post – Kevin Harvick: “Mi avevano detto che non ce l’avrei fatta per 9 giri e non pensavo proprio di poter arrivare alla fine

Chris Graythen/Getty Images for NASCAR

Ospitiamo con piacere il primo post sulla NASCAR di Federico Floccari, che si presenta  raccontandoci le dichiarazioni di Kevin Harvick durante la conferenza stampa post-gara di Phoenix. 

La Subway Fresh Fit 500 è stata una gara molto combattuta, dura e, soprattutto, tirata fino alla fine, che ha visto un duello tra Hamlin e Harvick per la vittoria della corsa negli ultimi 15 giri. Proprio Kevin Harvick, secondo al traguardo ha dato una sua versione della gara durante la conferenza stampa post-gara.

Read moreGuest Post – Kevin Harvick: “Mi avevano detto che non ce l’avrei fatta per 9 giri e non pensavo proprio di poter arrivare alla fine

Sprint Cup – Denny Hamlin risorge dalle ceneri a Phoenix e vince la Subway Fresh Fit 500

Credit: Todd Warshaw/Getty Images for NASCAR

Denny Hamlin si è messo definitivamente alle spalle un 2011 ricco di difficoltà, dal rapporto con le gomme Goodyear a una serie troppo lungo di motori poco affidabili, ed è andato a conquistare la vittoria nella seconda prova della Sprint Cup, disputatasi a Phoenix.

Per Hamlin, da quest’anno assistito da Darian Grubb nel ruolo di crew chief, si tratta della prima vittoria dal giugno dello scorso, quando si imposto in Michigan, la 18esima in carriera su 225 presenze nella serie, la prima al Phoenix International Raceway.

Read moreSprint Cup – Denny Hamlin risorge dalle ceneri a Phoenix e vince la Subway Fresh Fit 500

Nationwide Series- Elliott Sadler la spunta in un finale tirato e si aggiudica la Bashas’ Supermarkets 200

Credit: Christian Petersen/Getty Images

Una strategia vincente ha consentito a Elliott Sadler ed il pilota di Emporia ha contenuto per 25 giri il rientro di Brad Keselowski, andando a vincere la seconda prova della Nationwide Series e prendendosi la testa della classifica.

Per Sadler si tratta del ritorno in victory lane in Nationwide Series dopo 91 gare. La sua ultima vittoria nella categoria risaliva all’ottobre del 1998, al North Carolina Motor Speedway. Quello ottenuto al volante della Chevrolet Impala #2 del Richard Childress Racing è il sesto successo in 166 presenze nella serie.

Read moreNationwide Series- Elliott Sadler la spunta in un finale tirato e si aggiudica la Bashas’ Supermarkets 200

Sprint Cup – Matt Kenseth vince una lunghissima Daytona 500 in regime di green-white-checkered, incidente pauroso per Juan Pablo Montoya

fonte immagine: cbsnews.com

Matt Kenseth ha conquistato la sua seconda 500 miglia di Daytona quasi sei ore dopo la bandiera verde, precendo in volata, in regime di green-white-checkered, Dale Earnhardt Jr. e Greg Biffle.

La 54esima edizione della Great American Race, posticipata due volte a causa del maltempo e partita alle 19 americane di lunedì, è stata una vera e propria maratona, interrotta da ben 10 bandiere gialle e da una bandiera rossa durata più di due ore.

Read moreSprint Cup – Matt Kenseth vince una lunghissima Daytona 500 in regime di green-white-checkered, incidente pauroso per Juan Pablo Montoya

Sprint Cup – Preview: I team sotto la lente di ingrandimento, parte 2

Matthew Stockman/Getty Images for NASCAR

Seconda parte della carrellata sui principali team che prenderanno parte alla Sprint Cup 2012 con programmi completi o parziali. Per chi volesse, qui trovate la prima parte della preview.

NEMCO Motorsports (Toyota) *

#87 Joe Nemechek – AM FM Energy LLC/?
#97 Bill Elliott – ??

Il veterano pilota/owner di Lakeland, Florida, ha disputato tutte e 36 le gare della Sprint Cup 2011 parcheggiando molto rapidamente la sua Toyota per incassare qualche migliaio di dollari da reinvestire nel programma della Nationwide Series, dove ha ottenuto un 14esimo posto nella generale con 1 top-5, e probabilmente farà la stessa cosa anche quest’anno. In occasione della 500 miglia di Daytona il team schiererà anche la vettura #97 per Bill Elliott.

Read moreSprint Cup – Preview: I team sotto la lente di ingrandimento, parte 2

Nationwide Series – Max Papis correrà a Road America per il Richard Childress Racing e farà da istruttore ai compagni di team per i circuiti stradali

Fonte immagine: profile facebook di Max Papis

Nel 2012 Max Papis potrà puntare alla sua prima vittoria in Nationwide Series al volante della Chevrolet Impala #33 Menards del Richard Childress Racing.

Il team di Richard Childress, uno dei più importanti della NASCAR con i suoi 6 titoli piloti in Sprint Cup, 5 in Nationwide Series e 2 in Truck Series, schiererà il pilota italiano al via della gara Nationwide che si disputerà il 23 giugno prossimo sullo storico circuito stradale di Elkhart Lake, nel Wisconsin. Nel 2011, quando la vettura numero 33 era gestita dal Kevin Harvick Inc, fusosi con l’RCR nel corso dell’inverno, Max è stato in lizza per la vittoria fino agli ultimi giri in regime di green-white-checkered, ma è  stato messo fuori gioco da un’incidente causato da Jacques Villeneuve.

Read moreNationwide Series – Max Papis correrà a Road America per il Richard Childress Racing e farà da istruttore ai compagni di team per i circuiti stradali

Nationwide Series – Elliott Sadler confermato al volante della Impala #2 del Richard Childress Racing

fonte immagine: http://www.rcrracing.com/

Dopo la chiusura del Kevin Harvick Inc, la Chevrolet Impala #2 è passata al Richard Childress Racing, che ha confermato Elliott Sadler per puntare al titolo della Nationwide Series nel 2012.

Per Sadler si prospetta un’occasione d’oro, dopo il secondo posto nella generale conquistato lo scorso anno. Il 36enne di Emporia, Virginia, è stato sconfitto da Ricky Stenhouse Jr. per 45 punti, dopo aver accumulato 12 top-5, 24 top-10 ed un driver rating di 100,3, e verosimilmente dovrà vedersela nuovamente con l’alfiere di casa Roush Fenway Racing, sebbene ancora non ci sia stato un annuncio ufficiale da parte di Jack Roush in merito ai programmi del campione in carica. 

Read moreNationwide Series – Elliott Sadler confermato al volante della Impala #2 del Richard Childress Racing

Sprint Cup – Tony Stewart vince anche a Homestead e fa saltare il banco, sua la Sprint Cup 2011

Credit: By Chris Graythen, Getty Images

Dopo due lunghe soste ai box per riparare un buco nel frontale della Chevrolet #14, dopo aver rimontato complessivamente 118 posizioni in pista e dopo che tre temporali hanno investito l’Homestead Miami Speedway, Tony Stewart è riuscito nell’impresa di vincere la Ford 400 e la Sprint Cup.

Il pilota di Columbus, Indiana, ha terminato la stagione con lo stesso numero di punti di Carl Edwards, ma si è aggiudicato il campionato in virtù delle 5 vittorie stagionali contro l’unico successo di Carl Edwards, ottenuto a Las Vegas a marzo. E’ la prima volta nella storia della NASCAR che il primo e il secondo della generale concludono a pari merito.

Read moreSprint Cup – Tony Stewart vince anche a Homestead e fa saltare il banco, sua la Sprint Cup 2011

Truck Series – Johnny Sauter vince un gara interrotta dalla pioggia, Austin Dillon si aggiudica il campionato

Credit: By Chris Trotman, Getty Images for NASCAR

La Ford 200, gara conclusiva della Camping World Truck Series, é andata a Johnny Sauter, che si trovava al comando a 15 giri dalla bandiera a scacchi, quando il direttore di gara é stato costretto a sventolare la bandiera rossa a causa della pioggia.

La decima posizione finale consegna ad Austin Dillon il titolo piloti 2011 per appena 6 punti, rendendo il 21enne di Lewisville il piú giocane pilota ad aggiudicarsi la Truck Series e l’unico a vincere consecutivamente il premio come Rookie Of The Year e il campionato.

La classifica Owners ha invece visto trionfare Kevin e DeLana Harvick, il cui team é in procinto di chiudere i battenti.

Read moreTruck Series – Johnny Sauter vince un gara interrotta dalla pioggia, Austin Dillon si aggiudica il campionato

Sprint Cup – Tony Stewart piazza la zampata nel finale e si aggiudica la TUMS Fast Relief 500

Credit: John Harrelson/Getty Images for NASCAR

Martinsville non ha tradito le aspettative e ci ha regalato una delle gare più emozionanti della stagione, ricca di colpi di scena e di colpi puri e semplici. A spuntarla è stato Tony Stewart, che ha compiuto un bellissimo sorpasso all’esterno ai danni di Jimmie Johnson in restart, quando mancavano 3 giri alla bandiera a scacchi.

Per Stewart si tratta della terza vittoria della stagione, la terza conquistata in questa Chase, la 42esima in carriera in 462 presenze.

Read moreSprint Cup – Tony Stewart piazza la zampata nel finale e si aggiudica la TUMS Fast Relief 500

Sprint Cup – Clint Bowyer acciuffa la vittoria sul rettilineo finale, Carl Edwards allunga in classifica

Credit: Kevin C. Cox/Getty Images for NASCAR

La Good Sam 500, sesta prova della Chase For The Cup, è andata a Clint Bowyer, autore di un sorpasso all’ultimo giro, ai danni del suo partner di draft e di team Jeff Burton, sul rettilineo principale del Talladega Superspeedway.

Per Bowyer, in partenza il prossimo anno per il Michael Waltrip Racing, quella conquistata in Alabama è la prima vittoria della stagione, la quinta in carriera, dopo quella conquistata, sempre a Talladega, un anno fa. Il 32enne di Emporia, Kansas, ha anche regalato al Richard Childress Racing la 100esima vittoria, 28 anni dopo quella ottenuta da Ricky Rudd il 5 giugno 1983 a Riverside.

Read moreSprint Cup – Clint Bowyer acciuffa la vittoria sul rettilineo finale, Carl Edwards allunga in classifica

Sprint Cup – Kenseth in victory lane, Edwards allunga in testa alla classifica, Johnson a muro

Credit: Geoff Burke/Getty Images for NASCAR

La Bank Of America 500, disputatasi nella notte a Charlotte, è andata a Matt Kenseth, che ha saputo recuperare da una scelta strategica sbagliata per imporsi davanti a Kyle Busch e Carl Edwards, che porta a 5 punti il suo vantaggio in classifica su Kevin Harvick.

Quella ottenuta al Charlotte Motor Speedway è la terza vittoria stagionale del pilota della Ford Fusion #17, la 21esima su 431 presenze in Sprint Cup, una vittoria che lo rilancia nella corsa al titolo e conferma l’ottimo rendimento delle Ford sui circuiti intermedi.

Read moreSprint Cup – Kenseth in victory lane, Edwards allunga in testa alla classifica, Johnson a muro

Sprint Cup – Jimmie Johnson torna prepotentemente in corsa, Gordon esce di classifica

Credit: John Harrelson/Getty Images for NASCAR

Cosa abbiamo visto al Kansas Speedway

Jimmie Johnson – Ci risiamo. Se la scorsa settimana Jimmie Johnson aveva fatto vedere ottime cose, questa volta ha letteralmente annichilito la concorrenza. Velocissimo in ogni condizione, il pilota della Chevrolet Impala #48 ha scavato solchi impressionanti tra sè e i rivali sia sulla breve che sulla lunga distanza, mostrandosi molto deciso anche in restart, situazione in cui normalmente assume un atteggiamento conservativo. I dodici secondi di vantaggio conquistati su Stewart poco dopo metà gara la dicono lunga su quanto Johnson abbia alzato l’asticella delle prestazioni ed ora, specie considerando le caratteristiche dei prossimi circuiti, è difficile pensare che non sia ancora lui il favorito per la vittoria della Sprint Cup. Altrettanto eloquente è il fatto che l’uomo di El Cajon si sia dimostrato l’unico in grado di essere velocissimo sia con due gomme nuove che con quattro, dapprima reggendo il passo di Matt Kenseth e poi sverniciandolo non appena montati quattro pneumatici freschi. La qualifica resta il punto debole del team #48 e potrebbe creare qualche problema nei prossimi appuntamenti, e poi ci sono sempre le incognite rappresentate da Martinsville, Talladega e dalla rinnovata Phoenix. Lo stesso Johnson ha sottolineato come quest’anno sia difficilissimo adeguare il setup della vettura durante la gara, ma se continua di questo passo, a breve sarà in testa alla classifica e strappargli di mano la sesta coppa sarà decisamente complicato.

Read moreSprint Cup – Jimmie Johnson torna prepotentemente in corsa, Gordon esce di classifica

Sprint Cup – Johnson inarrestabile, vince e sale al terzo posto in classifica, Harvick ed Edwards si salvano grazie alla strategia

Credit: Tom Pennington/Getty Images

Jimmie Johnson ha schiacciato la concorrenza al Kansas Speedway, dominando la Hollywood Casino 400 e uscendo vincitore da un finale in regime di gren-white-checker che ha portato la gara 5 giri oltre la lunghezza stabilita di 267 tornate. Carl Edwards e Kevin Harvick, quasi doppiati dopo due terzi di gara, riescono a limitare i danni grazie alla strategia e sono rispettivamente primo e secondo nella classifica generale.

La perentoria affermazione ottenuta nel Kansas, contenendo il ritorno di Kasey Kahne, è la seconda della stagione per il pilota della Chevrolet Impala #48, la 55esima in carriera su 357 presenze nella Sprint Cup, la 20esima su 74 gare affrontate nella Chase For The Cup.

Read moreSprint Cup – Johnson inarrestabile, vince e sale al terzo posto in classifica, Harvick ed Edwards si salvano grazie alla strategia

Nationwide Series – Brad Keselowski domina la Kansas Lottery 300

Credit: Tom Pennington/Getty Images

Brad Keselowski è stato semplicemente imbattibile al Kansas Speedway, aggiudicandosi la 30esima prova della Nationwide Series davanti a Carl Edwards ed Elliott Sadler, che recupera due punti su Ricky Stenhouse Jr., portandosi a 20 lunghezze di distacco.

Per Brad Keselowski quella ottenuta a Kansas City è la quarta vittoria stagionale, la 16esima su 164 presenze nella serie, e fa seguito ad un secondo posto a Dover ed un’altra vittoria a Chicago. 

Read moreNationwide Series – Brad Keselowski domina la Kansas Lottery 300

Sprint Cup – Kurt Busch vince a Dover, Kevin Harvick e Carl Edwards appaiati in vetta alla Chase

Credit: Jason Smith/Getty Images for NASCAR

Kurt Busch si è imposto a Dover nella terzo appuntamento della Chase For The Cup, scavalcando Jimmie Johnson in restart e mantendo un margine tale da non temere attacchi da parte della Chevrolet Impala #48.

Per il maggiore dei fratelli Busch, il successo al Monster Mile è il  si tratta della seconda vittoria stagionale, la prima a Dover, la 24esima in carriera in 393 presenze nella Sprint Cup.

Read moreSprint Cup – Kurt Busch vince a Dover, Kevin Harvick e Carl Edwards appaiati in vetta alla Chase

NASCAR – Gli aggiornamenti sui prossimi test, sul regolamento per Talladega e altre notizie dalle tre serie

Credit: Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

Nascar Sprint Cup Series News

Ulteriori aggiustamenti in vista di Talladega – oltre alle novità regolamentari comunicate la settimana scorsa, che riguardano restrictor plates e impianto di raffreddamento, la NASCAR ha comunicato che in occasione della gara di Talladega del prossimo 14 ottobre sarà vietato cospargere paraurti posteriori delle vetture con del lubrificante. I teams utilizzavano questo accorgimento per permettere ai piloti di lavorare meglio in tandem perchè il lubrificante impedisce al paraurti del pilota che spinge di far “presa” su quello della vettura davanti mandandola in testacoda. Per di piú gli organizzatori porteranno al superspeedway dell’Alabama almeno tre diversi restrictor plates, nel caso quelli scelti si rivelassero troppo grandi o non raggiungessero lo scopo prefisso. Lo scopo a questo punto é chiaramente quello di mantenere le velocità poco sotto le 200 miglia orarie e limitare fortemente l’impiego del tandem drafting. Le reazioni di piloti ed addetti ai lavori sono state diverse, divise fra chi crede che le stock cars potranno restare incollato solo un paio di giri e chi pensa che cambierà ben poco. La chiave dello svolgimento del fine settimana sarà comunque capire quanti giri due vetture potranno percorre in tandem prima di doversi separare. Ci aspetta una Talladega 500 decisamente interessante.

Read moreNASCAR – Gli aggiornamenti sui prossimi test, sul regolamento per Talladega e altre notizie dalle tre serie

Sprint Cup – Clint Bowyer resta a secco a due giri dal termine, Tony Stewart vince per la seconda volta

Credit: Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

In un finale che ha ricordato moltissimo quello del 2010, ma a parti invertite, Tony Stewart si è aggiudicato la Sylvania 300 a Loudon, New  Hampshire, scavalcando a due giri dalla fine Clint Bowyer, rimasto senza benzina come diversi altri piloti e balzando in vetta alla classifica Generale.

Stewart ha vinto la seconda gara consecutiva nella Chase For The Cup, la seconda anche nel 2011, la 41esima in carriera su 456 presenze in Sprint Cup e la terza a New Hampshire. Era dal 2008, quando ci riuscì Greg Biffle, che un pilota non vinceva le due prove iniziali della Chase.

Read moreSprint Cup – Clint Bowyer resta a secco a due giri dal termine, Tony Stewart vince per la seconda volta

Truck Series – Dominio assoluto di Kyle Busch, Austin Dillon passa in testa alla classifica

Credit: Jerry Markland/Getty Images for NASCAR

Kyle Busch ha letteralmente dominato la  F.W. Webb 175, partendo dalla pole position e guidando la gara per 165 dei 175 giri previsti e tagliando il traguardo con oltre 3 secondi di vantaggio su Austin Dillon, che grazie al secondo posto balza al comando della classifica generale.

Read moreTruck Series – Dominio assoluto di Kyle Busch, Austin Dillon passa in testa alla classifica

NASCAR – Cambia il marchio sulla Chevy di Earnhardt, Eddie Sharp acquista il materiale del KHI e le altre news

Credit: Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

 

NASCAR Sprint Cup Series News

Alcune opinioni sul cambio regolamentare di Talladega – Rodney Childers, crew chief della Toyota #00 del Michael Waltrip Racing, e Chad Johnston, crew chief della Toyota #56, sempre del MWR, hanno espresso la propria opinione sulle recenti modifiche regolamentari in vista della gara di Talladega, prospettando, se non la scomparsa, quanto meno la riduzione del tandem drafting. “Cambiando i restrictor plates andrà meglio” ha detto Childers. “Dovrebbe rendere il tutto più competitivo, consentendo di sorpassare, Se vogliono che i piloti non riescano a restare incollati così a lungo, dovrebbero ottenerlo. Probabilmente dopo un giro o mezzo giro dovranno staccarsi”. Johnston ha invece detto di aspettarsi comunque i tandem, ma con scambi più frequenti tra i due piloti, cosa che potrebbe risultare pericolosa, visto il numero delle vetture in pista. Per quanto riguarda i piloti, sia Ryan Newman che Jeff Gordon si sono detti convinti che le modifiche non metteranno fine al controverso stile di gara. Gordon in particolare ha detto di essere preoccupato per le implicazioni che il maggior numero di scambi potrebbe avere sulla sicurezza, pur sostenendo che potrebbe essere sufficiente, per il pilota che segue, sporgere maggiormente il muso rispetto alle fiancate di chi precede.

Read moreNASCAR – Cambia il marchio sulla Chevy di Earnhardt, Eddie Sharp acquista il materiale del KHI e le altre news

Sprint Cup – Tony Stewart parte col piede giusto, Kyle Busch e Jeff Gordon con l'handicap

Credit: Jonathan Daniel/Getty Images

Cosa abbiamo visto a Chicago

Fuel Mileage – Quest’anno sono in molti a storcere il naso di fronte alle tante gare risoltesi grazie al maggiore o minore consumo di benzina dei piloti e Chicago ha rispettato perfettamente il copione delle piste intermedie, con un run finale da 50 giri in bandiera verde. La distanza coincideva con un pieno di benzina un po’ stiracchiato e ne è uscita una manciata di giri, gli ultimi, in cui la classifica é cambiata alla velocità della luce. A farne le spese sono stati principalmente Jeff Gordon e Kyle Busch, mentre Jimmie Johnson é riuscito tutto sommato a limitare i danni. Kevin Harvick, Carl Edwards, Dale Earnhardt Jr., il duo Penske e soprattutto Tony Stewart hanno giocato invece a proprio vantaggio la carta del consumo. Non c’é stata supremazia, sotto questo punto di vista, da parte di una casa automobilistica o di un team, per cui sarà interessante notare come i piloti riusciranno ad adattare il proprio stile di guida ne caso si dovesse verificare un’altra situazione analoga, magari già a Kansas Speedway il prossimo 9 ottobre.

Read moreSprint Cup – Tony Stewart parte col piede giusto, Kyle Busch e Jeff Gordon con l'handicap

Sprint Cup – Tony Stewart consuma meno di tutti, la prima gara della Chase è sua!

Credit: Todd Warshaw/Getty Images for NASCAR

E’ stato un finale da brividi quello della GEICO 400, con tutti i piloti costretti a centellinare il carburante e Tony Stewart in prima posizione a contenere come può il rientro di un Kevin Harvick libero di spingere e in gran rimonta.

“Smoke” Stewart è riuscito a tagliare il traguardo con poco meno di un secondo di vantaggio sulla Chevrolet Impala #29, conquistando la prima vittoria del 2011, la 40esima in carriera, la terza sul Chicagoland Speedway, la nona in assoluto da owner, rilanciando prepotentemente le proprie ambizioni in campionato.

Read moreSprint Cup – Tony Stewart consuma meno di tutti, la prima gara della Chase è sua!

NASCAR – gli ultimi aggiornamenti sul futuro di Clint Bowyer, i dubbi sul calendario della Truck Series e le altre news

Jeff Zelevansky/Getty Images for NASCAR

Sprint Cup News

Ufficializzate le date di Richmond e Watkins Glen per il 2012 – Le due gare del Richmond International Raceway si svolgeranno il 28 aprile e l’ 8 settembre, mentre la Sprint Cup farà tappa al Watkins Glen International il 12 Agosto

Nessuna penalità per il Richard Childress Racing in seguito al “caso Menard” – Dopo le allusioni fatte da diversi piloti, soprattutto da Jeff Gordon, in merito al “provvidenziale” testacoda di Paul Menard nel finale della gara di Richmond, Mike Helton aveva annunciato che la NASCAR avrebbe aperto un’inchiesta ufficiale per appurare se il team RCR avesse orchestrato l’uscita di pista della Chevy #27 quando mancavano 15 giri alla bandiera a scacchi. Nonostante le comunicazioni radio in cui Menardchiedeva se c’era bisogno di una gialla, così come tutto il resto del dialogo con il crew chief Slugger Labbe fossero più che sospetti, nessuna azione disciplinare è stata presa dalla NASCAR. Molto probabilmente si è preferito, come è consuetudine dalle parti di Daytona, non intervenire su un risultato acquisito, ma mandare un messaggio a tutti i team perché fatti del genere non si ripetano e la competizione non degeneri, soprattutto in vista di una fase ricca di tensione come la Chase. La motivazione ufficiale per la mancata sanzione è che non ci sono prove per determinare con certezza che l’incidente sia stato volontario. Come si dice, parlare a nuora perché suocera intenda.

Read moreNASCAR – gli ultimi aggiornamenti sul futuro di Clint Bowyer, i dubbi sul calendario della Truck Series e le altre news

Truck Series – Austin Dillon cambia solo due gomme nel finale e soffia la vittoria ad Harvick

Credit: Todd Warshaw/Getty Images for NASCAR

Austin Dillon si è imposto nella Fast Five 225, 18esimo appuntamento della Camping World Truck Series, grazie ad un pit stop nel finale in cui ha cambiato soltanto due pneumatici per poi resistere molto bene al ritorno di Kevin Harvick, che aveva dominato la gara fino a quel momento.

Read moreTruck Series – Austin Dillon cambia solo due gomme nel finale e soffia la vittoria ad Harvick