Superstars, Gabellini smentisce Lamaro: “Ho abbandonato per le disparità in pista, non per il budget!”

In merito al nostro articolo “Superstars, il punto di fine stagione sul balance of performance“, il pilota Bmw Stefano Gabellini tiene a fare una precisazione:


“Girando in rete tra le le notizie riguardanti la Superstars mi sono imbattuto sull’articolo dove si fa il punto della situazione sul balance of performance. Vorrei fare alcune precisazioni in merito. Innanzitutto, smentisco categoricamente problemi economici all’origine della mia decisione di abbandonare il campionato. Ribadisco, come fatto già in ripetuti comunicati stampa, che le motivazioni sono unicamente di origine tecnica e sportiva, assolutamente non economica. E’ grave che si dia del bugiardo a chi fa il pilota cercando sponsor e rischiando in prima persona. Quindi, quanto dichiarato dal signor Lamaro in quell’articolo non corrisponde a verità e gradirei pertanto una rettifica da parte sua. Io ho espresso le mie motivazioni, che possono essere condivisibili o meno, ma sono le mie e non possono essere sbugiardate così.
In secondo luogo, riguardo al fatto che la mia vettura, una volta ceduta ad altri piloti, abbia subito ottenuto un ottimo risultato andando a podio in gara 2 a Vallelunga, tengo a precisare che le gare bisognerebbe saperle leggere. In prova le Bmw di Mugelli e Berton sono partite in settima e ottava piazza, e la mancanza di alcuni top driver di altri team ha fatto si che la classifica non fosse anche peggiore. Poi in una gara 2 un pò caotica, sono riusciti ad arpionare il podio, questa senza nulla togliere alla splendida e convincente prestazione messa in mostra dai due giovani piloti. Sapevo benissimo, al momento della mia decisione di abbandonare il campionato, che la pista di Vallelunga è tradizionalmente favorevole alla mia Bmw, e che quindi stavo scientemente accantonando l’idea di un buon piazzamento. A dimostrazione di ciò basta ricordare le prestazioni delle Bmw in questi ultimi anni o la mia prima fila, accanto a Giovanardi, in qualifica nel 2010. C’era però poi Pergusa, in luogo della cancellata Portimao, e non ho visto interviste o commenti riguardo questo problema da parte del signor Lamaro dopo la tappa siciliana… Tengo ad ogni modo a precisare e rinnovare i miei più vivi complimenti per le ottime prestazioni ottenute con la mia ex auto da Giovanni Berton, arrivato in un campionato sconosciuto a lui e con nuovi stimoli. Il suo valore non è assolutamente in discussione.
Ora però basta, non voglio più ritornare su quest’argomento nè ricordare l’atteggiamento del signor Lamaro, che dal podio di gara 2 a Vallelunga urlava in direzione del team Dinamic frasi poco cortesi come “Avete visto? Ditelo a Gabellini”. Ad ogni modo basta polemiche, io sono un Pilota che ha investito risorse in questo campionato per cinque anni, che ha vinto un titolo nel 2008 al debutto e che, dal mio punto di vista, non meritava una risposta simile e tendenziosa da parte di chi conosce la verità e si occupa della gestione del campionato.
Evito di sottolineare come anche in TV si facessero notare le ottime prestazioni della Bmw #6, senza alcuna citazione alla mia presenza precedente, cancellandomi di fatto dalla memoria. Questo trattamento umano, sotto vari aspetti, mi ha fatto davvero male, non credevo di meritare tutto ciò.
Ringraziandovi dello spazio che mi avete concesso, ribadisco che non sarei più tornato sulla cosa, ma illazioni e commenti usati a proprio vantaggio da membri interni al campionato non li tollero in alcun modo.
Ciao
Stefano Gabellini”