BTCC: a Donington doppietta MG e la prima (spettacolare) vittoria della Civic Tourer

IMG_3651

Si è tenuto nel weekend appena trascorso il secondo appuntamento stagionale del BTCC sul circuito di Donington Park, utilizzato nella configurazione National. Vediamo cosa è successo nelle qualifiche e nelle 3 gare domenicali.

[divider]
[space height=20]

Qualifiche

La pole position, nelle qualifiche del sabato, se la è aggiudicata Jason Plato con la sua MG6 GT, facendo segnare tra l’altro il nuovo record del circuito per le vetture del BTCC. Seconda posizione per la Civic Tourer di Gordon Shedden, che ha preceduto la seconda MG di Sam Tordoff. Quarta la BMW di Colin Turkington, davanti alle Volkswagen BMR che si sono accaparrati la terza fila, con Aron Smith davanti ad Alain Menu. Solamente quarta fila per il campione 2013 Andrew Jordan, che ha preceduto la Vauxall Insigna di Jack Goff, mentre è andata anche peggio a Matt Neal, che con la seconda Civic Tourer non è andato oltre il nono tempo, con la terza MG di Marc Hynes a chiudere la Top10. Di poco fuori dalla Top10 con l’undicesimo tempo il nostro Fabrizio Giovanardi.

Classifica completa qualifiche

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara 1

In una gara svoltasi su asfalto bagnato, ad uscirne vincitrici sono state le MG di Plato e Tordoff, giunti nell’ordine al traguardo con un vantaggio sugli altri di ben 6 secondi. Sul terzo gradino del podio Andrew Jordan, seguito dalle 2 BMW di Turkington e Rob Collard, la Civic Tourer di Shedden, la Focus di “Piedone” Giovanardi, la seconda Civic Tourer di Neal, la Volkswagen di Smith e la Toyota Avensis di Tom Ingram a chiudere la Top 10. La gara in generale non ha offerto molti spunti interessanti, con le MG ad involarsi verso la vittoria dalla partenza, pochi contatti spettacolari ed un solo incidente alla Old Hairpin in cui sono rimasto coinvolti Hunter Abbott e Warren Scott, entrambi ritirati.

Classifica completa Gara 1

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara 2

Decisamente più interessante la seconda gara del giorno, che nonostante abbia visto la seconda doppietta MG, stavolta con Tordoff davanti a Plato, ha offerto molto spettacolo con addirittura 2 ingressi della safety car. Il primo ingresso è stato causato dalla spettacolare uscita di pista di Alain Menu, che uscendo largo dalla Old Hairpin finisce in testacoda per poi trovarsi ad attraversare completamente il tracciato, per fortuna senza scontrarsi con altre vetture. Il secondo intervento della safety car si è invece reso necessario a causa della carambola innescata da Rob Austin e Chris Stockton che, in battaglia con Jack Clarke, si toccano e finiscono in testacoda. Per evitarli, l’americano Robb Holland finisce però col centrare James Cole, finendo entrambi a muro alla Hollywood. Nel giro in cui sarebbe dovuta rientrare la safety car in pit-lane, la Proton di Ollie Jackson si ferma all’uscita dell’ultima chicane, forzando la vettura di sicurezza a rimanere un ulteriore giro in pista. Come dicevamo quindi, seconda doppietta MG, davanti ad una tripletta di Honda con Shedden, Jordan e Neal, Turkington, la Focus di Mat Jackson, Smith, Dave Newsham ed Ingram a chiudere la Top10, con Fabrizio Giovanardi dodicesimo.

Classifica completa Gara 2

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara 3

L’ultima gara della giornata si è rivelata certamente la più esaltante e movimentata. La gara si è decisa all’ultima chicane dell’ultimo giro quando Turkington, che aveva comandato la gara dallo start fino a quel punto, si è visto infilare all’esterno da Shedden. Nel tentativo di contenere l’attacco, il pilota nord-irlandese allarga la traiettoria nella seconda parte della chicane tagliandola insieme a Shedden, senza però riuscire a rimanere davanti a quest’ultimo. Nonostante l’appello sporto nel post-gara dal West Surrey Racing (il team che gestisce le BMW eBay Motors), la vittoria viene assegnata quindi a “Flash”, che porta alla prima vittoria la Civic Tourer. Completa il podio la vettura gemella di Neal, che chiude davanti a Mat Jackson (alla migliore prestazione stagionale per Airwaves Racing), Jordan, Plato (che avuto un calo nel finale dopo esser rimasto per una buona parte di gara al secondo posto), Collard, Nick Foster, Menu ed Adam Morgan che chiude la Top10 con la Mercedes Classe A. Quindicesimo al traguardo ma poi penalizzato e quindi retrocesso al ventiduesimo posto Fabrizio Giovanardi, che nel corso del primo giro, con safety car in pista a causa delle uscite di Aiden Moffat e Marc Hynes, alla staccata dell’ultima chicane arriva lungo centrando Smith che finisce contro la Avensis di Ingram. Ancora peggio è andata a quest’ultimo, escluso dalla classifica di Gara 3 per aver volato fuori pista la Audi A4 di Rob Austin al dodicesimo giro, con quest’ultimo costretto poi a tornare ai box e ritirarsi.

Classifica completa Gara 3

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

La classifica piloti vede, dopo 6 gare, Andrew Jordan e Jason Plato appaiati in testa con 87 punti, Gordon Shedden terzo con 86, Colin Turkington quarto con 84 e Matt Neal quinto con 79. “Piedone” è al momento al tredicesimo posto con 22 punti.

Classifica piloti
Classifica costruttori
Classifica team

[divider]
[space height=20]

Prossimo appuntamento, il weekend del 3 e 4 Maggio sul circuito di Thruxton.