NASCAR Sprint Cup Series: Video completo della TUMS Fast Relief 500

Vi segnaliamo il video integrale della TUMS Fast Relief 500, 33esima prova della NASCAR Sprint Cup Series, la settima della Chase For The Cup, disputatasi ieri al Martinsville Speedway sulla distanza di 500 giri dello storico ovale da 0.526 miglia della Virginia. Dalla pole position è partito Kasey Kahne, affiancato da Mark Martin.

Read moreNASCAR Sprint Cup Series: Video completo della TUMS Fast Relief 500

NASCAR Sprint Cup Series: Jimmie Johnson ottiene vittoria e testa della classifica a Martinsville

La TUMS Fast Relief 500, settima prova della Chase For The Cup 2012, è andata a Jimmie Johnson, che ha difeso il primo posto con le unghie e con i denti in una volata Che lo ha visto precedere Kyle Busch e Jeff Gordon.

Read moreNASCAR Sprint Cup Series: Jimmie Johnson ottiene vittoria e testa della classifica a Martinsville

NASCAR Camping World Truck Series: Video completo della Kroger 200

Vi segnaliamo il video completo della Kroger 200, 19esima delle 22 prove della NASCAR Camping World Truck Series 2012, disputatasi ieri al Martinsville Speedway sulla distanza di 200 giri dell’ovale a “graffetta” della Virginia. Dalla prima fila hanno preso il via Timothy Peters e Kevin Harvick.

Il video dopo il salto! 

Read moreNASCAR Camping World Truck Series: Video completo della Kroger 200

Jimmie Johnson in pole a Martinsville

Jimmie Johnson partirà davanti a tutti nella TUMS Fast Relief 500 a Martinsville

Jimmie Johnson in pole a Martinsville
Jimmie Johnson in pole a Martinsville. Credits: Getty Images for NASCAR

Jimmie Johnson si è aggiudicato un vantaggio importante nella corsa al titolo siglando la pole position nelle qualifiche per la TUMS Fast Relief 500 al Martinsville Speedway con un tempo di 19.402 secondi, pari a 97.598 miglia orarie di media.

Read moreJimmie Johnson partirà davanti a tutti nella TUMS Fast Relief 500 a Martinsville

La NASCAR scende in pista a Martinsville con Sprint Cup Series e Camping World Truck Series

Il terzultimo fine settimana della stagione NASCAR vede Sprint Cup Series e Camping World Truck Series scendere in pista a Martinsville per due gare ricche di insidie, che potrebbero segnare le sorti di entrambi i campionati. Nella notte tra sabato e domenica ci sarà anche il recupero della gara di Greenville della K&N Pro Series East, annullata il 3 settembre a causa del maltempo.

Read moreLa NASCAR scende in pista a Martinsville con Sprint Cup Series e Camping World Truck Series

Video Segnalazioni – Video integrale della Goody’s Fast Relief 500 di Martinsville

credits: Getty Images For NASCAR

E’ approdato su youtube il video integrale della splendida gara di Martinsville, sesta prova della Sprint Cup, disputatasi domenica sul breve tracciato della Virginia.

Trovate il video, per cui ringraziamo l’utente  di youtube, dopo il salto. Enjoy!

Read moreVideo Segnalazioni – Video integrale della Goody’s Fast Relief 500 di Martinsville

Sprint Cup – Quattro nomi su tutti a Martinsville: Jeff Gordon, Denny Hamlin, Tony Stewart e Jimmie Johnson

Credit: Jeff Zelevanksy/Getty Images for NASCAR

Martinsville, con le sue due date annuali, è una delle tappe storiche del calendario e sono in molti a pensare che, dopo la riconfigurazione di Bristol, sia l’unico posto dove assistere a gare veramente “old-school”, di quelle in cui per vincere, occorre farsi largo a gomitate.

Il CIRCUITO

Il Martinsville Speedway, con la sua lunghezza di appena 0,526 miglia, è il circuito più corto del calendario della Sprint Cup, nonché quello in servizio da più tempo: la prima gara sanzionata dalla NASCAR sull’ovale della Virginia si è disputata nel luglio del 1948, la prima ufficialmente inserita nel calendario di quella che oggi è la Sprint Cup è invece andata in scena il 25 settembre del 1949, su una distanza di poco superiore alle 100 miglia.

Read moreSprint Cup – Quattro nomi su tutti a Martinsville: Jeff Gordon, Denny Hamlin, Tony Stewart e Jimmie Johnson

Bristol Motor Speedway vs Martinsville Speedway? Battaglia tra “piccoli” giganti.

Photo by Justin Edmonds/Getty Images for NASCAR

Dopo i cambiamenti promessi da Bruton Smith, Presidente del Bristol Motor Speedway, entro la gara estiva di quest’anno, che si svolgerà ad agosto,  tutti si chiedono se lo Short Track del Tennessee tornerà come quello ante 2007 quando lo spettacolo era assicurato e il ‘bump and run‘ era uno stile di correre tipico del “World’s Fastest Half Mile”.  Negli ultimi giorni,  si è accesa una discussione riguardo quale sia, a tutt’oggi, lo short track predominante nella NASCAR.

Read moreBristol Motor Speedway vs Martinsville Speedway? Battaglia tra “piccoli” giganti.

Sprint Cup – Tony Stewart piazza la zampata nel finale e si aggiudica la TUMS Fast Relief 500

Credit: John Harrelson/Getty Images for NASCAR

Martinsville non ha tradito le aspettative e ci ha regalato una delle gare più emozionanti della stagione, ricca di colpi di scena e di colpi puri e semplici. A spuntarla è stato Tony Stewart, che ha compiuto un bellissimo sorpasso all’esterno ai danni di Jimmie Johnson in restart, quando mancavano 3 giri alla bandiera a scacchi.

Per Stewart si tratta della terza vittoria della stagione, la terza conquistata in questa Chase, la 42esima in carriera in 462 presenze.

Read moreSprint Cup – Tony Stewart piazza la zampata nel finale e si aggiudica la TUMS Fast Relief 500

Martinsville – Ancora Harvick sul filo di lana

Ormai Kevin Harvick potremmo ribattezzarlo “The Closer” o “Mr. Out of Nowhere”, perché ci ha decisamente preso gusto. Un solo giro in testa a Fontana, sei a Martinsville sempre al momento giusto. Il primo pluri-vincitore del 2011 è quindi il pilota del team di Richard Childress, che questa volta fulmina con un sorpasso perentorio a …

Read moreMartinsville – Ancora Harvick sul filo di lana

Raikkonen in nascar, Martin, Earnhardt, il contratto di Edwards e le anticipazioni da Martinsville

Ancora lui – la notizia della settimana è senza dubbio il futuro debutto di Kimi Raikkonen nelle serie NASCAR, previsto per il 20 Maggio a Charlotte nella Camping World Truck Series. A parte l’attenzione dei media europei che l’avventura del finlandese potrebbe portare, quello che ha fatto più scalpore negli States è stata la scelta …

Read moreRaikkonen in nascar, Martin, Earnhardt, il contratto di Edwards e le anticipazioni da Martinsville

Dolcetto, scherzetto o sportellata?

Scene di vita vissuta in Alabama

Arriva la  notte di Halloween e quest’anno negli usa arriva anche il pomeriggio più temuto da tutti i piloti della Sprint Cup: Talladega, secondo capitolo della coppia di gare di cui abbiamo parlato qui. Ci arriviamo da Martinsville con una situazione più incerta, dettata dalla vittoria di Hamlin, dal mezzo passo falso di Johnson e dalla buona prestazione di Harvick. Ci aspettano 500 miglia di rischi, tamponate e spettacolo.

Martinsville – i contendenti per la Chase

La classifica dopo la gara in Virginia appare decisamente ricompattata per quanto riguarda le prime tre posizioni, con Johnson che precede Hamlin di soli 6 punti e Harvick di 66. I due contenders hanno quindi ridotto lo svantaggio dal campione uscente su un tracciato dove la Chevy #48 ha vinto la bellezza di 6 volte.

Johnson è partito con un assetto ottimizzato per run corti, prevedendo una gara molto frammentata dalle bandiere gialle. Per la prima metà la previsione è stata azzeccata, poi lunghe sequenze in bandiera verde, con il californiano di El Cajon a pagare dazio. Il quinto posto non è male tutto sommato, visto che anche stavolta le soste ai box sono andate malissimo ( 7 posizioni perse e una guadagnata nei primi tre passaggi al pit, poi non ho più tenuto il conto) e soprattutto visto che ad un certo punto, a pressanti richieste di aggiustamenti da parte del pilota Knaus ha potuto rispondere solo “non ho niente che possa migliorare la situazione, ti toccherà arrangiarti”.

victory lane per Hamlin

Hamlin dal canto suo ha portato la Toyota di Joe Gibbs in victory lane per la settima volta quest’anno, la terza di fila a Martinsville, e ha sfoggiato un assetto magnifico sulla lunga distanza e più che buono sulla breve, oltre a freddezza e decisione nei sorpassi. Si avvicinano piste favorevoli e il più serio pretendente alla coppa sembra proprio lui. Molto scontento della vettura nelle prime fasi, si è gradualmente trovato meglio e ha finalizzato al meglio, dopo aver apertamente annunciato che avrebbe puntato a vincere.

Al Richard Childress Racing invece è stata giornata di chiaroscuri. Harvick ha guadagnato qualche punto su una pista tradizionalmente a lui sfavorevole, però è anche andato a stuzzicare il suo compagno Burton, tamponandolo bellamente per farsi largo in pista. Burton era visibilmente arrabbiato anche in conferenza stampa… e non escludo che alla lunga possa pensare a qualche ritorsione. La NASCAR quest’anno ha lasciato campo quasi libero ai piloti per autoregolamentarsi e devo dire che ne è uscita una stagione ricca di contrasti che non si vedono da tanto in europa. Chissà che non sia proprio un compagno di squadra a fare il danno più grosso ad Harvick!

Martinsville – gli altri

Non ci crederete, ma Dale Jr. ha fatto diversi giri in testa, e non per fortuna! Certo, nell’ultimo quarto di gara si è perso, non è riuscito ad adeguare la macchina alla pista e ha chiuso settimo, ma è pur sempre qualcosa per un pilota amatissimo che ormai iniziavo a chiamare “mr. twentieth-something” e i più cattivi addirittura avevano ribattezzato “Dale who?”. Aspettiamoci fuoco e fiamme a Talledega dal figlio dell’uomo di Kannapolis.

Read moreDolcetto, scherzetto o sportellata?

Aggrapparsi alle piccole cose

 

il mini-ovale di martinsville, foto da altavelocidad.iespana.es

 

Siamo al giro di boa della Chase for The Cup, alla vigilia di due gare agli antipodi dell’ovalità, entrambe fondamentali per le speranze dei rivali di Jimmie Johnson, che non possono fare altro che aggrapparsi ai piccoli problemi manifestati dal team della Chevy #48 in queste settimane. Johnson occupa la vetta della classifica di campionato con 41 punti su Danny Hamlin e 77 su Kevin Harvick. Tutti gli altri sono già oltre i 100 punti di distacco.

I problemi cui facevo accenno sono essenzialmente 3 e non hanno impedito al quattro volte campione (che non ha ancora un soprannome!!) di inanellare  un 25° posto in New Hampshire e poi un primo, un secondo e due terzi posti nella prim metà della Chase. E tenete presente che gli ultimi due risultati potevano anche essere vittorie senza bandiere gialle negli ultimi 30 giri.

Dicevo dei problemi che potrebbero farci sperare in un po’ di lotta al vertice… eccoli:

  1. La premiata ditta Knaus/Johnson ultimamente non riesce a centrare un assetto che sia uno in fase di practice, si ritrovano a stravolgere la macchina in corsa ogni volta. Sono bravissimi a farlo ma mica sempre si può fare con efficacia e tempestivamente, prima che succeda il patatrack o che il leader della corsa ti spedisca un giro sotto. Per esempio domenica a Charlotte Jimmie è incorso in un testacoda per l’eccessivo sovrasterzo della vettura ed è riuscito a non toccare niente e nessuno, ma mica sempre può andare bene….

    Read moreAggrapparsi alle piccole cose