Side by side – Il blog di Fabrizio Giovanardi su MotorsportRants!

Con questa prima puntata, accogliamo sulle nostre colonne Fabrizio Giovanardi! Il top gun delle vetture turismo dal palmares infinito ci terrà compagnia per tutto l’anno, raccontandoci gioie e dolori dal BTCC!

[divider scroll_text=”Parola a Piedone!”]

Airwaves Racing 2014 Driver announcement

Un buongiorno a tutti voi! Quando i ragazzi di MotorsportRants mi hanno chiesto di raccontarvi live il mio BTCC non ho saputo dirgli di no, e così eccomi qua, a raccontarvi il pazzo campionato turismo inglese sentito dalle mie portiere e…modellato dai miei paraurti!

Sono passati cinque anni dalla mia ultima apparizione in Inghilterra, ma in tutto questo tempo ho sempre trovato il modo di tenermi allenato! Le corse fanno parte del mio DNA, non posso farne a meno. Così nel frattempo mi sono tenuto impegnato con qualche gara in Superstats, alla 24h del ‘Ring ed ho portato a casa anche la vittoria nella Coppa Europa del 2011! Non ci riesco proprio a stare fermo!

Sono felicissimo di aver trovato un sedile nel BTCC, un campionato in cui conservo alcuni ottimi ricordi e che avevo lasciato con due vittorie nel 2010! Da allora certo le cose sono cambiate parecchio! Non ho più l’Astra ma una Focus dell’ Airwaves Racing, ma sopratutto è cambiato radicalmente il regolamento tecnico. Queste nuove vetture sono completamente diverse dalle turismo che avevo guidato fino ad ora, praticamente posso anche cestinare tutti i miei riferimenti e sensazioni accumulate in tanti anni di carriera.

Si riparte con un bel reset mentale e tecnico, abbiamo fatto qualche sessione in pista prima del via della stagione, ma il tempo in Inghilterra è quello che è ed abbiamo provato sempre col bagnato e col freddo. Non esattamente il massimo. Brands Hacht è stata per noi praticamente il nostro primo vero test, abbiamo capito alcune cose e ora dobbiamo trovare il modo di porvi rimedio.

Il week end non è stato esattamente il massimo. Visti i risultati, un pò sono ovviamente scontento, non perchè mi aspettavo qualcosa di più, ma perchè avevamo la macchina per fare molto di più! Nelle gare ci possono essere difficoltà oggettive, magari il pilota o la macchina che non digerisce il tracciato, e difficoltà tecniche. Noi abbiamo sofferto tanto queste ultime, qualcuno la chiamerebbe sfiga, io non ci credo. Non esiste la sfiga, esiste il lavoro per fare in modo che alcune cose non succedano. Certo che però…

Giovanardi4

Purtroppo è la prima gara e, come dicevo prima, è stata praticamente il nostro primo vero test in pista. Sono successe tante cose che da fuori magari non si sono viste o non sono trapelate. Così la gente si fa un’idea sbagliata: hanno detto che sono vecchio, sono stato troppo tempo fuori e ora non ho più certe capacità e certe sensazioni…. Non credo di essermi rincoglionito, ascoltando certe cose posso solo farmi una risata. So quanto posso ancora valere e il perchè di un fine settimana andato male. Come dite voi? #MaiNaGioia! Ma la stagione è lunga, ve ne accorgerete…

Abbiamo iniziato con un problema al motore in qualifica, perdeva colpi e così mi sono mancati quei 3\4 decimi che in una pista corta come Brands Indy vuol dire perdere 15 posizioni!!! Qui quando parti dietro è tragica, è un toboga, non si passa e grandi cose poi in gara non te le puoi inventare.

1899685_10152120407568264_294925548_oIn gara i miei tempi erano buoni, ho girato come i primi (non male per un vecchio rincoglionito….), ho corso bene e quando ho potuto ho tenuto il passo, ma partendo dietro… Purtroppo per i miracoli ci stiamo ancora attrezzando! Fate conto che solo alla prima curva, tra il primo e il 18°, ci sono 18 secondi di distacco! E quando il gap lo misuri in decimi, non hai molte chance se non sperare nella catastrofe! Che ovviamente non è avvenuta! Nelle tre gare non è successo praticamente niente, incredibile! Mai visto una roba così in vita mia. Magari era solo la prima gara e stavano tutti attenti…

Per gara 1 avevamo risolto i problemi al motore, la macchina andava bene e ho recuperato qualche posizione. A sei giri dalla fine ha cominciato a sgonfiarsi l’anteriore sinistra. Una foratura lenta, non ho potuto più attaccare, ma non sarei andato molto lontano, a dir la verità. Per fortuna le posizioni erano ormai consolidate, quindi sono rimasto li dov’ero!

La seconda gara è stata forse la migliore delle 3. Sono partito 14° e arrivato 9. 9 posizioni guadagnate rispetto alla qualifica! Tra l’altro nono vuol dire Top 10 e la possibilità, con un pò di culo, di partire avanti in gara 3! Nel BTCC, infatti, la griglia di gara 3 è decisa dall’inversione dei primi 6\7\8\9\10. Un pilota scelto a caso estrae da un’urna un numero e, a seconda di quello che esce, si decide se invertire i primi 6, i primi 7 ecc. Ero nono, potevo partire secondo o magari primo se fosse uscito il 9 o il 10….

1015989_10152139716807917_556330970_oLa dea bendata ha deciso che dovessi essere proprio io a pescare la biglia fortunata! Ovviamente è uscito il 6, così nono ero e nono sono rimasto… Vabbè. Pronti, via, gara 3! Con una bella partenza mi piazzo quinto alla prima curva, ero subito dietro Jordan, quello che ora è in testa al campionato! Abbiamo fatto la prima attaccati, lui l’ha presa piano, io dietro ho rallentato ma a metà curva mi sono trovato quasi girato e non ho capito che è successo! Non ho sentito nessun colpo, però la posteriore destra aveva un segno bianco. Magari c’era una macchina era all’interno e mi ha sfiorato. Non so, non sono ancora riuscito a vedere i video delle gare. Resta che ho fatto tutta la discesa di traverso ed ho evitato di un niente il muro. Purtroppo eravamo in partenza, mi hanno sfilato tutti e sono ripartito 30esimo e pure staccato!! Ho recuperato fino al 17° posto, credo onestamente che a Brands Hacht di più non si possa fare. Ne ho passati tanti, ma non potevo fare di più. Non puoi recuperare un secondo al giro su una pista dove i distacchi li segni col decimo.

La macchina ha ancora bisogno di essere ancora messa a posto, abbiamo scoperto alcune cose che dobbiamo sistemare per Donington. Il nostro problema più grande per ora è in qualifica: non riusciamo a sfruttare le gomme nuove per fare il tempo. Abbiamo un problema di equilibrio generale. Però potenzialmente in campionato potrei star con i migliori. Alla fine sono sempre gli stessi che stanno davanti e non vedo perchè non potrei starci anche io. Se Plato, Neal, Jordan, Sheddan sono li non è perchè sono dei maghi, dobbiamo analizzare i nostri problemi e porvi rimedio. Possiamo e dobbiamo farcela!

La prossima gara è vicina, il 18 aprile a Donington!

l_fabrizio_giovanardi_02_f1