WTCC, Marrakech, libere 2: volano le Chevrolet, tengono le Honda

Ormai sembra banale dirlo, ma in vetta c’è sempre lui, Yvan Muller con la sua Chevrolet Cruze. Il francese chiude al comando anche la seconda sessione di prove libere, abbassando di il suo tempo di oltre un secondo, arrivando a 1’44″991, che è anche il nuovo record della pista. Ben otto decimi sotto il primato …

Read moreWTCC, Marrakech, libere 2: volano le Chevrolet, tengono le Honda

WTCC, Marrakech, libere 1, duello Muller – Tarquini

Finalmente il sole! Su Marrakech splende un pallido sole dopo il diluvio di ieri ed è finalmente iniziata l’attività in pista. Nelle prime prove libere del mondiale turismo a svettare ancora una volta è stata la Cruze di Yvan Muller che con un 1:46.095 piazza nel finale la zampata decisiva. Nei 30 minuti a disposizione …

Read moreWTCC, Marrakech, libere 1, duello Muller – Tarquini

Superstars, Monza, libere 1: Morbidelli precede le Mercedes

La pista umida e le temperature basse hanno accolto l’esordio stagionale della Superstars sul tracciato di Monza. Nella prima sessione di prove libere a svettare è stata l’Audi RS5 di Gianni Morbidelli con un 2’04″332, a suo agio grazie anche alla trazione integrale. Il pesarese precede Gigi Ferrara, subito al top con al Mercedes Coupè …

Read moreSuperstars, Monza, libere 1: Morbidelli precede le Mercedes

Monza, Prove libere: L’analisi del passo.

La seconda sessione di prove libere del venerdi di Monza sembra proporre un confronto molto serrato,con ben sette piloti (nell’ordine: Vettel, Hamilton, Schumacher, Massa, Alonso, Webber e Button) e quattro vetture diverse (Red bull, McLaren, Mercedes e Ferrari) in meno di mezzo secondo.
In realtà scorrere la lista dei migliori tempi può, talvolta, non rendere completamente l’idea delle forze in campo,o addirittura dare una visione distorta.
Per un analisi un attimino più approfondita,allora, avvalendoci delle preziose informazioni rintracciabili su sito ufficiale della FIA, proviamo ad esaminare il presumibile passo-gara dei top team.
Nell’ultima fase della seconda sessione di prove libere del venerdi è d’abitudine per le squadre verificare il comportamento della vettura in condizioni-gara,quindi con molta benzina a bordo e con la mescola di gomme che si ritiene possa essere la scelta preponderante per la gara: in genere si tende a provare la mescola più morbida per verificarne la durata o può capitare che, all’interno di un team, un pilota provi le gomme soffici e l’altro le dure.
Queste prove sono ancora più indicative se,come oggi, sono svolte in quelle che, con ottima probabilità,sarannno le medesime condizioni di pista e di temperatura (e quindi di grip) che si incontreranno la domenica in gara.

Read moreMonza, Prove libere: L’analisi del passo.