Touring Weekly: i weekend di V8 Supercars, BTCC e STCC, Kovalainen testa la BMW DTM ed altro

20140823_142924__E5R42282

Appuntamento ricco questa settimana con la rubrica settimanale di Motorsport Rants dedicata al mondo del turismo internazionale. In questo nono numero infatti andremo a ripercorrere i weekend di gara di V8 Supercars, BTCC e STCC e parleremo di DTM e WTCC.

[divider scroll_text=”V8 Supercars”]
[space height=20]

V8 Supercars: dominio neozelandese ad Eastern Creek

Si è tenuto lo scorso weekend l’appuntamento della Sydney Motorsport Park 400, appuntamento V8 Supercars sul circuito una volta conosciuto come Eastern Creek. Il weekend è iniziato con Jamie Whincup e Scott McLaughlin che hanno dominato le 2 sessioni di qualifiche del sabato, invertendosi le posizioni col 5 volte campione in pole per Gara 26 ed il giovane pilota Volvo in pole per Gara 27. Entrambe le gare hanno però visto dominare Shane Van Gisbergen, che ha vinto entrambe le gare del sabato, che hanno tra l’altro visto la prima gara sul bagnato in V8 Supercars dal 2011. Per quanto riguarda invece la gara domenicale, pole e vittoria per McLaughlin, che sul traguardo ha preceduto di pochi decimi Nick Percat, alla sua miglior prestazione da pilota titolare. Weekend da dimenticare per Mark Winterbottom, che non è riuscito a contenere il distacco da Whincup in classifica, in un weekend in cui ha navigato costantemente nelle retrovie. Buone prestazioni per Nissan, che ha sfiorato il podio in Gara 28 con James Moffat che ha chiuso al quarto posto, e per Mercedes, con i 2 piazzamenti in Top 10 di Will Davison in Gara 26 (settimo) e Gara 27 (quinto).

In classifica, Jamie Whincup (quarto, terzo e quinto questo weekend) comanda ancora con 2025 punti, allungando su Mark Winterbottom (undicesimo, dodicesimo e ventesimo) che si trova a quota 1890. Terzo Craig Lowndes (terzo, undicesimo e nono) a quota 1812, seguito da Van Gisbergen (settimo in Gara 28) con 1778 punti e Fabian Coulthard (ritirato, settimo e terzo) con 1712. Scott McLaughlin (ritirato sia in Gara 26 che in Gara 27) è il migliore del duo Volvo all’ottavo posto con 1497 punti, Michael Caruso (quinto,ventesimo e ottavo) il migliore dei Nissan al dodicesimo posto con 1226, seguito da Will Davison (undicesimo in Gara 28) migliore del duo Erebus Mercedes al tredicesimo posto con 1218.

Prossimo appuntamento con la prima delle 3 gare endurance, la Wilson Security Sandown 500, in programma nel weekend 12-14 Settembre.

Classifiche completa Gara 26, Gara 27 e Gara 28
Classifiche complete piloti e team

[divider scroll_text=”BTCC”]
[space height=20]

BTCC: tre piloti ottengono la loro prima vittoria 2014 a Knockhill

Collard2.jpg_backup

Il circuito scozzese di Knockhill è stato il teatro del settimo appuntamento 2014 del BTCC. Nelle consuete 3 gare, 3 piloti hanno ottenuto la loro prima vittoria 2014: Matt Neal, Mat Jackson e Rob Collard. In qualifica il più veloce è stato Colin Turkington, che però dovendo scontare una penalità di otto posizioni rimediata nel weekend di Snetterton è scattato in Gara 1 dalla nona posizione. Con la penalità del pilota eBay Motors, la prima fila è stata quindi ad appannaggio di Sam Tordoff e Rob Austin, seguiti da un trio di Honda composto nell’ordine da Andrew Jordan, Gordon Shedden e Matt Neal. Proprio quest’ultimo è riuscito a cogliere la sua prima vittoria stagionale in una movimentata prima gara che ha visto, tra l’altro, il ritiro di Turkington a causa di un incidente, che ha coinvolto anche Jason Plato e Mat Jackson, in cui ha avuto la peggio. Altro nome importante a ritirarsi nella prima gara è stato Andrew Jordan, centrato a Shedden. Nella seconda gara è invece salito sul gradino più alto del podio Mat Jackson, che ha guadagnato la testa della corsa al terzo giro, quando Matt Neal ha dovuto scontare un drive-through. Jackson ha preceduto sul traguardo Jason Plato e Rob Austin, al secondo podio giornaliero con la sua Audi A4 soprannominata “Sherman”. Straordinaria prestazione di Turkington che, partito dalla ventisettesima posizione, è risalito fino al quarto posto finale. Nell’ultima gara della giornata, successo per Rob Collard, che ha preceduto sul traguardo Dave Newsham, alla sua migliore prestazione in campionato. Terzo gradino del podio per Turkington che chiude in un buon modo una giornata iniziata male. Unici spunti di una Gara 3 stranamente tranquilla, il contatto tra Matt Neal ed il nostro Fabrizio Giovanardi (partito diciottesimo ed arrivato tredicesimo in Gara 1 e nono in Gara 2) con l’italiano che ha avuto la peggio, costretto al ritiro per i danni riportati dalla sua Focus, e quello tra Plato ed Austin, con quest’ultimo costretto allo stesso destino di “Piedone”.

Dopo 21 delle 30 gare previste, Colin Turkington comanda ancora la classifica con 309 punti, seguito da Gordon Shedden (286), Jason Plato (270), Rob Collard (220) ed Andrew Jordan (217). Settimo Matt Neal (190), tredicesimo Fabrizio Giovanardi (91).

Prossimo appuntamento nel weekend 6-7 Settembre a Rockingham.

Classifiche complete Gara 1, Gara 2 e Gara 3
Classifica completa piloti

[divider scroll_text=”STCC”]
[space height=20]

STCC: in pochi sopravvivono al weekend di Knutstorp

STCC Knutstorp. Foto: Jerry Karlgren

E’ stato un weekend caratterizzato dalle poche vetture al traguardo quello appena trascorso a Knutstorp. Il tutto è stato causato da un incidente in Gara 1, che ha visto coinvolte 5 vetture: le 3 di Richard Goransson, Fredrik Larsson ed Fredrik Ekblom sono quelle ad aver avuto la peggio, mentre Emma Kimilainen e Linus Ohlsson sono riusciti a concludere la gara. Il tutto è scaturito dalla vettura di Erik Jonsson che, dopo essere ripartiti dopo un periodo di safety car, procedeva lentamente nella veloce curva 3, costringendo Goransson (in quel momento secondo) ad allargare la traiettoria, Ohlsson quindi decide di cercare di infilarlo col risultato però di far finire entrambi in testacoda coinvolgendo gli altri 3. Alla fine della gara quindi arrivano solamente 8 piloti, con la doppietta BMW ad opera di Philip Forsman ed Erik Jonsson, con Andres Wernersson che chiude il podio su Kia. In Gara 2, Thed Bjork coglie una vittoria che gli vale la leadership di campionato ai danni di Larsson, giunto sul traguardo secondo davanti a Mattias Lindberg, che porta nuovamente sul podio la Kia. Griglia decimata per questa seconda gara, con soli 9 partenti dati i forfait prima del via di Mattias Andersson (rottura del motore) e Richard Goransson (rottura del cambio durante il giro di ricognizione) ed Ekblom. Sole 7 vetture al traguardo, causa ritiri di Ohlsson dopo soli 3 giri per problemi tecnici ed Erik Jonsson che al giro 10 finisce nella sabbia per un errore mentre era in lotta con il principe Carl Philip Bernadotte.

Dopo 4 dei 6 appuntamenti stagionali, Bjork comanda con 171 punti davanti a Larsson (168), Ekblom (143), Andersson (110) e Goransson (102).

Prossimo appuntamento nel weekend 5-6 settembre a Solvalla, penultimo appuntamento della stagione 2014.

[divider scroll_text=”DTM”]
[space height=20]

DTM: Heikki Kovalainen testa la BMW M4 DTM

heikki

Si stanno svolgendo in questi giorni dei test BMW al Lausitzring, in vista della gara di campionato in programma tra 2 settimane. Il test, della durata di 4 giorni, vedrà alla guida anche l’ex pilota di Formula 1 Heikki Kovalainen. BMW ha rilasciato un comunicato stampa in cui dichiara che lo scopo del test è preparare al meglio la vettura per la gara del 14 Settembre e poter dare la possibilità al pilota finlandese di testare la vettura e fornire le sue impressioni. Che sia il primo passo per l’approdo di un altro ex-F1 in DTM?

[divider scroll_text=”WTCC”]
[space height=20]

WTCC: le prime immagini della Lada Vesta WTCC

10582882_267424590124645_321747791979036065_o

Hexathron Racing System ha pubblicato sulla propria pagina Facebook le prime immagini del concept della Lada Vesta WTCC, la nuova vettura che la casa russa schiererà nel campionato WTCC il prossimo anno. La vettura appare in una insolita (per chi è abituato alla Granta attualmente schierata in campionato) colorazione gialla e mostra quello che sarà il title sponsor del team a partire dal prossimo anno. Lukoil infatti verrà sostituito da Rosneft, azienda russa di proprietà statale. Sui vetri della Vesta WTCC appaiono i nomi di Huff e Thompson, ma non quello di Kozlovskiy. Pura casualità o per il giovane russo potrebbe non esserci conferma per il prossimo anno? In attesa di scoprire la risposta, a questo indirizzo potete trovare la galleria con tutte le foto pubblicate.

[divider]
[space height=20]