Speciale F1 Weekly – Il gioco delle coppie, da Hamilton-Rosberg a Rossi-Stevens

Quali sono stati punti di forza e quali i nervi scoperti delle coppie di piloti che hanno affollato le griglie di partenza dei Gran Premi di Formula Uno nel corso del Mondiale 2015? Da Melbourne ad Abu Dhabi, in un susseguirsi di diciannove appuntamenti che con largo anticipo hanno incoronato Lewis Hamilton e la Mercedes per …

Read moreSpeciale F1 Weekly – Il gioco delle coppie, da Hamilton-Rosberg a Rossi-Stevens

F1, Le pagelle di Silverstone

Vettel: 8.5. Guadagna la prima fila con una qualifica in cui riversa grinta e qualità. Perde alcune posizioni nel corso del primo giro ritrovandosi quinto e la strategia non sembra aiutarlo. Ingaggia un bellissimo duello con Alonso riuscendo a prevalere sullo spagnolo. Una volta superata la Ferrari dimostra un ritmo nettamente superiore. Ricciardo: 9. Artiglia …

Read moreF1, Le pagelle di Silverstone

Le pagelle di Abu Dhabi

Vettel: 10. Webber gli soffia la pole: poco male, visto che prende il comando delle operazioni già alla prima curva senza lasciarlo più, neanche temporaneamente in occasione delle soste ai box. E questo la dice lunga sul suo dominio schiacciante. Eguaglia il record di 7 vittorie di fila di Schumacher e può raggiungere quello di Ascari (9 successi consecutivi non includendo la 500 miglia di Indianapolis) e ancora Schumacher (13 vittorie in una stagione).

Read moreLe pagelle di Abu Dhabi

Le pagelle dell’India

Vettel: 10 e lode. Per la pole,per la vittoria,per i sorpassi, per i “bomboloni”,per il(i) mondiale(i). Per la Storia. Webber: 8. Poteva completare la festa Red Bull dando ai blu una bella doppietta. L’alternatore non era d’accordo. Alonso: 4. L’esperienza non insegna niente.Primo perchè quest’anno chi aveva sacrificato la qualifica (Vettel in Cina, proprio Alonso …

Read moreLe pagelle dell’India

Le pagelle di Budapest

Vettel: 9. A mio avviso aveva il passo per vincere, purtroppo alcuni episodi hanno giocato a suo sfavore: l’aver perso la pole per pochi millesimi, l’essersi ritrovato alle spalle di Button e il danno all’ala anteriore riportato nel contatto con l’inglese. Nonostante queste contrarietà porta a casa un podio prezioso in ottica mondiale, anzi prova con caparbietà a superare anche Raikkonen.

Read moreLe pagelle di Budapest