Liuzzi in pole in Slovacchia, Mercedes ancora al top!

Vitantonio Liuzzi fa sua la pole allo Slovakiaring con un gran giro all’ultimo secondo utile. Prima dell’ultimo run l’alfiere del team Romeo Ferraris era quinto a pochi decimi dalla vetta, con 7 piloti racchiusi in sei decimi. In quel momento in pole c’era la Mercedes Coupè di Ferrara, sempre molto veloce durante tutte le sessioni odierne. Sembrava fatta per il barese ma Liuzzi tira fuori a sorpresa un giro monstre più veloce di ben un secondo mezzo rispetto al suo migliore crono, a dimostrazione che le Mercedes, quest’anno, ne hanno davvero tanto…

Pole così per Liuzzi, in 2:09.552 e prima fila per l’altra Mercedes di Ferrara, staccato di ben un secondo e 1. Terzo si piazza Giovanni Berton, che conferma l’ottimo stato di forma dimostrato nelle ultime gare e sopravanza anche il compagno di squadra Max Mugelli, per una seconda fila tutta BMW Dinamic.

Ottima la prova anche di Fabrizio Giovanardi, primo nelle libere 2, che piazza la sua Porsche Panamera in quinta posizione, giusto davanti all’altra Mercedes Romeo Ferraris del leader di campionato Biagi, che si porta a spasso ben 40 kg di zavorra.

Gianni Morbidelli porta la sua Audi RS5 in settima posizione davanzi alla Mercedes Caal di Andrea Bacci, alla Jaguar nella nuovissima livrea “Adria Raceway” di Andrea Larini e alla BMW Dinamic, che infila tutte e tre le sue auto in top ten, di Mauro Trentin, accompagnato anche in questa occasione dal fido compagno, amico e coach Davide Amaduzzi.

Non hanno preso parte alla sessione Max Fantini a causa di un malessere fisico e Francesco Sini,  che ha demolito la sua Camaro durante la seconda sessione delle libere. Pilota ok ma auto da ricostruire. “E’ stato il peggior incidente della mia carriera”, le parole di Ringhio.

[follow id=”Palumbo_Max” ]