EuroV8, Mugello gara 2: la prima volta di Mercatali, Baldan nuovo leader

EUROV8SERIES Mugello, Italy 17-18 May 2014

Niccolò Mercatali “vendica” il mancato successo del compagno Max Mugelli nella manche del mattino con un lungo e indiscusso dominio dal primo all’ultimo giro in gara 2. Approfittando della partenza in posizione avanzata, Niccolò ha voltato primo alla San Donato e da li nessuno ha più potuto insidiarlo. Neanche la safety car, entrata per il cruento crash di Sini, ha messo in discussione la sua leadership.

Ottima seconda posizione per Nicola Baldan, il vincitore di gara 1, che con un gara accorta e di rimonta (partiva ottavo) ha conquistato un podio importantissimo per il campionato. Il veneto ora è primo in graduatoria con un discreto margine sugli avversari.

Prestazione da applausi a scena aperta per Mimmo Schiattarella, giunto terzo dopo un gara da combattente puro che gli è valsa anche il riconoscimento Sunoco come miglior pilota del week end. Il milanese con una partenza perfetta si era portato subito a ridosso dei primissimi, con la concreta possibilità di agguantare la prima posizione. Sulla sua strada ha però incontrato la fiancata dell’Audi di Ermanno Dionisio che senza troppi complimenti l’ha costretto ad un giro bonus sulla sabbia che è costato a Schiattarella numerose posizioni. Rientrato in decima posizione, Mimmo ha inscenato una rimonta spettacolare, di pura cattiveria agonistica, che l’ha portato fino alla terza posizione finale, che sarebbe potuta essere forse una vittoria senza il contatto con Dionisio.

Il pilota di casa Max Mugelli è giunto quarto insidiando nel finale Schiattarella per il podio, senza però riuscire a trovare un varco. Quinta l’Audi di Dionisio, primo delle RS5 e tra i Gentleman, davanti al compagno Stancheris, sesto. Settima posizione per Maurizio Copetti, discusso complice dell’incidente che ha messo ko la Camaro di Sini.

Verso circa metà gara, poco dopo aver subito il sorpasso dalla muscle car di casa Solaris, il gentleman driver di casa Dinamic ha provato a rispondere all’attacco all’entrata delle Biondetti, speronando però la Camaro nel finale. Nessun problema per la BMW, mentre invece la Camaro finisce violentemente a muro riportando gravi danni. Sini ne esce integro ma infuriato per il comportamento del rivale. Poca fortuna anche per l’altro contendete al titolo Tomas Kostka, coinvolto in un contatto con Baccarelli a inizio gara che l’ha costretto ad una scampagnata nella ghiaia non preventivata che ha rovinato la stabilità della sua RS5. Ottavo posto finale per il ceco di casa Audi, che si piazza in seconda posizione in campionato.

La graduatoria generale vede ora Baldan saldamente al comando con 96 punti, davanti a Kostka che chiude a quota 84. Terzo Sini, a pari merito con Mercatali, entrambi staccati di 25 punti.

Massimiliano Palumbo