BTCC: Plato fa doppietta e si riavvicina a Turkington

Plato_06

Penultima tappa del British Touring Car Championship 2014, sul circuito di Silverstone in configurazione National. Grazie ad un circuito non congeniale alle BMW ed alla zavorra massima installata sull’auto di Colin Turkington, Jason Plato agguanta la vittoria nelle prime 2 gare domenicali, riducendo seppur di poco (Turkington in gara gli è subito dietro) il distacco dal capoclassifica.

[divider]
[space height=20]

Qualifiche

Già dal sabato si era capito che Jason Plato avrebbe fatto di tutto per mantenere vive le speranze per la sua corsa al titolo. Plato infatti ha acchiappato la pole, precedendo di meno di 7 centesimi il rivale Turkington ed il compagno di squadra Sam Tordoff. Complice un tracciato molto corto, con un tempo di percorrenza di 58 secondi e mezzo, le qualifiche hanno mostrato la griglia con i distacchi più ridotti di tutto il campionato, con i primi 10 racchusi in meno di 4 decimi ed i primi 23 piloti racchiusi entro il secondo di distacco. Proprio a causa di una qualifica così tirata, alcuni dei nomi importanti del campionato si sono ritrovati a chiudere in posizioni in cui non si è soliti trovarli. Andrew Jordan ha infatti comandato un trenino di ben 4 ex-campioni, siglando il sedicesimo tempo, seguito da Gordon Shedden diciassettesimo, Matt Neal diciottesimo e Fabrizio Giovanardi diciannovesimo. Il distacco di questo quartetto dalla pole è contenuto tra i 5 decimi ed i 6 decimi e mezzo. Unico pilota senza tempo delle qualifiche Dave Newsham, che nel giro di uscita dai box, complici le gomme fredde, è andato a sbattare contro le barriere, riuscendo comunque a rientrare ai box ma senza poi poterne riuscire per compiere un giro cronometrato.

Classifica completa qualifiche

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara 1 / Gara 2

Come già detto in precedenza, Jason Plato ha fatto sue le prime 2 gare della domenica, precedendo in entrambi i casi Colin Turkington ed andando quindi a limare qualcosa nella classifica di campionato. Nella prima gara a completare il podio è stato Mat Jackson, che ha chiuso la gara con  2 secondi di vantaggio su Sam Tordoff, che ha a sua volta preceduto il duo VW Alain Menu ed Aron Smith. Più staccati Rob Collard, Marc Hynes, Rob Austin ed Andrew Jordan, mentre Fabrizio Giovanardi fa marcare un +7 rispetto alla qualifica chiudendo al dodicesimo posto. Male le Civic Tourer, con Gordon Shedden quattordicesimo e Matt Neal ventunesimo, penalizzato con un drive-through per aver oltrepassato il limite della pista. Stessa sorte (penalizzazione con drive-through) anche per Dave Newsham, che ha poi chiuso la gara al ventiduesimo posto.

Nella seconda gara, conclusa ad un giro dalla fine con bandiera rossa per l’incidente che ha visto protagonista Rob Collard, insieme a Plato e Turkington è salito sul podio Alain Menu che ha preceduto un Mat Jackson in ottima forma a Silverstone. Dietro di lui hanno chiuso Aron Smith, Sam Tordoff, Fabrizio Giovanardi (che in questa seconda gara ha guadagnato altre 5 posizioni), Andrew Jordan, Warren Scott e Jack Clarke, che porta quindi anche la terza Focus di Motorbase in Top 10 con la sua miglior prestazione stagionale. Proprio Clarke è stato, involontariamente, la causa scatenante dell’incidente di Collard. Finito in testacoda a causa di un contatto con Shedden, nel riprendere la normale direzione di marcia entra in contatto con la posteriore sinistra della BMW di Collard. Meglio di qualsiasi parola, ecco il video a spiegare (sia da fuori che dall’interno dell’abitacolo di Collard) la dinamica dell’incidente.

Classifica completa Gara 1
Classifica completa Gara 2

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara 3

A partire dalla pole nell’ultima gara della giornata è stato Fabrizio Giovanardi, fortunato quando il compagno di squadra Jack Clarke ha estratto il numero 7, indicando quindi l’inversione delle prime 7 posizioni di Gara 2 per comporre la griglia di Gara 3. Dramma prima ancora del via, quando al momento di lasciare la griglia la MG6 di Sam Tordoff rimane ferma in una nuova di fumo bianco. Motore KO e quindi addio alle possibilità di giocarsi la vittoria, lasciando “Piedone” da solo in prima fila. La leadership di Fabrizio è durata però meno di un giro, fino a quando a Luffield è stato sorpassato dal compagno di squadra, poco prima dell’ingresso della Safety Car a causa dell’incidente tra James Cole e Robb Holland. Al settimo giro poi Giovanardi deve arrendersi anche alla Volkswagen di Aron Smith, prima di esser centrato alla curva Becketts dal capoclassifica Turkington, a sua volta spinto da Plato. Mezzo testacoda per Fabrizio, che riesce velocemente a riprendere la gara, costretto però ad abbandonare i sogni di podio e chiudendo undicesimo. A festeggiare sul podio andranno invece il compagno di squadra Mat Jackson (primo), Aron Smith (secondo) e Colin Turkington, che giungendo davanti a Jason Plato riesce a riprendersi qualche punto in più di vantaggio.

Classifica completa Gara 3

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Dopo 9 dei 10 appuntamenti della stagione, Colin Turkington (417) comanda ancora la classifica con 50 punti di vantaggio su Jason Plato (367) e 100 su Gordon Shedden (317), con quest’ultimo ormai tagliato fuori dalla lotta per il titolo. Quarto posto per Mat Jackson (283), che precede di soli 4 punti il campione 2013 Andrew Jordan (279), mentre Rob Collard è sesto a quota 251. Settimi a pari punti (207) Sam Tordoff e Matt Neal, con la coppia VW Aron Smith (176) ed Alain Menu (173) a chiudere la Top 10. Dodicesimo Fabrizio Giovanardi, a quota 126.

Classifica completa piloti
Classifica completa costruttori
Classifica completa team

[divider]
[space height=20]

La stagione affronterà nel weekend 11-12 Ottobre un finale che si prospetta scoppiettante, con Turkington e Plato gli unici 2 che possono ancora puntare il titolo. Sul circuito GP di Brands Hatch andrà in scena quindi un finale BTCC mozzafiato.