L’EuroV8 sbarca al Mugello e ritrova Schiattarella, Mercedes e Chevrolet i favoriti

start-gara2_14

A due settimane dalle gare di Vallelunga, torna questa domenica sulla pista del Mugello l’EuroV8 Series. L’ultima tappa italiana per la serie che ha preso il posto della Superstars porterà qualche novità sulla griglia di partenza, che dovrebbe attestarsi sulle previste 15\16 unità.

10338835_713714698692312_950639432484461244_nCominciamo dal nostro team di fiducia, quella Solaris Motorsport che da quanto è entrata solo l’ala protettiva del “Motorsport Rants Racing Team” ha regalato la prima vittoria alla Camaro e ha issato Francesco Sini (a proposito, non perdetevi la sua rubrica!) in testa al campionato. Così come a Monza, anche in Toscana al fianco della muscle car americana ci sarà quindi la fida Lumina, affidata di nuovo a quel Domenico Schiattarella che in Brianza ha conquistato due terzi posti.

Due saranno anche le Mercedes schierata dal Roma Racing Team, che vedrà di nuovo la Coupè affidata nelle sapienti mani di Nicola Baldan e la berlina che, tranne accordi dell’ultima ora, verrà portata in pista dal team owner Caldarola.

Con ogni probabilità non ci sarà la Lexus, alle prese ancora con qualche problema di affidabilità al motore, ma il team Nocentini sarà comunque presente con la Chrysler 300C, che potrebbe essere guidata dal gentleman Pindari. Tre dovrebbero invece essere le BMW schierate dalla scuderia Giudici: una per il patron Gianni, e una a testa per Giacon padre e figlio.

Nulla di nuovo all’orizzonte sul – temibile – fronte Audi Sport Italia e BMW Dinamic che schiereranno i consolidati equipaggi. Sulle RS5 ci saranno quindi Kostka, secondo in campionato a soli 5 punti da Sini, Stancheris e Dionisio, mentre sulle M3 siederanno Mugelli, la cui vettura è stata riparata dopo il crash di Vallelunga, Mercatali (occhio che il ragazzo cresce velocemente) e Copetti. Confermate anche le due Mercedes CAAL per Romanini e Baccarelli, con il primo che potrebbe togliersi più di una soddisfazione sul circuito fiorentino, di casa per lui nato a Camaiore.

Le V8 non corrono al Mugello dal 2012, anno in cui si imposero la Mercedes di Larini in gara 1 e la Lumina di Sini in gara 2. I pronostici della vigilia dicono che si potrebbe assistere a gare simili a quelle viste a Monza, con la potenza di Mercedes e Chevrolet a fare la differenza, anche se questa volta in modo meno marcato. Rispetto all’Autodromo Nazionale, infatti, il Mugello presenta una parte interna si veloce ma anche ricca di curve e insidie che potrebbero riportare in auge l’handling BMW o la trazione integrale Audi, che però avranno in ogni caso vita molto difficile sul lungo rettilineo principale.

Per la vittoria finale occhio quindi a Sini, che correrà con la zavorra massima, e Baldan, con Schiattarella che potrebbe fare da sparring partner. Kostka e Stancheris dovrebbero correre in difesa, così come Mugelli che ha un conto in sospeso col duo Audi per lo start di Vallelunga. Il balance non cambia molto rispetto alle gare romane, le vetture rimangono bene o male le stesse, con l’unica eccezione di Audi a cui è stata concessa un flangia più generosa per contrastare gli attriti del 4×4 su una pista molto veloce. Se questi sono i nomi dei candidati alla vittoria di tappa, a scompigliare i piani di chi vorrebbe un posto sul podio ci potrebbero però essere le Mercedes di Caldarola e Romanini, la BMW di Mercatali ed anche la RS5 di Dionisio, pronti ad approfittare di ogni occasione.

Le gare si disputeranno entrambe domenica, la prima manche alle 10 e la seconda alle 15 e 15, entrambi visibili in live streaming anche sulla nostra home page. In tv invece il collegamento partirà come di consueto alle 15 su Mediaset Italia 2, con gli highlights di gara 1 e la diretta di gara 2. Per tutti coloro che invece vorranno assistere alle gare dal vivo, vi ricordiamo che l’accesso alle tribune e al prato è gratuito, con solo un obolo da dover pagare per entrare nel paddock. Una piccola spesa che, come di consueto, consigliamo caldamente: le gara vanno vissute dalle voci, facce e sensazioni dei protagonisti. Live, senza filtri!

Massimiliano Palumbo