Touring Weekly: Alfa, Subaru, Kia, Peugeot e Imola TCR, inizia il CIT TCR Italia e nel WTCC…

Torna l’appuntamento settimanale sul turismo da corsa firmato Motorsport Rants. Vediamo cosa è successo negli ultimi sette giorni nel rugby dell’automobilismo sportivo…

2016-2016 Bahrain Race 2---32 Luigi Ferrara_81

Griglia TCR: Subaru e Alfa saltano Spa, ma arrivano Peugeot e Corthals

Ci saranno un po’ di novità sulla griglia di partenza del TCR International Series che questa settimana è atteso sul circuito di Spa. Top Run e Mulsanne Racing hanno deciso di saltare l’appuntamento sulle Ardenne per concentrarsi sullo sviluppo rispettivamente della Subaru Impreza e dell’Alfa Romeo Giulietta, mentre sul fronte arrivi si registra il debutto della Peugeot con due vetture e di alcune wild card.

Con le gare europee così ravvicinate, a cadenza quasi quindicinale, diventa complicato – se non impossibile – per le squadre più piccole poter sviluppare e provare nuove soluzioni. O si corre o si prova, non c’è una terza opzione. Il rischio è quindi quello di dover utilizzare i weekend di gara come test, a discapito della prestazione pura. E allora, come già fatto da Opel, anche Top Run e Mulsanne Racing hanno deciso a malincuore di saltare un appuntamento, per concentrarsi sulla messa a punto delle vetture. Essendo poi entrambi team tricolori, l’obiettivo è duplice: prepare le auto e presentarsi in forma migliore all’appuntamento italiano del 22 maggio. Una decisione sofferta ma che denota, da parte delle due factory nostrane, la volontà di non mollare e continuare nello sviluppo delle vetture. La Top Run ha in programma alcuni test con delle parti nuove progettate in combine con Subaru STI, mente la Mulsanne Racing, che in casa ha pronto anche un secondo esemplare, ha identificato i problemi che hanno afflitto la piccola Alfa nelle prime due apparizioni stagionali ed è ora pronta a provare in pista le…soluzioni.

2016_photo_news_111_0dad8527a23e7504b75a7e395e5d573cPer due vetture assenti, saranno quattro i nuovi arrivi nella serie di Lotti. Dopo i test pre campionato di Valencia, fa finalmente il suo debutto la Peugeot 308 Cup del Sebastien Loeb Racing, che schiererà due esemplari affidati al 34enne Grégory Guilvert, che si è occupato dello sviluppo della vettura, e a Jimmy Clairet, giovane talento francese. Guilvert è da anni test driver della casa del Leone, i suoi consigli sono stati ascoltati, oltre che per il progetto 308 Cup, anche per lo sviluppo della 208 T16 Pikes Peak e della RCZ Cup. Come pilota ha ottenuto successi in varie discipline a ruote coperte, spaziando tra il Superturismo Francese (Mitjet), il campionato europeo GT, il Blancpain Endurance Series e lo Spider Cup, di cui è campione 2009. Clairet, 25 anni, invece è alla sua quarta stagione agonistica, dopo aver iniziato nel 2013 nel Peugeot 208 Racing Cup, di cui è vicecampione 2014, e aver corso il campionato Clio d’Oltralpe lo scorso anno. Al momento le vetture francesi sono iscritte solo alla tappa di Spa, ma se saran rose…

Sul fronte wild card, su una SEAT Leon della Ferry Monster Autosport debutterà con i colori del TCR Benelux l’idolo di casa Pierre-Yves Corthals, 6 volte campione nazionale e internazionale dei trofei Renault e con esperienza anche nell’ETCC e WTCC. Il WRT schiererà invece una terza Golf – le altre due sono presenti con i colori Leopard Racing per Comini e Vernay – per il finlandese Antti Buri, protagonista dell’ADAC TCR.

 

Imola sostituisce Monza nel calendario TCR

Se ne parlava già da inizio anno e alla fine è arrivata l’ufficialità: l’Autodromo di Monza perde la tappa del TCR International Series in favore di Imola, che ospiterà l’evento nella stessa data. Le prime avvisaglie c’erano state già mesi fa, quando i campionati ACI CSAI, che avrebbero dovuto correre insieme al mondiale TCR, improvvisamente avevano cambiato calendario, anticipando la gara di Adria a questo weekend e posticipando a fine anno il round di Monza. Nel frattempo le trattative tra la WSC, che organizza la serie di Lotti, e l’Autodromo sono andate avanti ma, come purtroppo ultimamente spesso accade in Brianza, non si è arrivati a conclusione. Risultato: Monza, dopo aver perso praticamente ogni tipo di campionato ad esclusione del BES e delle serie ACI, perde anche il TCR. E ora occhio davvero al GP.

Ad approfittarne, corsi e ricorsi storici, è Imola, interessata, e tanto, anche al GP di F1. Il tracciato emiliano ospiterà il quinto round del TCR tutto nella giornata di domenica. Un esperimento per portare il maggior numero di persone possibile in pista.

 

Nika Racing: “Torneremo nel WTCC, prima o poi…forse.”
nikAllora, ricapitoliamo. Comprata la macchina nottetempo prima del round inaugurale del Paul Ricard, la Nika Racing ha dovuto saltare la prima gara del WTCC 2016 per ovvia mancanza di tempo nella preparazione della vettura, visto anche che fino a 5 giorni prima della gara il team avrebbe dovuto disputare il campionato con una Civic. Ma poi anche l’appuntamento in Slovacchia, secondo in calendario, è saltato per problemi nella preparazione della nuova e fiammante Chevy Cruze TC1. Tutti pronti per correre finalmente in Ungheria e…niente, saltano gli sponsor del pilota, e anche stavolta non se ne fa niente. Quando finalmente il debutto di John Bryant-Meisner sembrava prossimo in Marocco, è arrivata la doccia fredda: improvvisi e inaspettati problemi logistici nel raggiungere Marrakech. Ma poco male, perché “comunque John deve migliorare il feeling con la vettura e la pista non è delle migliori per noi”, fanno sapere.

Quindi ora, scrivono, il – quinto tentativo di – debutto è in programma sulla Nordscheife, una roba facile insomma, sempre ammesso che definiscano almeno la livrea che ‘al momento non è definitiva’. Scherzi e ironia a parte, non è un gran bel momento per la squadra svedese che con Nykjaer, pilota privatissimo, nel 2013 portò a casa ben tre vittorie assolute nel mondiale turismo.

 

Kia TCR, i dettagli

2016_photo_news_108_e149403cd41344d1021f5472dfa78500330 cv dal motore 2.0 turbo, capace di 243 kw di coppia. 5 porte, cambio al volante e tanta voglia di correre sono le caratteristiche della Kia Cee’d in preparazione nelle officine della STARD, al secolo Stohl Advanced Research and Development.

La struttura di Manfred Stohl è da tempo partner della KIA nel motorsport ed è dietro lo sviluppo della vettura coreana che corre nel campionato turismo cinese. Ora il grande passo, con il primo programma clienti nel motorsport per la casa coreana. Non abbiamo date, nessuno si è voluto sbilanciare ma il debutto dovrebbe avvenire verso la fine di questa stagione, quando dovrebbe essere consegnata ai clienti. Anche quelli australiani, che l’hanno già richiesta. Probabile però che la vedremo prima, impegnata in qualche sessione di test “possibilmente con una grande squadra che faccia da riferimento“.

 

Thompson e Sabine Schmitz sulla Cruze Munnich a Marrakech e sul Ring

Deve aver lasciato una buona impressione James Thompson alla Munnich Motorsport. L’inglese è stato chiamato nuovamente per sostituire il patron Renè nella gara in programma tra i muretti del Marocco. Se Thompson convincerà, e troverà quel minimo di budget richiesto, potrebbe disputare anche altre tappe del mondiale turismo, viste le numerose sovrapposizioni di calendario tra il WTCC e il mondiale rallycross. Nel frattempo, sarà invece Sabine Schmitz a sostituire Munnich nella gara sul vecchio Ring. La pilotessa tedesca, che sulla Nordschleife è praticamente di casa, aveva debuttato lo scorso anno nel mondiale turismo proprio in occasione della tappa tedesca e proprio con la cruze di Munnich, conquistando anche un punto iridato. Sabine salirà in auto però solo a partire dalle FP2, in quanto impegnata nelle riprese di Top Gear UK, ma “è un peccato e avrei bisogno di fare km con questa Chevrolet che è decisamente diversa dalla Porsche che guido di solito! Magari però se ci fosse pioggia….

 

Pesi di compensazione TCR e WTCC

Per la gara di Spa TCR, sarà Gianni Morbidelli a portare il massimo del peso della Success Ballast, 30 kg di premio per aver conquistato all’Estoril una vittoria e un secondo posto. Meglio è andata a Comini, a cui sono stati rifilati ‘solo’ 20 kg di zavorra per il secondo e terzo posto in Portogallo. Appena 10 kg in più per Nash, secondo in campionato ad appena un punto dal leader Morbidelli.

Nel WTCC, invece, la Citroen continua ad essere la vettura più pesante del lotto con 80kg di zavorra, che comunque non bastano ad arrestare la fame di vittorie dell’arma totale dei francesi. 30 kg di sconto, ma comunque +40 sulla bilancia, per le Honda Civic, 10 in più rispetto alle Lada ferme a +30. Rimangono invece al peso minimo regolamentare di 1100 kg le Chevrolet e le Volvo.

 

Al via il CIT, il Campionato Italiano Turismo che fa da TCR Italia

2016_photo_news_121_18bb40f6ace9e06b36db230166aaed79Questo fine settimana prenderà il via ad Adria il CIT, neo-riformato campionato italiano turismo che, rispetto allo scorso anno, passa da competizione endurance a sprint con due gare 25 minuti più un giro in diretta su SportItalia. Due le categorie di vetture ammesse: TCR, rispondenti – anche se… – alle norme della serie di Marcello Lotti, e TCS, in cui partecipano vetture racing strettamente derivate dalla serie.

Per il primo round di Adria dovrebbero vedersi al via 21 auto, 12 TCR e 9 TCS, con numeri in aumento nelle prossime tappe per entrambe le divisioni. Nella classe maggiore vedremo la Honda Civic di Roberto Colciago, preparata dalla AGS, un plotone di 7 Leon, 2 Alfa Romeo firmate Bacci e una C3 Max. Queste ultime due vetture meritano però una spiegazione dedicata. Le Alfa Romeo Giulietta preparate da Bacci sono rispondenti a tutto e per tutto ai regolamenti TCR, ma per via della mancata autorizzazione da parte di Lotti – che ha già incaricato la Romeo Ferraris – , correranno con una licenza ‘TCR italiana’. Un esercizio di stile, esperimento o iniziativa privata che dir si voglia che potrebbe portare in futuro ad una collaborazione tra le due strutture che si stanno impegnando con la media di Arese? La Citroen C3 Max deriva invece dalla vettura che lo scorso anno è stata protagonista del CITE, scorazzando qua e là tanti felici giornalisti. Per questo 2016, la piccola C3 è stata ulteriormente affinata, con potenza aumentata a quasi 300 cv e tanti accorgimenti meccanici qui e là. Un upgrade così consistente da far meritare anche alla pepata francese l’omologazione “TCR nazionale”.Così come lo scorso anno, la Citroen permetterà a tanti felici e fortunati giornalisti di provare…l’emozione di una gara. E no, se ve lo state chiedendo, purtroppo non siamo tra quelli. 😛 Tra le 7 Leon, alcune in configurazione TCR altre Cup Racer, spiccano i nomi di Alberto Viberti, protagonista del Campionato Italiano GT, e quello di Jonathan Giacon, Campione Italiano in carica del Leon Cup. Due da tenere assolutamente d’occhio.

In classe TCS sono attese al momento nove vetture in quattro classi, tra cui le Abarth 500 e le Alfa Mito della Divisione 1.4, le Honda Civic Type R e le SEAT Leon Cupra ST (le station wagon) nella 2.0, la 308 MI16 nella 1.8. A proposito, la 2T Course & Reglage in collaborazione con Procar ha pronto anche un kit per le vetture stradali, derivato da quello per la versione TCS. Se volete sentirvi un po’ più piloti…

In arrivo, probabilmente dal prossimo round, le Vw Polo e le Mini, oltre a qualche altra novità.

 

TCR, presentato il Calendario Las Americas

Nonostante qualche problema con le auto, il TCR continua la sua inesorabile avanzata e ha presentato in questi giorni la serie americana Las Americas, a cavallo tra Stati Uniti, Messico e il Centro America. Partirà a ottobre, in occasione del GP di Formula 1 in Messico e proseguirà fino al 26 marzo in Venezuela, dove l’autodromo Autódromo Internacional Simón Bolívar chiuderà la prima stagione di questo torneo regionale. Un campionato che potrebbe essere interessante anche per molti team e piloti europei, perché va a riempire quella che nel vecchio continente è la off-season, dove le macchine e i driver rimangono spesso fermi. Staremo a vedere, intanto diamo un’occhiata al calendario:

30 Ottobre: Messico, Autódromo Hermanos Rodríguez (concomitante con la F1)
27 Novembre: USA, Homestead-Miami Speedway
18 Dicembre: Repubblica Dominicana, Autódromo Sunix
15 Gennaio: Guatemala, Autódromo Pedro Cofiño
12 Febbraio: Costa Rica, Circuito Grupo Sur en Parque Viva
12 Marzo: Colombia, Autódromo de Tocancipá
26 Marzo: Venezuela, Autódromo Internacional Simón Bolívar