SuperStars, Donington Audi domina gara 1

Dominio doveva essere e dominio è stato. L’Audi fa sua a man bassa gara 1 a Donington. Morbidelli, scattato dal palo, chiude la porta a Oslow-Cole alla prima curva e poi fa ciao ciao alla compagnia. Lo rivedranno solo al traguardo… Secondo uno stratosferico Kristonffersson. Lo svedese aveva saltato le qualifiche di ieri perchè impegnato nelle gare del turismo svedese ad Anderstop, è salito oggi in macchina praticamente alla cieca e ha spalancato il gas. Partito ultimo è arrivato secondo, sorpasso dopo sorpasso, talvolta con una facilità disarmante, ha preso e passato tutti, uno dopo l’altro, quasi facesse un altro mestiere. Se continuano così, le Audi rischiano di uccidere il campionato, visto anche che Schoeffler, secondo in griglia, dopo esser partito attardato dai box per problemi al motorino di avviamento ha recuperato alla grande fino al sesto posto, incollato agli scarichi di Liuzzi. Avesse avuto un paio di giri in più, sarebbe probabilmente stata tripletta per la casa di Inglostat.
Dietro le inarrivabili vetture tedesche, stupenda lotta tra Oslow-Cole, Pigoli, Liuzzi, Biagi ed Herbert per il terzo posto. Sorpassi e controsorpassi, errori e bussatine, il gran spettacolo messo in mostra da questi ragazzi ha portato un solido Herbert sull’ultimo gradino del podio, regalando alla Maserati il primo podio stagionale, seguito a ruota da Biagi e Liuzzi. Peccato per i due alfieri della Jaguar, messi ko da errori propri: l’inglese, dopo una staccata a ruote fumanti e conseguente fuoripista, si è dovuto ritirare, mentre l’italiano compie un lungo mentre lotta per il podio e finisce nono.
Alle spalle dei primi sei, da rilevare la bandiera nero arancio per Andrea Boffo, con il paraurti anteriore ormai penzoloni, che gli rovina la gara mentre Sini, risolti i problemi avuti nelle qualifiche, non è riuscito a fare meglio del decimo posto.

Ora appuntamento, pare, alle 19.10 su Rai Sport 1 per la differita (ma non dovevano essere tutte dirette??) di gara 2. Preparate i popcorn!

mpalumbo@motorsportrants.com
Twitter: @Palumbo_Max

 

Donington, gara 1

1 – Gianni Morbidelli (Audi RS5) – Audi Sport – 17 giri 27’18″823
2 – Johan Kristoffersson (Audi RS5) – Audi Sport – 6″971
3 – Johnny Herbert (Maserati Quattroporte) – Swiss Team – 8″976

4 – Thomas Biagi (BMW M3) – Dinamic – 9″977
5 – Vitantonio Liuzzi (Mercedes C63) – CAAL – 13″980
6 – Thomas Schoeffler (Audi RS4) – Audi Sport – 14″195
7 – Stefano Gabellini (BMW M3) – Dinamic – 18″012
8 – Andrea Larini (Mercedes C63) – Romeo Ferraris – 18″759
9 – Max Pigoli (Jaguar XFR) – Ferlito – 19″618
10 – Francesco Sini (Chevrolet Lumina) – Solaris – 20″886
11 – Max Mugelli (Mercedes C63) – CAAL – 21″783
12 – Paolo Meloni (BMW M3) – W&D – 35″574
13 – Mauro Cesari (Maserati Quattroporte) – Swiss Team – 39″470
14 – Sandro Bettini (BMW M3) – Dinamic – 48″455
15 – Nico Caldarola (Mercedes C63) – Roma Racing – 50″612
16 – Walter Meloni (BMW M3) – W&D – 1’24″504
17 – Andrea Boffo (Mercedes C63) – Romeo Ferraris – 2 giri
18 – Tom Onsow-Cole (Jaguar XFR) – Ferlito – 3 giri