AutoGP – Silverstone, Gara 2: Terza vittoria per Sato che allunga in campionato

A Silverstone, teatro del quarto round dell’Auto GP 2013, torna alla vittoria in gara 2-il leader di campionato Kimiya Sato. Il giapponese, al via dalla seconda linea, ha conquistato la leadership a discapito di Meindert van Buuren e Sergio Campana che partivano dalla prima fila. Il modenese ha mantenuto la piazza d’onore precedendo sul podio …

Read moreAutoGP – Silverstone, Gara 2: Terza vittoria per Sato che allunga in campionato

Galleria fotografica dalla Itaipava Sao Paulo Indy 300

Vi proponiamo una galleria delle migliori immagini dalla Itaipava Sao Paulo Indy 300 presented by Nestlé, quarta prova della IZOD IndyCar Series disputatasi ieri pomeriggio sulle strade di San Paolo del Brasile. Tutte le immagini sono scattate da INDYCAR [divider] [button color=”green” size=”medium” link=”http://motorsportrants.com/indycar-2/indycar-san-paolo-gara-ce-un-nuovo-sindaco-in-citta-trionfo-di-hinchcliffe-beffato-sato-allultima-curva/” target=”blank” ]Leggi il report della gara[/button] [follow id=”Papix27″ size=”large” count=”true” ]

AutoGP – Budapest, Gara 2: prima affermazione per Vittorio Ghirelli

Si è concluso nel nome di Vittorio Ghirelli il weekend di Budapest, con il pilota romano della Super Nova International che ha conquistato la vittoria in rimonta, affermando così la superiorità dimostrata in tutti i turni di prove. Al via della corsa, Narain Karthikeyan (Zele Racing) ha mantenuto la leadership nei confronti della coppia MP …

Read moreAutoGP – Budapest, Gara 2: prima affermazione per Vittorio Ghirelli

AutoGP – Budapest, Gara 1: Kimiya Sato (Euronova Racing) conquista la vittoria

Kimiya Sato si è aggiudicato la vittoria al termine di gara-1 sul circuito di Hungaroring, teatro del terzo appuntamento della stagione 2013 Auto GP. Il giapponese di Euronova Racing aveva preso il via dalla terza piazzola in griglia, ma già alla prima curva è transitato al comando della corsa precedendo Vittorio Ghirelli (Super Nova International) …

Read moreAutoGP – Budapest, Gara 1: Kimiya Sato (Euronova Racing) conquista la vittoria

AutoGP – Budapest, Qualifiche: Ghirelli mattatore, Kiss bene sul circuito di casa

L’Hungaroring si appresta a diventare il Ghirelliring, tanta è stata la supremazia del pilota Super Nova sul circuito che sorge alle porte di Budapest. Il velocissimo pilota di Fasano ha comandato i test ufficiali di venerdì e si è ripetuto in mattinata facendo sue anche le due sessioni di prove libere. Con l’ottimo riferimento cronometrico …

Read moreAutoGP – Budapest, Qualifiche: Ghirelli mattatore, Kiss bene sul circuito di casa

AutoGP – Spostato al Mugello il quinto round stagionale

Sarà il circuito toscano del Mugello ad accogliere il 13 e 14 Luglio la 5a tappa della AutoGP World Series 2013 originariamente programmata sul circuito olandese di Zandvoort. Le fonti ufficiali parlano di una concomitanza temporale con il GP di Germania di Formula 1 e GP2 che di conseguenza potrebbe portare ad una defezione di …

Read moreAutoGP – Spostato al Mugello il quinto round stagionale

AutoGP – Marrakech, Day 1: Sergio Campana conquista la pole, Karthikeyan in prima fila

Pole position per Sergio Campana (Ibiza Racing Team) al termine della sessione di qualifica sulla pista cittadina di Marrakech, teatro del secondo appuntamento del campionato Auto GP 2013. Sia per Sergio che per Ibiza Racing Team, si tratta della prima pole in Auto GP. Il modenese, vincitore a Monza in gara-1, e soprattutto trionfante proprio …

Read moreAutoGP – Marrakech, Day 1: Sergio Campana conquista la pole, Karthikeyan in prima fila

Galleria fotografica del Honda Grand Prix of St.Petersburg

Vi proponiamo una galleria delle migliori immagini dal Honda Grand Prix of St.Petersburng, prima prova della IZOD IndyCar Series, disputatasi ieri pomeriggio sul circuito cittadino di St.Petersburg, Florida Tutte le immagini sono scattate da Shawn Gritzmacher, Chris Jones e John Cote per INDYCAR   [button color=”red” size=”small” link=”http://motorsportrants.com/indycar-2/indycar-st-petersburg-gara-habemus-sindaco-simona-de-silevstro-dalle-stelle-alla-sesta-piazza-nel-finale/” target=”blank” ]Leggi il report della gara[/button]

AutoGP – Monza, Gara 2: Tutto facile per Sato sotto il diluvio, primo podio per Bacheta

Vittoria meritatissima per il pilota giapponese Kimiya Sato, un vero maestro nel diluvio di Monza, trasformata letteralmente in una piscina olimpionica a causa del temporale che sta investendo tutto il nord-Italia. Il talento del team Euronova ha condotto una gara esemplare, inanellando giri a ritmi insostenibili per gli altri, che nel frattempo si perdevano nella …

Read moreAutoGP – Monza, Gara 2: Tutto facile per Sato sotto il diluvio, primo podio per Bacheta

Indy 500: La cronaca e le statistiche.

Fa’ molto caldo ad Indianapolis, la temperatura si alza ben oltre i 30 gradi.
Pre-gara come al solito coinvolgente con la presentazione dei piloti, l’inno, il ricordo dei militari caduti (siamo nel Memorial Day). Quest’anno non c’è Jim Nabors ad interpretare dal vivo “Back Home again in Indiana”:il cantante è malato e viene diffusa una registrazione.
Brian Herta guida la monoposto di Dan Wheldon per un giro d’onore come tributo per lo sfortunato pilota inglese.
Allineamento quasi perfetto delle 11 file da tre: bandiera verde e il poleman Briscoe prende la testa della corsa.

Read moreIndy 500: La cronaca e le statistiche.

Indy 500, La terza corona di Franchitti.

Dario Franchitti si impone per la terza volta nella 500 miglia di Indianapolis.
Il pilota scozzese, campione Indycar in carica, ha vinto dopo una grande rimonta: in occasione della prima tornata di pit stop era stato tamponato in corsia box da Viso ed era precipitato in fondo al gruppo.
Ma con pazienza, classe e grande velocità Franchitti ha recuperato il gruppo di testa, riproponendosi in lotta per la vittoria.

Read moreIndy 500, La terza corona di Franchitti.

IndyCar, San Paolo: Triplete di Power.

Will Power completa a San Paolo il suo personalissimo triplete: vince per il terzo anno consecutivo in Brasile,si aggiudica l’hat trick del punteggio (pole,vittoria e maggior numero di giri in testa) e porta a casa il terzo successo di fila di questo 2012 che gli permette di consolidare la leadership in campionato (+45 sul team mate Castroneves) e di prolungare la striscia vincente di Penske e Chevrolet (4 vittorie su 4 in questa stagione).

Read moreIndyCar, San Paolo: Triplete di Power.

IndyCar, San Paolo qualifica: Pole di Power.

Will Power ha conquistato la pole della São Paulo Indy 300, quarto appuntamento stagionale del campionato IndyCar. Continua dunque il dominio del team Penske e dei motori Chevrolet, che finora hanno conquistato 4 pole su 4 e 3 vittorie su 3.
Vedremo se qualcuno sarà in grado di spezzare questo monopolio, a partire magari dal duo del team Ganassi Franchitti-Dixon, che si sono piazzati alle spalle di Power (Dario,in particolare, è sembrato rivitalizzato chiudendo a soli 4 centesimi dal poleman). Completano la fast six Hinchcliffe (sempre presente tra i primi sei in qualifica quest’anno), Hunter-Reay e Justin Wilson.

Read moreIndyCar, San Paolo qualifica: Pole di Power.

IndyCar, Long Beach gara: Power di un soffio!

Per un pelo! Will Power trionfa a Long Beach portando a casa la seconda vittoria consecutiva, che lo proietta in testa al campionato.
Un successo maturato in un finale thrilling nel quale l’australiano, costretto a risparmiare carburante per arrivare fino in fondo senza effettuare ulteriori soste, è riuscito a precedere di un soffio un Simon Pagenaud in fortissima rimonta.
Il francese, autore di una diversa strategia, viaggiando con gomme nuove e soprattutto potendo spingere a tutta non avendo problemi di consumo, negli ultimi giri aveva recuperato un distacco superiore ai 14 secondi ed era giunto ormai in scia al leader della gara. Un solo giro in più e lo avrebbe sicuramente superato, sia perchè la differenza di passo era notevole, sia perchè ormai Power era veramente al limite con il carburante.
Non si tratta però di una questione (solo) di buona sorte: Power ha guidato benissimo, rimontando dalla dodicesima posizione in griglia (dovuta alla penalizzazione che ha riguardato tutti i motorizzati Chevrolet),ha compiuto ottimi sorpassi e ha tenuto un ritmo importante anche nelle fasi in cui era in modalità “save fuel”, riuscendo a gestire il carburante meglio di piloti che avevano rifornito dopo di lui.
In questo và dato merito anche al motore Chevrolet, che in gara si è presa una bella rivincita dopo il brutto colpo dei problemi di affidabilità che avevano comportato la sostituzione di tutti i propulsori con conseguente arretramento in griglia.
Chevrolet in tre gare ha ottenuto tre pole, tre vittorie e tre giri più veloci : in questa statistica a farla da padrone è il team Penske, che finora ha monopolizzato le pole e le vittorie.
Smacco per la Honda: non è riuscita a vincere neanche qui. Eppure i suoi piloti occupavano le prime 9 posizioni in griglia per effetto delle penalizzazioni.

Read moreIndyCar, Long Beach gara: Power di un soffio!

IndyCar, Long Beach libere 1 e 2: Andretti l’uomo della pioggia.

Venerdi’ di prove libere disturbato dalla pioggia a Long Beach: nella seconda sessione le condizioni erano cosi’ proibitive che solo Franchitti e Dixon sono scesi in pista. Peraltro lo scozzese si è limitato a svolgere solo un installation lap, mentre il suo compagno di squadra non è riuscito a completare neppure quello essendo finito a muro a causa di un aquaplaning (Dixon ha dichiarato che in quel momento era appena in terza marcia, a conferma delle condizioni veramente precarie del circuito).
Migliore, invece, la situazione nella prima sessione con pista prima bagnata e poi in via di miglioramento: il più veloce è stato Marco Andretti, il primo a montare le slick. I tempi sono risultati comunque molto lontani dai riferimenti ideali con pista completamente asciutta.

Read moreIndyCar, Long Beach libere 1 e 2: Andretti l’uomo della pioggia.

IndyCar, Barber: La rinvincita di Power.

Power si riscatta. A St. Petersburg aveva ottenuto la pole e dominato la prima parte della gara, poi un piccolo errore e una strategia non particolarmente azzeccata lo avevano relegato al settimo posto finale.
In Alabama aveva iniziato forte il week end dominando la prima sessione di libere (l’unica sull’asciutto), poi gli era stato cancellato il miglior tempo nel secondo segmento delle qualifiche (perchè ottenuto in regime di bandiere gialle) col risultato di essere costretto a partire nono.
Insomma non proprio un inizio fortunato di stagione. E invece Power ha reagito alla grande in gara, cogliendo il suo secondo successo consecutivo a Barber con un mix di strategia (legata all’uso delle gomme), di velocità e di opportunismo (leggi capacità di approfittare dei problemi altrui nei rispettivi pit stop).

Read moreIndyCar, Barber: La rinvincita di Power.

IndyCar, Barber libere 2: Sato coglie l’attimo.

La pioggia ha condizionato la seconda sessione di libere dell’Honda Indy Grand Prix of Alabama spingendo i piloti a girare poco o a non scendere affatto in pista (tra questi anche quelli del team Penske), visto che per il resto del fine settimana si prevedono meteo favorevole e asfalto asciutto.
Tra i piloti che hanno comunque deciso di cimentarsi in pista, il più veloce è risultato Takuma Sato, che ha percorso appena 3 giri, ma ha azzeccato il momento giusto dato che successivamente è aumentata l’intensità della pioggia.

Read moreIndyCar, Barber libere 2: Sato coglie l’attimo.

IndyCar, Barber libere 1: Power traccia la rotta.

La nazionalità australiana non è l’unica cosa che li lega. Casey Stoner e Will Power hanno (almeno) un’altra caratteristica in comune: l’uno in MotoGp, l’altro in IndyCar (quando non si corre sugli ovali) sono i piloti più dotati dal punto di vista della velocità pura, ossia la capacità di andare subito forte, più forte degli altri non appena scendono in pista, o meglio ancora l’abilità di trovare immediatamente il limite. Poi magari nel corso del week end o in gara gli altri riescono piano piano ad avvicinarsi o anche a fare meglio, lavorando sull’assetto, sul passo oppure attraverso la strategia o una migliore gestione delle gomme, ma questa loro attitudine li rende a modo loro speciali.
La prima sessione di libere di Barber ha confermato questo schema ormai consolidato, infatti in vetta alla classifica troviamo proprio Power, che precede il compagno di squadra (e vincitore di St. Petersburg) Castroneves di 2 decimi, un distacco che può sembrare ridotto, ma che assume un’altra portata se pensiamo che la pista è lunga meno di 4 Km, che il giro si percorre in poco più di 70 secondi e che,escluso Power, abbiamo 17 piloti racchiusi in un secondo.

Read moreIndyCar, Barber libere 1: Power traccia la rotta.