Touring Weekly: test WTCC a Vallelunga e lineup 2016, arriva l’Astra TCR in Italia ma…

Torna l’appuntamento settimanale sul turismo da corsa firmato Motorsport Rants. Vediamo cosa è successo negli ultimi sette giorni nel rugby dell’automobilismo sportivo…

12805808_1070575713006207_552455024486862493_n

Test pre-season WTCC: è ancora dominio Citroen

Si è svolta la settimana scorsa a Vallelunga la prima sessione di test ufficiali WTCC (a proposito, viste nostre gallery QUI, QUI, QUI ed anche QUI! 🙂 ), due giorni di prove che hanno ufficialmente aperto la stagione 2016. Mercoledi sera, al termine della prima giornata, è stato presentato alla stampa anche il nuovo campionato e le vetture che vi parteciperanno. Per rimanere strettamente ai test, a svettare sono state ancora una volta le Citroen, prime in tutte e tre le sessioni. Lopez e Bennani si sono divisi la leadership, con il campione in carica sempre al top quando ha guidato lui. Buona la prestazione di un po’ tutte le Citroen, comprese le private. Assente la Lada, che proverà in separata sede, buona prova hanno dato le nuovissime Volvo, veloci anche se nella seconda giornata hanno sofferto qualche noia tecnica. A muro John Filippi, così come anche Ekblom ha cambiato un po’ la sua S60. Prove interlocutorie per la Honda, che ha girato con tutti e tre i suoi piloti ufficiali ma non ha mai stampato tempi di rilievo. Giusto per capire la consistenza delle prove dei giapponesi, il solo Michelisz ha chiuso quasi 100 giri nei due giorni.

 

WTCC 2016: attese 20 vetture

COR_WTCC_Front_d763d-1Come dicevamo in apertura, a Vallelunga è stato presentato anche il campionato 2016 con buona parte dei protagonisti. Se tutto o quasi si sapeva delle 10 vetture ufficiali, sono arrivare alcune notizie sul fronte privati. Tom Coronel ha confermato la sua presenza sulla Cruze della ROAL, mentre Renè Munnich sarà al via della propria Chevrolet gestita dalla sua squadra. Il team tedesco cerca però un sostituto per le gare in cui Renè avrà concomitanze con il rallycross. La Nika Racing ha annunciato l’accordo con il formulista John Bryant-Meisner, 21 anni, svedese, che è stato selezionato per il Swedish Young Generation Programme. Rimangono in standby l’altra Chevrolet Campos e la Honda Zengo. Resteranno probabilmente ferme le Cruze ex Chilton e quella della Bamboo, così come la Civic Proteam.

Ricapitolando, vediamo chi sarà in pista.

Ufficiali:

Citroen: Lopez, Muller
Honda: Huff, Monteiro, Michelisz
Lada: Tarquini, Valente, Catsburg
Volvo: Ekblom, Bjork

Privati:

Citroen SLR: Bennani, Chilton, Demoustier
Honda Nika: Bryant-Meisner
Chevrolet ROAL: Tom Coronel
Chevrolet Campos: Filippi
Chevrolet Munnich: Munnich-TBA
Chevrolet Campos: TBA
Honda Zengo: TBA

Arriva l’Astra TCR in Italia, ma non correrà nel campionato italiano turismo!

Cattura

La notizia ha destato scalpore: la Sirio Motorsport, impegnata negli scorsi anni nella Clio RS Cup, ha comprato una nuova Opel Astra TCR. Obiettivo non è però il CIT, il campionato turismo italiano che vale da TCR Italia, ma…la Coppa Italia, dove sono ammesse anche le TCR. Una mossa che ha destato scalpore e che è stata annunciata al pubblico dal Gruppo Peroni Race in modo decisamente provocatorio, giusto per ribadire gli…ottimi rapporti di buon vicinato tra promoter e federazione. Al volante dell’Astra TCR, ci saranno Alessio Caiola ed Ercole Cipolla, entrambi provenienti dalla RS CUP. La macchina arriverà solo a maggio, quindi debutterà a partire dalla terza tappa di Misano. La scelta della Coppa Italia è per avere tempo e modo di crescere?

 

 

CIT: svelata la livrea della Peugeot 308 Mi16 per il TCS

DEFINITIVA ANT 308 Mi16Ufficializzata nelle scorse settimane, la Peugeot 308 Mi16 – TCS classe 1.6 – ha svelato la livrea con cui scenderà in pista questa stagione. Al volante ci sarà Massimo Arduini (in coppia con Renato Gaiofatto?), driver e team manager della 2T Course e Reglage, la struttura che insieme alla Procar gestirà la francesina sui campi gara. Freni Brembo, roll bar e interni Sparco, l’obiettivo della piccola 308 è andare a sfidare le più potenti TCS 2.0. Una curiosità, la versione di base da cui si è partiti per realizzare l’auto da gara non è la top di gamma da 271 cv, ma la più pacifica – si fa per dire – versione da 250 puledri. Questo perchè l’elettronica della 270cv non permette di bypassare gli aiuti alla guida (ABS, ESP, TCS ma anche banalmente gli airbag) mentre con la più docile delle GTi si ha più libertà di agire sull’elettronica della vettura.

Massimiliano Palumbo