Superstars, le precisazioni di Segio Peroni

In merito al nostro articolo di oggi sul futuro della Superstars, Sergio Peroni, titolare del Gruppo Peroni Race e anima, nonchè promoter, di molti campionati italiani, tiene a precisare alcuni punti.

Il gruppo Peroni Race ammette le Superstars già da due anni e, con la chiusura della società SWR, il parco auto potrebbe sensibilmente crescere andando a creare, come detto questa mattina, una sorta di campionato italiano. Monogomma Pirelli, quindi in diretta concorrenza col trofeo Michelin e diverse anche dalla serie di Flammini, che avrebbe altri due anni di contratto con Hankook, mentre il regolamento è un “work in progress” di concerto con le squadre, per limare tutte le criticità emerse negli ultimi anni e mettere sullo stesso piano vetture ufficiali e non.

Peroni ci preannuncia anche che il prossimo anno partirà una serie dedicata alle vetture turismo 2000 turbo, presentata alla CSAI a Marzo e in attesa ancora di un riscontro da parte dei federali. Intanto si parte con 7 gare e un regolamento aperto a tutte le vetture 2.0 turbo costruite negli ultimi due anni, con limitate modifiche alle vetture.

Per chi volesse approfondire, queste sono le parole che Sergio Peroni ha lasciato ai nostri microfoni:

[quote align=”center” color=”#999999″]Mi piace precisare un paio di cose personalmente senza servirmi di comunicati: il V8 è presente sul regolamento della Coppa Italia da due anni ed è aperto a vetture assimilabili a quelle del Superstar. Oggi, dopo l’annunciato stop da parte di FG, il parco vetture libero può essere maggiormente riutilizzato in una serie tutta Italiana, con un regolamento rivisto in quelle che sono le criticità avanzate dalle squadre e che permetta un recupero delle vetture non ufficiali per un confronto più umano con le factory. Per quanto riguarda questo argomento, abbiamo sollecitato un incontro con tutti i team, come nostro solito, per stabilire eventuali nuove regole. Abbiamo già un calendario fissato, le gare saranno nello stesso week end di Fast Lane Renault e di Targa Tricolore Porsche e avremo un monogomma Pirelli, già nostro fornitore in Coppa Italia.

La presenza di organizzatori dell’ultima ora non è cosa che ci riguarda, noi, come abbiamo fatto negli ultimi 40 anni, andiamo avanti per la nostra strada. A proposito di un campionato Turismo 2.000 turbo, noi abbiamo presentato il progetto a marzo di questo anno alla Sottocommissione Velocita della CSAI e, in attesa di un loro interesse, lo stiamo lanciando con una serie di 7 gare e con un regolamento “turismo di serie” aperto a tutte le marche e i modelli costruiti negli ultimi tre anni con motorizzazione 2.000 turbo.

Grazie per lo spazio

Sergio Peroni[/quote]

Massimiliano Palumbo