Superstars, super Ferrara nelle qualifiche di Donington!

Dalle stalle alle stelle alla velocità della luce per Luigi Ferrara quest’oggi sui saliscendi del circuito inglese di Donington. Dopo la seconda sessione di prove libere, il barese aveva il morale sotto i tacchi, a causa dell’esplosione del motore sulla sua Mercedes che l’aveva costretto a fermarsi anzitempo. Un’autentica corsa contro il tempo quella del team Roma Racing per montare una nuova unità, conclusasi giusto in tempo per permettere all’asso di Bari di piazzare nel finale della sessione un giro perfetto, soffiando la prima posizione a Tonio Liuzzi.

1.33.899 il tempo che è valso a Ferrara la prima posizione, appena 16 millesimi meno di Tonio Liuzzi, che già assaporava la pole dopo i temponi stampati nelle prove libere.  Prima fila tutta Mercedes quindi, che precede un sorprendente ma bravissimo Giovanni Berton che, una volta tornato indietro alla vecchia elettronica, ha tenuto botta finendo terzo a poco meno di tre decimi. Buona quarta posizione di Gianni Morbidelli, quarto a tre decimi nonostante la stangata dell’ultimo BOP sulla sua RS5, a cui si aggiungono altri 60 kg di zavorra per i risultati in pista. Come dire, 100kg in più rispetto all’ultima gara e seconda fila a un tiro di schioppo dai primi, domani in gara bisognerà fare i conti anche con lui.

[column col=”1/3″][mc4wp-form][/column]

Terza fila che si apre con Thomas Biagi, leader del campionato, un pò sottotono dopo la prima posizione nelle libere 1 ma comunque distante appena 4 decimi dalla gialla Mercedes di Ferrara. In griglia di fianco troverà la guest star locale Colin Turkington, asso del BTCC. Buono il piazzamento dell’inglese, al debutto nella serie, che conferma quanto su questa pista si trovi a suo agio la BMW.

BMW presente anche in quarta fila con Max Mugelli che precede il rientrante Domenico Schiattarella, sempre in top ten durante tutte le sessioni disputate, che chiude il gruppetto di piloti racchiusi in un secondo. Quinta fila per Andrea Bacci, Mercedes CAAL, e Mauro Trentin, sulla terza BMW Dinamic. Sfortunatissimo purtroppo Francesco Sini, velocissimo durante le due sessioni di prove libere della mattina, si è ritrovato con la frizione ko al primo giro delle qualifiche. Domani partirà solo dodicesimo, ma almeno siamo sicuri che regalerà spettacolo. Chiude la griglia, in 15esima posizione, la Lexus di Romanini.

Fabrizio Giovanardi e la Petri Corsi, presenti in circuito, hanno abbandonato l’evento dopo la prima sessione di prove libere, così come Roberto del Castello e la RC Motorsport che schiera le Cadillac hanno alzato bandiera bianca, mentre del tutto assente è la struttura Adria Raceway che aveva rilevato le Jaguar dal team Ferlito e aveva schierato nell’ultima apparizione anche le Audi RS4. Pochi gli iscritti alla gara, e la crisi generale non aiuta.

Le gare, in Italia, andranno in onda in differita domani sera, su Rai Sport 2, dalle ore 19. I mondiali di canoa, la replica dello special su Marco Pantani, gli eurogol del 1979, la domenica sportiva del 1985 e perle di sport del calcio hanno la precedenza sulla diretta delle gare della serie promossa da Flammini.

Massimiliano Palumbo