SuperStars, Mugello: istruzioni per l’uso

Dopo la trasferta inglese il carrozzone della SuperStars torna in Italia e sbarca sui saliscendi del Mugello. La pista di proprietà Ferrari ospiterà il settimo e ottavo round della serie, che si presenta ai nastri di partenza con un balance of performance notevolmente rivisto. Infatti se a Monza le vetture sono sembrate tutte sullo stesso livello, a Imola e soprattutto a Donington si è assistito ad un dominio assoluto e incontrastato delle Audi. Per questo, le vetture di Inglostat si presenteranno in Toscana con ben 100 kg in  più e un restrittore sul motore da 82 millimetri mentre quasi tutte le dirette concorrenti potranno beneficiare di qualche kg in meno sulla bilancia. A queste modifiche dovranno poi essere aggiunte le zavorre per i risultati acquisiti oltre Manica, e anche qui le vetture tedesche, con Morbidelli e Kristonffersson, faranno il pieno risultando i più carichi. Zavorra anche per Herbert, a podio con la Maserati sul circuito di casa, mentre Biagi, Liuzzi e Pigoli saranno decisamente più leggeri. E il peso, su una pista come il Mugello, è un fattore determinante sia nelle accellerazioni sui saliscendi che caratterizzano il circuito toscano, sia, sopratutto, per i freni, messi a dura prova nell’arco di tutta la gara , in particolare alla prima curva dove ad ogni tornata i piloti fanno voto  a San Donato, santo protettore delle staccate. E proprio qui, alla fine del rettilineo principale, con ogni probabilità vedremo i migliori duelli. Chi avrà la fortuna di andare in pista prenda nota!

Provare a scommettere su chi sarà favorito non è facile, il balance of performance c’è andato giù pesante con i correttivi e sommando anche le zavorre la situazione si fa ancora più critica. Mercedes e Jaguar, grazie alla loro grande potenza, potrebbero dire la loro sugli allunghi, ma forse a fare la parte del leone saranno le Bmw, sfruttando agilità e leggerezza. Da valutare Audi e Maserati, uscite con notevoli modifiche (opposte) dalla riunione del boreau tecnico. Incognita Chevrolet, anche se quest’anno Sini ha dimostrato di poter dire la sua praticamente su ogni tipo di tracciato.

Come al solito, grandi opportunità per chi avrà la fortuna di poter assistere alle gare direttamente dalle tribune. Si ripete l’ottima operazione del freeticket, che permette di avere accesso gratuitamente alle tribune e con soli 5 euro si ha la possibilità di poter scorrazzare allegramente nel paddock tra auto, team, piloti e vip. Un’opportunità da non perdere assolutamente per i fan di foto ricordo e autografi. Domenica mattina, poi, poco prima di gara 1, verso le 11, sulla tribuna centrale ci sarà lo Stands4fun, ottima occasione per poter vincere qualche gadget, vip pass o la possibilità di poter vivere il paddock show insieme ad uno dei piloti della serie. Sarà inoltre presente un maxischermo per dar modo di poter assistere a tutta la gara senza perdersi nulla.

Per chi invece sarà costretto a vedere le gare da casa sembra ci siano buone notizie. Dopo la rivolta dei telespettatori, di cui vi avevamo dato notizia nel precedente articolo, pare che la Rai sia intenzionata a trasmettere le due manche in diretta: alle 11.05 su Rai Sport 2 gara 1 e alle 16.20 su Rai Sport 1 gara 2, con replica alle 20.30 su Rai Sport 2. Al Mugello torna anche il GT Sprint, trasmesso dalla tv di stato alle 8.50 e alle 19.30 su Rai Sport 2. Staremo a vedere.