Modifiche regolamentari per il V8 Supercars 2014

Gli organizzatori del campionato V8 Supercars hanno ufficializzato, alla fine della scorsa settimana, alcune modifiche regolamentari che entreranno in vigore con l’inizio della stagione 2014, previsto per il weekend dal 27 Febbraio al 2 Marzo ad Adelaide con la Clipsal 500.

dunlopv8scLa prima modifica riguarda l’utilizzo delle gomme durante i weekend di gara. I nuovi regolamenti infatti prevedono che, al termine delle prove libere, ogni team consegni al fornitore unico della serie (Dunlop) un set di gomme, nuovo o già utilizzato. Questo set di gomme entrerà a far parte della “banca delle gomme” a disposizione di ogni team, che potrà riutilizzare tale set in un evento successivo o in uno dei test day. Gli organizzatori del campionato prevedono che questa nuova regola porterà maggior spettacolo durante le sessioni di prove libere, con i piloti che non solo dovranno gestire le proprie gomme in funzione del weekend di gara ma anche in funzione di come gestire la propria “banca delle gomme”, creando quindi già dalle prove libere differenti strategie sull’utilizzo del numero limitato di set a disposizione ogni weekend di gara.

safetycarv8scInserita nel regolamento anche una nuova gestione delle ripartenze dopo un periodo di safety car. Le nuove regole prevedono l’introduzione di una zona di accelerazione in prossimità del traguardo, simile a quanto visto quest’anno nel campionato Nascar. Prima di rientrare in pit lane, la safety car rallenterà fino a 60km/h, velocità che i piloti dovranno poi mantenere fino al raggiungimento della zona di accelerazione, da cui poi potranno riprendere il normale ritmo di gara. Questa decisione è stata presa per evitare ripartenze anticipate, fenomeno che quest’anno ha visto il suo culmine ad Austin, dove nella terza gara del weekend i 3 piloti in quel momento in testa (Coulthard, Lowndes e Whincup) hanno effettuato appunto una ripartenza anticipata, su cui poi si è avuta un’investigazione dei commissari di gara che è costata ad ognuno 30 punti di penalizzazione in campionato. Dopo Austin, anche per le 4 ripartenze avute nel weekend della Armor All Gold Coast 600 ci sono state investigazioni dei commissari di gara, che non hanno però portato a penalizzazioni.

Le altre nuove regole per il prossimo anno includono:

  • Il cambio di denominazione delle vetture da “Car of the Future” (COTF) a “New Generation” (NG).
  • Il termine delle sessioni di prove libere entro il tempo prestabilito (si presume quindi che in caso di bandiere rosse il cronometro non venga più fermato).
  • L’aumento della durata delle prove libere per i weekend di Winton, Queensland Raceway e Sidney Motorsport Park, con l’estensione della prima sessione di prove libere a 75 minuti.
  • L’aggiunta 15 minuti cumulativi di durata alle qualifiche nel caso di eventi con 2 sessioni di qualifica nello stesso giorno. Non è stato però ancora specificato se i 15 minuti saranno suddivisi equamente tra le 2 sessioni (aumentandole di 7 minuti e mezzo ognuna) o se la suddivisione sarà a discrezione della direzione di gara.
  • L’applicazione del regolamento FIA in caso di vettura ferma in griglia alla partenza, con quindi un nuovo giro di formazione ed una nuova partenza, e per quanto riguarda la sospensione e successiva ripartenza della gara.
  • L’introduzione di una nuova regola che prevede che ogni vettura imbarchi lo stesso quantitativo di carburante per le gare domenicali, ad esclusione di quelle facenti parte della Pirtek Enduro Cup, secondo quanto già visto quest’anno alla Armor All Gold Coast 600.