Categorie
EuroV8

SuperStars: a Spa è doppietta Morbidelli

Ancora un perentorio successo di Gianni Morbidelli e la sua Audi RS5 in gara 2 a Spa. Questa volta, però. Gianni ha dovuto faticare un pò di più rispetto a gara 1, dovendo partire dall’ottava piazza per la vittoria di gara 1. Una manche ben più movimentata rispetto al mattino sin dal via, che vede subito il contatto tra Zurcher e Ferrara, con il colombiano subito KO e Kristoffersson, coinvolto, che si arrende qualche giro dopo. Morbidelli avanza come una furia sfruttando la trazione integrale sulla pista bagnata da una continua pioggia, e in poco tempo si porta al comando, prendendo anche un discreto margine. Dietro invece è Larini a dare spettacolo, prima resistendo fieramente per un paio di tornate a Liuzzi, velocissimo nonostante la zavorra magiara, e Salo, poi tenendo a bada un gruppetto di facinorosi composto da Schoeffler su Audi, Ferrara su Mercedes, Biagi e Gabellini su BMW. Una gran bella lotta che ha caratterizzato buona parte della gara, che si è animata quando il tedesco dell’Audi ha puntato Larini. Il pilota di Camaiore, dopo aver risposto più volte agli attacchi di Schoeffler, deve però arrendersi nella discesa dell’Eau Rouge per un guasto meccanico. Per Schoeffler sembra fatta, posizione acquisita, ma Biagi e Ferrara non sono della stessa opinione. Così, all’ultimo giro, i due italiani smettono di lottare tra loro e si fiondano sul tedesco, passa prima Biagi, poi replica con un fantastico sorpasso all’esterno Ferrara. Alla faccia della trazione integrale e della maggior aderenza sul bagnato dell’Audi. Ancora poche curve ed anche Gabellini fa un sol boccone del tedesco, che incassa come un pugile ormai suonato.
Vince un solitario Morbidelli su Liuzzi, che allunga in campionato, e Salo. Quarto Biagi, seguito a ruota da Ferrara, Gabellini e Schoeffler.

In campionato Liuzzi prova la fuga, approfittando dei guai in gara 1 di Biagi e in gara 2 di Kristoffersson. L’abbruzzese è primo con 19 punti sullo svedese di casa Audi e 22 su Biagi.

Spa, gara 2

1 – Gianni Morbidelli (Audi RS5) – Audi Sport – 10 giri
2 – Vitantonio Liuzzi (Mercedes C63) – CAAL – 11″991
3 – Mika Salo (Maserati Quattroporte) – Swiss Team – 13″537
4 – Thomas Biagi (BMW M3) – Dinamic – 25″917
5 – Luigi Ferrara (Mercedes C63) – CAAL – 28″470
6 – Stefano Gabellini (BMW M3) – Dinamic – 29″255
7 – Thomas Schoeffler (Audi RS4) – Audi Sport – 31″638
8 – Jeff Smith (BMW M3) – Dinamic – 42″490
9 – Nico Caldarola (Mercedes C63) – Roma Racing – 46″787
10 – Max Pigoli (Jaguar XFR) – Ferlito – 49″007
11 – Domenico Ferlito (Jaguar XFR) – Ferlito – 51″412
12 – Alessandro Garofano (Mercedes C63) – Roma Racing – 1’02″380
13 – Walter Meloni (BMW M3) – W&D – 1’54″190
14 – Andrea Larini (Mercedes C63) – Romeo Ferraris – 2 giro
15 – Paolo Meloni (BMW M3) – W&D – 2 giro

Di Massimiliano Palumbo

Innamorato del Motorsport, appassionato di motori, talebano delle corse. Potete contattarmi via mail scrivendo a mpalumbo@motorsportrants.com, tramite Twitter menzionando @Palumbo_Max, oppure sulla pagina "Aforismi da corsa" su Facebook, o ancora su G+ al link qui sotto oppure su Instagram "palumbo_max"