Touring Weekly: Whincup domina le prime gare di Sydney, il WTCC annuncia il calendario 2015 e altro

Race 37

Nuovo appuntamento con Touring Weekly, la rubrica di Motorsport Rants dedicata al mondo del turismo internazionale. In questo ricco numero parleremo di V8 Supercars, WTCC, ETCC, BTCC, TC3 e Super TC2000.

[divider scroll_text=”V8 Supercars”]
[space height=20]

V8 Supercars: Whincup domina le prime gare di Sydney

Iniziato a Sydney l’ultimo weekend 2014 per quanto riguarda il V8 Supercars. In un weekend che si sta caratterizzando per il maltempo, sul difficile circuito dell’Olympic Park sta succedendo di tutto. Nelle prime qualifiche tenutesi stanotte si hanno avuto diverse sorprese: nella prima sessione, conclusasi anzitempo per la doppia uscita, nello stesso punto della pista, di Marcos Ambrose e Craig Lowndes, il più veloce è stato Will Davison, che ha così portato alla prima pole la Erebus Mercedes. Secondo posto per Jamie Whincup, che ha preceduto David Reynolds, Tim Slade, Scott McLaughlin, Mark Winterbottom, Fabian Coulthard e Chaz Mostert.

Nella seconda sessione invece il più veloce è stato Jason Bright, alla sua terza pole stagionale. Bright ha preceduto di soli 8 centesimi Shane Van Gisbergen, con McLaughlin e Whincup subito dietro. Completano la Top 10 James Courtney, Winterbottom, Reynolds, Slade, Garth Tander e Coulthard, con Rick Kelly migliore dei Nissan in quattordicesima posizione e Will Davison diciottesimo. Solo 23 vetture hanno partecipato a questa sessione, con Ambrose e Lowndes fuori dopo la precedente qualifica e Lee Holdsworth che ha completamente saltato le qualifiche a causa dei danni riportati dalla sua Mercedes nelle libere in un incidente, casualmente nello stesso punto di quelli di Ambrose e Lowndes.

Classifica completa qualifiche Gara 36
Classifica completa qualifiche Gara 37

A Jamie Whincup l’aver vinto in anticipo il suo sesto titolo sembra non esser bastato. Infatti, in entrambe le gare odierne è stato lui a vincere, conquistando il gradino più alto del podio sia in Gara 36 che nella ridotta Gara 37, chiusa dopo soli 23 giri a causa del forte temporale abbattutosi sul circuito, ultimo fenomeno di un weekend caratterizzato dal maltempo nell’area di Sydney. Sul podio di Gara 36 insieme a Whincup sono saliti Tim Slade e David Reynolds, entrambi alle loro migliori prestazioni stagionali. Dietro di loro, McLaughlin, Rick Kelly, Van Gisbergen, David Wall, Coulthard, Bright e Tander completano la Top 10, con Lowndes risalito dalle retrovie fino alla tredicesima posizione, mentre Mark Winterbottom ha chiuso ventitreesimo dopo essere anche finito a muro nelle prime fasi di gara. Ventesimo al traguardo Marcos Ambrose, che ha ammesso di avere ancora molto da imparare dalle nuove vetture, mentre il poleman Will Davison non ha concluso la gara a causa di problemi allo sterzo, lasciando Holdsworth l’unico pilota Erebus al traguardo in diciassettesima posizione.

Classifica completa Gara 36

Come detto, a causa di un forte temporale che ha limitato la visibilità e reso impraticabile la pista, la seconda gara odierna si è conclusa dopo 23 dei 37 giri previsti. Al momento della conclusione anticipata della gara, Jamie Whincup si trovava in testa davanti a Shane Van Gisbergen e Scott McLaughlin, che sono quindi saliti in quest’ordine sul podio. Dietro di loro, il poleman Bright, Winterbottom, Courtney, Slade, Michael Caruso, Scott Pye e Tander hanno completato la Top 10, mentre Craig Lowndes ha chiuso ventesimo subito davanti a Marcos Ambrose e Will Davison è risultato il migliore del duo Erebus in tredicesima posizione.

Classifica completa Gara 37

Questa notte gli ultimi 3 appuntamenti per il 2014, con le qualifiche di Gara 38 alle 1:05, seguite alle 3:30 dal Top 10 Shootout e da Gara 38, l’ultima dell’anno, alle 5:40.

Dario Riccioni


[divider scroll_text=”WTCC”]
[space height=20]

WTCC: annunciato il calendario 2015

AUTO - WTCC MACAU 2014

Nell’ultimo consiglio federale della FIA tenutosi a Doha, in Qatar, è stato anche diramato il calendario definitivo del mondiale turismo del prossimo anno. La brutta notizia è che per la prima volta il WTCC farà a meno della tradizionale e decisamente caratteristica trasferta asiatica di Macao, sostituita dalla gara in notturna a Losail. I fan potranno comunque consolarsi con l’annunciato arrivo della gara sul mitico Nordschleife, prevista a metà maggio. In Giappone Montegi potrebbe sostituire Suzuka, mentre le altre due new entry sono Vila Real in Portogallo e Buriram in Thailandia. Escono di scena oltre la già annunciata Macao, l’Austria e Spa, oltre ovviamente alla seconda trasferta cinese disputata una tantum quest’anno. Ancora tremendamente assente l’Italia.

6-8 March ARG Termas de Rio Hondo

17-19 April MOR Moulay El Hassan

1-3 May HUN Hugaroring

15-16 May DEU Nordschleife

5-7 June RUS Moscow Raceway

19-21 June SVK Slovakiaring*

26-28 June FRA Paul Ricard

10-12 July PRT Vila Real

11-13 September JPN Japan (TBC)

25-27 September CHN Shanghai

30 Oct – 1 Nov THA Buriram

20-22 November QAT Losail*

* Soggetti agli accordi coi promotori

Massimiliano Palumbo


[divider scroll_text=”ETCC”]
[space height=20]

ETCC: annunciato il calendario 2015, si passa da 5 a 6 appuntamenti

_ML28173

Insieme al calendario WTCC, la FIA ha diramato anche il calendario dell’European Touring Car Cup, campionato partito nel 2005 come gara singola e dal 2010 diventato campionato suddiviso su più appuntamenti. La prima novità visibile è l’aumento dai 5 appuntamenti di quest’anno ai 6 del 2015, che comprendono alcuni cambiamenti per l’ETCC. Il via ad inizio Maggio all’Hungaroring, circuito su cui l’europeo non ha mai corso, per passare poi a fine Giugno allo Slovakiaring ed una settimana dopo al Paul Ricard, le uniche 2 tappe 2015 in concomitanza con il WTCC. Ad un mese circa di distanza dalla tappa francese si passa al Salzburgring, che il prossimo anno non farà parte del mondiale, per poi approdare il 6 Settembre a Brno e chiudere anche il prossimo anno in Italia, a Pergusa, ad inizio Ottobre.

May 5th – Hungaroring, Hungary

June 21st – Slovakiaring, Slovakia

June 28th – Paul Ricard, France

July 26th – Salzburgring, Austria*

September 6th – Brno, Czech Republic

October 4th – Pergusa, Italy

* Soggetto agli accordi coi promotori

Dario Riccioni


[divider scroll_text=”BTCC”]
[space height=20]

BTCC: il campionato diventa categoria europea

Start

Il consiglio federale a Doha ha anche presentato a sorpresa i nuovi regolamenti turismo TCN-1 e TCN-2 per, rispettivamente, serie turismo nazionali top ed economica. La TCN-2 è in pratica il regolamento in vigore nel campionato turismo argentino, mentre molto rumore ha fatto l’annuncio della serie maggiore, che prende pari pari il regolamento BTCC.

I perchè sono tanti, il primo è quello che si potrebbe definire come un mostruoso conflitto di interessi. Il presidente della commissione turismo FIA è Alan Gow, organizzatore del BTCC, che ha proposto il suo campionato come riferimento per la federazione. E già qui qualcuno potrebbe sorridere, ma la cosa alquanto singolare è che il regolamento del turismo inglese, almeno preso così com’è, obbliga i team ad acquistare alcune parti standard delle vetture dalla TOCA, società di Alan Gow che gestisce il BTCC. Questo vorrebbe dire che, a meno di aperture nel regolamento, chiunque voglia adottare il regolamento TCN-1 per il proprio campionato nazionale è costretto a comprare alcuni pezzi da Gow, colui che ha proposto, e in fin dei conti fatto approvare, il “suo” campionato dalla FIA.

Altra cosa da rimarcare è che questa improvvisa volontà da parte della federazione di stabilire delle linea guida per i campionati turismo nazionali sembra quasi essere un dispetto verso la neonata TC3/TCR, che punta proprio a creare un regolamento unico mondiale per le piccole turismo. La benedizione della FIA, sia ben chiaro, non obbliga nessuno a fare nulla, sono solo delle linee guida che ognuno poi può scegliere se seguire o meno. Resta però il dato che i “rivoltosi del BTCC”, quelli che snobbarono i regolamenti S2000 facendosene uno proprio, diventino la strada da seguire proprio quando un ex-manager del campionato top FIA decide di farsene uno suo…

Massimiliano Palumbo


[divider scroll_text=”TC3″]
[space height=20]

TC3: il campionato diventa TCR, arriva Macao?

10372526_306566022876197_3177719571017421064_n

Cambio di nome per la TC3 International Series che, per evitare fraintendimenti di qualsiasi genere – GT3 e TC1 FIA – diventa TCR e per l’occasione arriva anche il riconoscimento ufficiale del campionato da parte della FIA (ma c’è un MA, leggi notizia sopra). Cambiati di conseguenza anche tutti gli indirizzi internet e tutti i nomi sui social. La WSC Ltd, promoter della categoria, ha anche nominato Marcello Lotti come proprio CEO, a ulteriore testimonianza del grande coinvolgimento del manager italiano nella serie.

Con l’abbandono di Macao da parte del WTCC (leggi notizia su), la Guia Race potrebbe – anzi, ad ascoltare i ben informati, dovrebbe – essere ripescata dal TCR, che ha ancora un TBA nell’ultima casella del calendario.

Massimiliano Palumbo


[divider scroll_text=”Super TC2000″]
[space height=20]

Super TC2000: Fiat domina a Potrero de Los Funes, Girolami è il campione 2014

0125

Si è svolto nello scorso weekend a Potrero de Los Funes l’ultimo appuntamento del campionato Super TC2000 argentino. L’appuntamento è stato segnato da un dominio Fiat, con le Fiat di Mariano Werner e Facundo Ardusso rispettivamente in pole ed al terzo tempo (seconda la Toyota di Mathias Rossi) in qualifica e la doppietta in gara, con Ardusso davanti a Werner.

Il quarto posto in gara di Nestor Girolami è comunque bastato al pilota Peugeot per vincere il titolo, con i diretti contendenti Leonel Pernia e Norberto Fontana che hanno chiuso rispettivamente al decimo ed al quinto posto, quindi entrambi dietro Girolami, mentre il quarto contendente al titolo, seppur lontano dalla vetta, Agustin Canapino (compagno di squadra di Girolami) è stato escluso dalla gara in seguito al contatto all’ultimo giro proprio con Pernia e che ha favorito principalmente il secondo al traguardo Werner ed il terzo Esteban Guerrieri.

Oltre al titolo piloti, Peugeot incassa anche il titolo costruttori ed il titolo team, con il Peugeot LoJack Team.

Dario Riccioni