Touring Weekly: modifiche al BOP del WTCC, Rob Huff alla ricerca di un posto in V8 Supercars ed altro

10464188_515846865182178_1192623456039339122_n

Terzo appuntamento con Touring Weekly, il magazine settimanale di Motorsport Rants dedicato al mondo del turismo internazionale. In questo numero parleremo di WTCC, STCC ed avremo una “dose” doppia di V8 Supercars.

[divider scroll_text=”WTCC”]
[space height=20]

WTCC: modifiche al BOP in vista della tappa argentina e un nuovo modello in arrivo per Lada

Dopo le gare in Austria, Russia e Belgio, il bureau tecnico del WTCC si è riunito per stabilire i nuovi pesi di riferimento delle vetture del mondiale turismo che verranno applicati nel prossimo round di Termas de Rio Hondo in Argentina. Rispetto all’ultima gara di Spa, nulla cambia per Citroen, che rimane l’auto di riferimento con +60 kg, Honda che conferma il suo +20kg e Lada, ancora desolatamente senza zavorra (competitività disperatamente cercasi) e quindi ferma ai 1100kg regolamentari. Chevrolet, che ha diminuito il suo distacco dalle C-Elysée da 7 a 5 decimi, pagherà i suoi progressi con 20kg aggiuntivi, portandosi quindi a spasso sul tracciato argentino una zavorra da ben 40kg, a metà strada tra Honda e Citroen.

Pesi di Compensazione per Termas de Río Hondo:

  • + 60 kg : Citroën C-Elysée
  • + 40 kg : Chevrolet Cruze RML
  • + 20 kg : Honda Civic
  • ± 0 kg : Lada Granta

Nel frattempo, proprio in casa Lada è stato annunciato che al Moscow International Motor Show, che prenderà il via il prossimo 27 Agosto, verrà presentato il concept di quello che sarà il nuovo modello Lada per il WTCC. Come base verrà utilizzata la Vesta, nuovo modello che nella gamma della casa russa andrà a sostituire la Priora, e sarà un progetto a quanto è dato sapere completamente nuovo. Lada spera quindi, ripartendo da zero con il progetto Vesta WTCC, di riuscire a colmare il divario prestazionale con le concorrenti registrato finora dalla Granta, sia in versione S2000 sia in versione TC1, ed andare a risolvere 2 punti cruciali dell’attuale progetto, il problema del peso eccessivo e quello delle dimensioni poco “racing”.

[divider scroll_text=”V8 Supercars”]
[space height=20]

V8 Supercars: Rob Huff alla ricerca di un volante “australiano”

Il campione WTCC 2012, l’inglese Rob Huff, ha rilasciato all’inizio della settimana un’intervista al sito ufficiale del campionato V8 Supercars in cui dichiara che vorrebbe correre in Australia e che quindi sarebbe alla ricerca di un volante. Huff ha tenuto a precisare che ciò a cui si riferisce non è la ricerca di un posto part-time come copilota delle gare endurance, cosa che in passato molti piloti internazionali (soprattutto nel triennio 2010-2012) facevano principalmente per la Gold Coast 600 e che quest’anno 2 connazionali di Huff, Oliver Gavin (che farà coppia con Nick Percat) ed Alex Buncombe (che farà coppia con Todd Kelly), faranno per la Pirtek Enduro Cup. L’ex-campione del mondo Turismo ha proprio precisato che la sua intenzione è correre a tempo pieno nel campionato, lasciando quindi il WTCC in cui nelle ultime 2 stagioni (soprattutto quella in corso, con Lada) sono state molto avare di risultati.

10433840_504109716355893_607350931579634730_n

Huff è consapevole che i piloti europei non hanno ben figurato nel recente passato nel V8 Supercars, con il francese Alex Premat quasi costantemente nelle retrovie con la Commodore GRM ed il suo sostituto, Robert Dahlgren, che a parte rarissime eccezioni, principalmente sul giro singolo durante libere o qualifiche, sta decisamente faticando alla guida della Volvo S60 a tener testa al giovane compagno di squadra Scott McLaughlin, ma ritiene che con il giusto periodo di apprendimento, magari sotto forma di partecipazione alle gare endurance prima del debutto a tempo pieno in campionato, potrebbe riuscire dove altri hanno fallito. Dalle parole di Rob Huff quindi si intuisce che un eventuale debutto a tempo pieno nel V8 Supercars non avverrebbe prima del 2016, con la speranza di riuscire a trovare per il prossimo anno un sedile per la Pirtek Enduro Cup, possibilità che gli è svanita quest’anno ad un passo dalla chiusura dell’accordo a causa degli impegni con Lada nel WTCC.

[divider scroll_text=”STCC”]
[space height=20]

STCC: il weekend di Falkenberg

Falkenberg è stato teatro nello scorso weekend del terzo appuntamento stagionale dello Scandinavian Touring Car Championship. Nelle qualifiche, tempo più veloce per il pilota Volvo Polestar Fredrik Ekblom davanti a Mattias Anderson, pilota ufficiale Dacia. Seconda fila per Thed Bjork con la seconda Volvo ufficiale e per Richard Goransson su Saab, con il pilota BMW Fredrik Larsson quinto che ha preceduto il trio Kia formato da Mattias Lindberg, Linus Ohlsson e Andreas Wernersson. A chiudere la Top 10 Philip Forsman su BMW ed Emma Kimilainen su Saab, con quest’ultima che, in virtù dell’inversione dei primi 10 in griglia in Gara 1, partirà poi in pole per la prima gara del weekend.

STCC Falkenberg

In Gara 1 vittoria di Forsman, che ha approfittato di un errore della Kimilainen in fase di ripartenza dopo un periodo di safety car (dovuto all’incidente tra Goransson ed Ekblom) per andare a prendere la leadership a circa metà gara, senza poi più lasciarla fino all’arrivo sotto la bandiera a scacchi. Per la 25enne pilotessa di Vantaa comunque un ottimo secondo posto, ottenuto riuscendo tra l’altro a resistere agli attacchi del più esperto Ted Bjork nelle fasi finali di gara.

In Gara 2 vittoria di Ekblom davanti a Larsson ed Andersson, che porta quindi nuovamente a podio la Dacia. Anche in questa gara si è reso necessario l’intevento della safety car, a causa di un contatto tra il vincitore di Gara 1 Forsman e Wernersson avvenuto nella parte più veloce del corto tracciato di Falkenberg. La gara è anche stata segnata dal numero di forature avvenuta nel corso dei 27 giri di gara, di cui 2 hanno colpito i piloti Volvo Bjork ed il principe Carl Philip Bernadotte e l’altra la Kimilainen, costretta per questo al ritiro.

Dopo 6 delle 12 gare in programma, Fredrik Larsson comanda la classifica con 135 punti, seguito da Fredrik Ekblom a 125, Thed Bjork a 109, Mattias Anderson a 98 e Richard Goransson a 94. Prossimo appuntamento il 22 e 23 Agosto a Knutstorp.

[divider scroll_text=”V8 Supercars”]
[space height=20]

V8 Supercars: confermate le wildcard per Sandown e Bathurst

Con un ritardo di ben 8 giorni sulla data prevista, il V8 Supercars ha comunicato quali e quante vetture saranno ammesse come wildcard alla Supercheap Auto Bathurst 1000 edizione 2014. Confermato che saranno 3, le wildcard sono state assegnate a Super Black Racing, la formazione neozelandese capitanata da Paul Radisich, che schiererà una Ford Falcon preparata da FPR e Dragon Racing che schiererà le 2 Holden Commodore preparate e schierate lo scorso anno da GRM prima del passaggio a Volvo. Per una delle 2 vetture Dragon Racing è stata concessa inoltre la possibilità di partecipare anche alla gara di Sandown, portando quindi in quell’occasione a 26 le vetture in pista.

DSC00121-edit

Nulla è ancora dato sapere sulle formazioni che guideranno le 3 vetture, anche se è più che lecito pensare che una delle 2 vetture di Dragon Racing, quella che parteciperà anche alla gara di Sandown, potrebbe essere affidata ai giovani Kristian Lindbom e Ben Schoots, già piloti del team nella Dunlop Series.

[divider]
[space height=20]