Touring Weekly: i test WTCC a Vallelunga, Comini da WRT, BOP TCR, una nuova Alfa nel CIT e…

Torna l’appuntamento settimanale sul turismo da corsa firmato Motorsport Rants. Vediamo cosa è successo negli ultimi sette giorni nel rugby dell’automobilismo sportivo…

Prima di cominciare, i nostri più sinceri auguri di buon compleanno a Gabriele Tarquini, che giusto oggi compie 54…stagioni! Auguri Cinghio, il grinta non molla mai!

12801109_1082847458402040_3764684962907849072_n

Oggi e domani a Vallelunga i test WTCC

Fatti i doverosi auguri ad una delle nostre leggende, ripartiamo proprio da Tarquini e tutto il circus del WTCC, riunito a Vallelunga per una tre giorni di test. Fino a venerdi, tutti gli equipaggi ufficiali dei quattro costruttori presenti (Volvo compresa), con l’aggiunta dei quattro privati attualmente ufficializzati (i tre SLR e Filippi, quello sbagliato!), daranno il via ufficiale alla stagione 2016 del mondiale turismo. Un’occasione più unica che rara per gli appassionati italiani, visto anche quest’anno il WTCC non correrà su suolo italiano. Se potete, approfittatene!

 

Comini con la Golf WRT nel mundialito TCR

2016_photo_news_018_c5c858398c35508b784710b05c3d5eb0Alla fine l’annuncio è arrivato: Stefano Comini, campione 2015 del TCR International, ha svelato il suo futuro annunciando l’accordo con la WRT. L’elvetico lascia così la Leon della Target – che probabilmente si consolerà con l’Astra per Oriola – per salire sulla nuova Vw Golf gestita dal team WRT, presente da anni nel mondo GT con l’Audi R8. A propiziare il matrimonio, il marchio di bibite energetiche Leopard, che ha già provveduto a rifornire il buon Stefano…

Taaaac piccola scorta personale 󾌳󾌳󾌳󾌳

Pubblicato da Stefano Comini su Domenica 28 febbraio 2016

A dividere il box con Comini ci sarà il francese Jean-Karl Vernay, con un buon curriculum tra formule e prototipi, mentre a tirare le fila della baracca ci sarà niente-po-pò-di-meno-che Claudio Berro! In bocca al lupo ragazzi!

Quello con la WRT e VW è un ottimo accordo per lo svizzero, visto che rimane all’interno del gruppo automobilistico tedesco ed entra in un team che potrebbe aprirgli anche altre porte del motorsport…

 

Il balance del TCR si farà a Valencia

Fresco dell’accordo con Petri Corse per correre nel Trofeo Lamborghini, Nicola Larini è stato confermato come pietra di paragone per il BOP TCR. Sarà ancora una volta l’espertissimo toscano, pilota di F1, campione DTM 1993 e una vita spesa con le superturismo e l’Alfa, a provare tutte le vetture in pista ed aiutare la commissione tecnica a capire come livellare le prestazioni. Il 14 e 15 marzo, sulla pista di Valencia, Larini proverà una ad una le vetture della serie di Lotti, che a distanza di 12 mesi sono aumentate esponenzialmente. Se nel 2014 c’erano solo la Leon, una primordiale Civic, una recalcitrante Focus e un’Astra ancora in configurazione VLN, quest’anno si aggiungono alla lista la Opel in versione TCR, la Giulietta, la Golf, l’Impreza oltre alle versione 2016 di SEAT e Honda. E durante l’anno arriveranno…i rinforzi.

 

EuroTrophy TCR, ecco le sei gare

Sono state definite le sei gare che daranno vita all’ ‘europeo TCR’, anche se la definizione non è forse la più esatta. Non si tratta di una vero e proprio campionato, come ad esempio l’ETCC, ma di un trofeo all’interno dei campionati nazionali. Le sei gare scelte sono infatti round di altrettanti campionati continentali che ospiteranno, oltre agli abituè nazionali, anche coloro che puntano alla corona europea. Per poter partecipare all’EuroTrophy, però, bisognerà essere iscritti e partecipare ad una delle serie nazionali. Ai fini della classifica varranno i migliori 4 risultati, quindi con possibilità di 2 scarti.

Per capirci meglio, se un pilota italiano vorrà parteciparvi, dovrà allestire un programma nel campionato italiano (o tedesco, o spagnolo, ecc) turismo e poi partecipare ANCHE alle tappe europee selezionate, che si correranno con i regolamenti della serie ospitante. Quindi i piloti si troveranno a dover cambiare gomme, format di gara e tempi nel weekend. Un esperimento che è sopratutto una gran bella idea capace di mettere in mostra le infinite possibilità di un regolamento unico.

In attesa di capire chi vi parteciperà, queste sono le tappe e le date prescelte. Per quanto riguarda l’Italia, sarà la gara di Misano ad ospitare i contendenti all’europeo, mentre l’apertura di Monza sarà concomitante, ma in gare separate, con il mondiale.

15 maggio – Russia – Smolensk Ring
12 giugno – Italia – Misano
7 luglio – Olanda – Zandvoort
7 agosto – Germania – Nürburgring
30 agosto – Belgio – Zolder
6 novembre – Spagna – Jerez de la Frontera

 

Nel CIT arriva una seconda Alfa Romeo Giulietta

2016-img-CIT-Mixed-notizie-alfaromeogiulietta-ideatcs-4Oltre a quella di Gianni Giudici, nel riformato campionato italiano turismo ci sarà anche una seconda Giulietta, schierata dalla Leone Motorsport. Preparata partendo dalla versione Quadrifoglio Verde dalla storica officina romana, l’Alfa sarà portata in pista Giovanni Mancini, pilota, giornalista e direttore della rivista Elaborare. “Sono felicissimo che si ricomponga questo binomio – ha commentato un raggiante Mancini – Proprio con Leone nel 2004 ho conquistato il titolo tricolore di N4 con la Fiat Punto Hgt e non vedo l’ora di tornare in pista con loro. Sono rimasto subito affascinato da questo progetto e devo dire che lo seguiremo con la nostra rivista. Spiegheremo ai lettori come nasce una Giulietta TCS e tutto il lavoro necessario al suo impiego nelle competizioni“.

Massimiliano Palumbo