DTM: seconda gara sotto il diluvio e seconda vittoria Mercedes

1468662_10152542376251151_7532299828618848808_n

Il campionato tedesco DTM è tornato in pista questo fine settimana con l’appuntamento sull’unico circuito cittadino del calendario: Norisring, 2.3km di asfalto contrornato da muretti e con una sede stradale ben più larga di quanto ci hanno solitamente abituato i cittadini. Vediamo cosa è successo questo weekend.

[divider]
[space height=20]

Qualifiche

Già dalle qualifiche del sabato si era capito che questo sarebbe stato un fine settimana che avrebbe sorriso alla Mercedes. Da una parte la stella a 3 punte ha silenziosamente lavorato nelle ultime 4 settimane per rendere più competitiva la classe C, dall’altra questa rinascita è stata anche un po’ favorita dalla natura del circuito (breve, con 2 tornanti ed una chicane a spezzare il rettilineo opposto a quello di partenza) e dal peso extra attribuito alle avversarie Audi e BMW per compensare le prestazioni. Il risultato di questi 3 fattori è stata la pole di Robert Wickens (già pilota più veloce nelle seconde libere), che ha preceduto Paul di Resta, formando una prima fila interamente Mercedes. Seconda fila per Jamie Green e Pascal Wehrlein, terza per Gary Paffett ed il vincitore di Oschersleben Christian Vietoris e quarta per Mattias Ekstrom e Marco Wittmann. Unici piloti Mercedes fuori dalla Q3 sono stati Daniel Juncadella (diciassettesimo) e Vitaly Petrov (ventitreesimo), mentre Edoardo Mortara, unico italiano in campionato, ha chiuso solamente al ventesimo posto, salutando la compagnia già dopo la Q1.

Classifica completa qualifiche

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara

Il pilota canadese è poi riuscito a convertire la pole nella sua seconda vittoria in carriera letteralmente dominando la gara, accorciata di un giro per sopraggiunti limiti di tempo. Avremmo potuto assistere ad una doppietta Mercedes, ma Christian Vietoris ha visto sfumare un possibile podio al settantacinquesimo giro, quando l’anteriore destra della sua classe C, dopo il secondo pit-stop, ha perso il dado di fissaggio rendendo la vettura instabile ed impedendo al pilota un rientro al box. Dietro a Wickens quindi ha chiuso il trio Audi composto dal britannico Jamie Green, Mattias Ekstrom ed Edoardo Mortara, con quest’ultimo che ha compiuto una gara eccezionale guadagnando alla fine sedici posizioni rispetto alla partenza. A seguire Pascal Wehrlein (che guadagna finalmente i primi punti stagionali), il capoclassifica Marco Wittmann, Joey Hand, Mike Rockenfeller, Adrien Tambay (giunto sul traguardo quinto ma penalizzato di 30 secondi per un contatto con Wehrlein che ha causato il testacoda di quest’ultimo) e Timo Scheider completano la Top10. Da segnalare la decisione dei commissari, nel post-gara, di penalizzare Martin Tomczyk di 3 posizioni sulla griglia del prossimo appuntamento a Mosca per il contatto con Gary Paffett, avvenuto nel corso del cinquantottesimo giro. Il pilota tedesco della BMW non ha poi concluso la gara, mentre l’inglese di casa Mercedes ha chiuso dodicesimo e fuori dalla zona punti.

Classifica completa gara

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Dopo 4 appuntamenti, Marco Wittman comanda ancora la classifica con 58 punti. Si issa al secondo posto Edoardo Mortara (39), davanti a Mattias Ekstrom e Mike Rockenfeller (entrambi a 35) ed Adrien Tambay (28). Nella classifica team, agguanta la leadership Audi Sport Team Abt (67) per un punto su BMW Team RMG (66), con Audi Sport Team Abt Sportsline (61) terzo. Nella classifica costruttori, Audi comanda con 196 punti, davanti a BMW con 132 e Mercedes con 76.

Classifiche complete piloti, team e costruttori

[divider]
[space height=20]

Prossimo appuntamento tra 2 settimane, con l’appuntamento in terra russa al Moscow Raceway nel weekend 12-13 Luglio.