V8 Supercars: di tutto di più nella prima parte della Bathurst 1000

BztxZZ5CMAAoit1

Come recita il titolo, in questi primi 81 giri dei 161 della Bathurst 1000 è successo veramente di tutto. Diversi incidenti, soprattutto nella curva Griffin’s Bend, la seconda del circuito, che ha visto diversi piloti andare a muro a causa dell’asfalto che si è andato man mano sgretolando rendendo la parte esterna della curva molto sporca e scivolosa. Proprio l’asfalto che andava man mano degradandosi ha portato la direzione gara a sospendere la gara con bandiera rossa, cosa successa solamente altre 2 volte nella storia della gara più importante d’Australia.

5 gli interventi finora della Safety Car. A parte quello che ha portato poi alla sospensione della gara al giro 61, l’ultimo ingresso della vettura di sicurezza al giro 72 a causa della vettura di Scott Pye (al momento alla guida) ed Ash Walsh ferma all’ingresso della Caltex Chase, dopo che la DJR #16 è finita a muro pare per un problema ad una delle gomme posteriori, come dichiarato da Pye. Al giro 66 invece neutralizzazione a causa del testacoda nella parte alta del tracciato di Steven Johnson, che finisce a muro con la DJR #17, questo weekend con livrea retro per celebrare l’ultima vittoria nel ’94 di Dick Johnson.

Intervento precedente al giro 45 a causa del dritto a Griffin’s Bend di Paul Morris, finito nelle gomme con la FPR #6, mentre poco prima Luke Youlden con la #14 BJR colpiva un canguro più o meno nello stesso punto. Grosso errore durante la neutralizzazione per Dale Wood, che arriva sulle vetture che procedevano lentamente dietro la SC a velocità troppo sostenuta, tamponando il compagno di squadra Andrew Jones, alla guida della numero 8 Team BOC. Al giro 26 infine il primo ingresso della Safety Car, a causa della vettura BJR #14 insabbiata alla Caltex Chase a causa di un errore di Luke Youlden.

Al momento attuale, Scott McLaughlin guida la gara davanti a Nick Percat e Shane Van Gisbergen. Quinto Mark Winterbottom, undicesimo Craig Lowndes e diciannovesimo Jamie Whincup, che ha anche dovuto scontare un drive-througt per essere rientrato sul tracciato in modo troppo arrembante dopo un lungo alla Caltex Chase, finendo contro la Nissan Altima di Rick Kelly.