Superstars, ad Imola Ferrara conquista la terza pole consecutiva

Il ritorno in terra italiana della Superstars porta bene a Gigi Ferrara, che a bordo della splendida Mercedes AMG C63 Coupé si mette tutti dietro conquistando la pole position, la terza consecutiva di quest’anno, segno che il lavoro svolto dai tecnici del Roma Racing Team sulla sportiva tedesca stà dando i frutti sperati.

Fermando del lancette dei cronometri sul 1’49″206 Ferrara ha preceduto di 111 decimi Vitantonio Liuzzi, il più veloce in entrambi le sessioni di libere che hanno preceduto la qualifca. L’abruzzese del team Romeo Ferraris regala cosi alla Mercedes una stupenda prima fila, impreziosita dall’ottima terza piazza del secondo pilota Ferraris, Thomas Biagi, a poco più di mezzo secondo dal poleman.

Per la casa di Stoccarda non finisce qua, infatti al quarto posto troviamo un brillante Andrea Bacci con un’altra C63 berlina ma questa volta con i colori della scuderia CAAL, impegnata anche a Monza nella NASCAR Whelen Euro Series. Anche la terza fila parla tedesco grazie alla quinta posizione di Max Mugelli su M3 del team Dinamic, alla quale si affiancherà la Chevy Camaro della Solaris guidata come sempre da Francesco Sini, ancora al lavoro sulla muscle car statunitense per portarla a livelli più competitivi.

Per vedere la prima Audi RS5 in griglia bisogna scendere in quarta fila, dove troviamo un Gianni Morbidelli in piena lotta con il Balance of Performance davvero punitivo per le berline del team ufficiale Audi Sport Italia. ‘Morbido’ è stato preceduto anche da Berton, competitivo con la sua BMW M3 sul saliscendi dell’Enzo e Dino Ferrari. Lo stesso destino di Morbidelli è toccato anche agli altri alfieri Audi, compreso il rookie Cipriani, in difficoltà come non mai con la ‘integrale’ di Ingolstadt.

Una volta tornati in Italia ci si aspettava una griglia di partenza più folta, sono infatti solamente 15 le auto iscritte a questo penultimo appuntamento stagionale, ma fa piacere registrare la presenza della vetusta ma pur sempre affascinante Chrysler C300 di Battaglin, ultimo a ben 8 secondi da Ferrara.

Per chi non potrà essere presente sulle tribune  approfittando della promozione ‘Free Ticket’ che è possibile trovare sul sito ufficiale del campionato (pass paddock 10 euro), l’appuntamento in TV è con Rai Sport 2 per le 19.10 con gara 1 e per le 23 con la differita di gara 2. Entrambi le gare saranno precedute dalla messa in onda delle rispettive manche della GTSprint.

Lo schieramento di partenza, gara 1

1. fila
Luigi Ferrara (Mercedes C63 AMG) – RRT – 1’49″206
Vitantonio Liuzzi (Mercedes C63 AMG) – Romeo Ferraris – 1’49″317
2. fila
Thomas Biagi (Mercedes C63 AMG) – Romeo Ferraris – 1’49″879
Andrea Bacci (Mercedes C63 AMG) – CAAL – 1’50″112
3. fila
Max Mugelli (BMW M3) – Dinamic – 1’50″152
Francesco Sini (Chevy Camaro) – Solaris – 1’50″240
4. fila
Giovanni Berton (BMW M3) – Dinamic – 1’50″607
Gianni Morbidelli (Audi RS5) – Audi Italia – 1’51″568
5. fila
Davide Di Benedetto (Audi RS5) – Audi Italia – 1’51″723
Mauro Trentin (BMW M3) – Dinamic – 1’51″734
6. fila
Leonardo Baccarelli (Mercedes C63 AMG) – CAAL – 1’53″697
Giuseppe Cipriani (Audi RS5) – Audi Italia – 1’53″875
7. fila
Camilo Zurcher (BMW 550i) – Todi – 1’54″718
Gianni Giudici (BMW M3) – Giudici – 1’54″935
8. fila
Alessandro Battaglin (Chrysler 300C) – BAT – 1’57″902