Notizie V8 Supercars: test gomme a Phillip Island, Davison lascia FPR ed altro

Test gomme a Phillip Island: Lo scorso 7 Novembre si è tenuto a Phillip Island un test per verificare la tenuta delle gomme Dunlop (unico fornitore della serie) sul nuovo asfalto del circuito. Questo test è stato ritenuto necessario dagli organizzatori della serie dopo aver notato le difficoltà che sono state riscontrate dalla MotoGP nella gara di fine Ottobre. I test sono stati effettuati con un prototipo Holden Car of the Future con livrea Xbox One (gli organizzatori della serie hanno però voluto specificare che non si trattava della vettura portata in pista a Bathurst da Priaulx ed Ekstrom) guidato da Nick Percat, pilota che ha affiancato quest’anno Garth Tander nelle 3 gare endurance della stagione. Le gomme Dunlop non solo si sono mostrate in grado di reggere la distanza di 120km, distanza massima su cui si svolgeranno le gare che compongono il prossimo evento della Sargent Security Phillip Island 360 in programma tra poco più di 2 settimane, ma il tempo più veloce fatto registrare da Percat è stato di un secondo più basso rispetto all’attuale record del circuito per le vetture V8 Supercars, fatto registrare da Craig Lowndes nelle qualifiche del 2000 con un tempo di 1:33.270.

davisonWill Davison lascia FPR: a fine stagione Will Davison lascerà il Ford Performance Racing. A comunicarlo è stato nelle scorse settimane lo stesso pilota, che ha anche specificato che rimarrà comunque in V8 Supercars, senza però annunciare quale sarà il suo nuovo team. Probabilmente un annuncio in tal senso verrà fatto solo dopo la fine della stagione, nel frattempo però Rod Nash, co-proprietario della struttura che gestice FPR, rilasciando un’intervista sul sito ufficiale della serie ha dichiarato che il team, nonostante avesse inizialmente proposto al pilota uno stipendio più basso rispetto a quello della stagione in corso, era arrivata a fare una proposta sostanziosa, offrendo uno stipendio più alto rispetto all’attuale, per convincere Davison a rimanere. Quest’ultimo però ha deciso di migrare lo stesso verso altri lidi ed FPR è corsa quindi ai ripari ingaggiando Chaz Mostert, giovane pilota che ha debuttato quest’anno nella serie arrivando già alla vittoria nel weekend al Queensland Raceway. Che problemi e/o decisioni del team come quella di Sandown (richiamare entrambe le vetture in pitlane durante un periodo di safety car, costringendo Davison ad accodarsi ed attendere il pit-stop del compagno di squadra Winterbottom) abbiano influito sulla decisione di Will?

Nel 2014 arriva Volvo: nel 2014 sarà presente in griglia un nuovo costruttore. Volvo infatti ha siglato un accordo col Garry Rogers Motorsport per schierare 2 Volvo S60 nel 2014, mentre è annuncio di oggi che dal 2015 potrebbero diventare 3 o anche più. L’accordo prevede la sparizione del GRM dal campionato, nome storico della serie presente dal 1996 (quando ancora era ATCC), per diventare Volvo Polestar Racing. Polestar è già al lavoro sul motore della nuova vettura, ma per vederla in azione molto probabilmente dovremo attendere i test aerodinamici collettivi previsti per Gennaio. Sul piano piloti, confermata la presenza il prossimo anno del neozelandese Scott McLaughlin, autore di ottime prestazioni e vincitore di gara 4 nell’evento extra-campionato di Melbourne e di gara 1 a Pukekohe. Incerta invece la presenza del francese Alex Premat, autore di prestazioni altalenanti durante la stagione e raramente al passo col più giovane compagno di squadra. Come eventuale sostituto, il più accreditato al momento pare Jack Perkins, pilota che quest’anno ha affiancato McLaughin durante la Pirtek Enduro Cup. A meno che Davison…

volvo-mclaughlin

Nissan alla disperata ricerca di velocità: nel corso della settimana appena trascorsa, Kelly Racing ha inviato alla struttura Nismo in Giappone uno dei loro motori utilizzati nelle ultime 2 gare per cercare di risolvere il problema delle scarse prestazioni velocitistiche. Nonostante infatti le Altima siano riuscite a portare a casa una doppietta a Winton, circuito lento e tortuoso, su circuiti più veloci le Nissan hanno fatto registrare velocità massime più basse rispetto a Ford, Holden e Mercedes. A Bathurst infatti, circuito veloce e con lunghi rettilinei, la miglior prestazione delle Altima è stato il 18esimo posto finale della coppia composta da James Moffat e Taz Douglas. Questi interventi sul motore vanno ad affiancare quelli sull’aerodinamica, altro punto problematico in casa Nissan. Da Ottobre infatti, è entrato a far parte della struttura australiana Ben Bowlby, progettista della Nissan Zeod RC, per cercare di risolvere i problemi aerodinamici della Altima, punto quest’ultimo che viene ritenuto co-responsabile delle basse velocità di punta delle vetture.

erebusErebus alle prese con pesanti abbandoni: Erebus Motorsport, la struttura che gestisce in forma non ufficiale le 3 Mercedes E63 AMG presenti in campionato, ha confermato per voce del CEO Ryan Maddison che sarà presente anche il prossimo anno in griglia, nonostante i pesanti abbandoni che stanno facendo registrare in questo finale di stagione. Infatti, se da un lato è sicuro l’abbandono di Tim Slade, destinato a sostituire Russell Ingall al Supercheap Auto Racing, dall’altra sono annunci recenti quelli di Irwin Tools che abbandonerà completamente la serie, lasciando quindi al momento la vettura numero 4 di Lee Holdsworth senza sponsorizzazione per il prossimo anno, e quello di SP Tools che diventerà il prossimo anno sponsor di Holden Racing Team, lasciando quindi anche la vettura 9, attualmente affidata al tedesco Maro Engel, senza sponsorizzazione. A proposito di Engel, si vocifera che quasi sicuramente non verrà confermato date le prestazioni dimostrate nel corso dell’anno non all’altezza delle aspettative, sempre nelle retrovie ed ultimo in classifica tra i piloti “regolari”. Ancora non è una cosa ufficiale, ma molto probabilmente un annuncio al riguardo verrà fatto dopo la conclusione della stagione. Unico sponsor che ha invece confermato il proprio impegno con Erebus è Heavy Haulage Australia, che ha confermato il proprio impegno come sponsor principale della numero 47, il cui posto di guida è ancora vacante non essendo ancora stato comunicato chi prenderà il posto di Slade.