SuperStars, Hungaroring gara 1, dominio di Liuzzi!

Gran bella vittoria di Vitantonio Liuzzi in gara 1 all’Hungaroring. L’abbruzzese, partito dal palo, ha sempre occupato la prima posizione, contenendo gli attacchi di un coriaceo Biagi che alla fine si deve accontentare del secondo posto. Terzo gradino del podio per l’idolo locale Norbert Michelisz, che regala al team Giudici il suo primo podio.

Cesari e Mugelli, per i problemi riscontrati durante la giornata di sabato, non prendono purtroppo il via. Allo start Liuzzi scatta subito al comando, seguito come un’ombra da Biagi, autore di un ottimo spunto dalla quinta piazza. Perdono terreno Michelisz e le Audi di Morbidelli e Schoeffler che vengono riassorbiti dal gruppo. Le Bmw di testa sembrano più in palla rispetto alla Mercedes della Caal e si fiondano all’inseguimento. Ma il duro lavoro e i test svolti da Liuzzi e dal team per sistemare i problemi di setting sembrano decisamente dare i loro frutti e per Biagi e Michelisz non c’è storia. L’ungherese dovrà invece cedere la posizione a Morbidelli, in pieno recupero con la sua Audi, dopo aver passato anche la Quattroporte di Klien. A centro gruppo gran lotta tra le due Mercedes Ferraris e le due Audi di Schoeffler e Kristonffersson, che permettono a Gabellini, Pigoli e Sini di avvicinarsi. Alla staccata della prima curva, però, Pigoli in piena bagarre arriva lunghissimo, si intraversa, finisce sull’erba e colpisce un incolpevole Gabellini: ritiro per entrambi e bestemmie a profusione per l’alfiere della BMW. In testa c’è sempre Liuzzi tallonato da Biagi, ma a farsi minacciosa è l’Audi di Morbidelli ormai in scia alla BMW dell’italiano. Kristoffersson riesce a passare Zurcher che, nell’estremo tentativo di tenergli testa, finisce in testacoda. Qualche manciata di secondi persi ma riparte nella stessa posizione. Sini passa Larini per l’ottava posizione, ma neanche il tempo di finire il giro che è costretto a fermare la sua Lumina per un guasto tecnico. Stessa sorte per Paolo Meloni, fermo in corsia box, ma sopratutto per Morbidelli, terzo, che dice addio ad ogni sogno di gloria.
Negli ultimissimi giri Biagi prova a farsi minaccioso negli specchietti di Liuzzi, ma l’abbruzzese ristabilisce subito le distanze e va a vincere meritatamente davanti a Biagi,Michelisz, Klien, Kristonfferson, Zurcher e Larini. Grande gioia al team Ferlito per l’ottava posizione del “piccolo” Domenico, che partirà in pole in gara 2.

Appuntamento ore 18.10 su Rai Sport 2.

Hungarorng, gara 1

1 – Vitantonio Liuzzi (Mercedes C63) – CAAL
2 – Thomas Biagi (BMW M3) – Dinamic
3 – Norbert Michelisz (BMW M3) – Giudici
4 – Christian Klien (Maserati Quattroporte) – Swiss Team
5 – Johan Kristoffersson (Audi RS5) – Audi Sport
6 – Camilo Zurcher (Mercedes C63) – Romeo Ferraris
7 – Andrea Larini (Mercedes C63) – Romeo Ferraris
8 – Domenico Ferlito (Jaguar XFR) – Ferlito
9 – Franco Fumi (BMW M3) – Dinamic
10 – Thomas Schoeffler (Audi RS4) – Audi Sport
11 – Gianni Giudici (BMW M3) – Giudici
12 – Walter Meloni (BMW M3) – W&D