V8 Supercars: Van Gisbergen/Webb in pole per la Bathurst 1000

Screen Shot 2014-10-11 at 7.20.16 pm

Al termine di un’altra giornata intensa, la numero 97 V.I.P. Petfoods di Tekno Autosport ha conquistato la pole per la gara più importante della stagione V8 Supercars, la Supercheap Auto Bathurst 1000.

La giornata è iniziata con l’ultima sessione di prove libere, la sesta, che è stata caratterizzata dall’incidente che ha visto protagonisti Warren Luff e Craig Lowndes. Luff, alla guida della HRT #2 solitamente guidata da Garth Tander, si è ritrovato alla fine di Mountain Straight completamente senza freni, intraversandosi all’ingresso di curva 2 e centrando l’incolpevole Lowndes. Incidente spettacolare, dovuto anche alla velocità di 260km/h a cui solitamente si arriva alla fine del lungo rettilineo, da cui i piloti sono usciti incolumi dalle vetture letteralmente distrutte (la HRT nell’impatto con le barriere si è ritrovata ad atterrare su un fianco), con la numero 2 dichiarata fuori dai giochi per l’impossibilità di ripararla coi pochi mezzi a disposizione sul posto e la numero 888 che vedrà un duro lavoro degli uomini Triple Eight per portarla in pista per il Top 10 Shootout, riuscendo a portare a termine l’impresa.

Tra le libere e lo Shootout si è tenuta la Wilson MedicOne Enduro, gara valida per la Dunlop Series. La gara ha visto ben 10 dei piloti che saranno impegnati domani scendere in pista per la prima gara endurance della sorella minore del V8 Supercars. La vittoria è andata a Paul Dumbrell (co-pilota di Jamie Whincup), che ha letteralmente dominato la gara lasciando la testa solo in occasione del pit-stop.

Grazie a questa vittoria Dumbrell ha anche vinto con un appuntamento in anticipo il titolo Dunlop Series approfittando del ritiro di Ash Walsh (co-pilota di Scott Pye), finito a muro con una dinamica simile e nello stesso punto dell’incidente avvenuto ieri a David Reynolds durante le qualifiche. Con Dumbrell sul podio sono saliti Cameron Waters (co-pilota di Jack Perkins) e Chris Pither (co-pilota di Dale Wood), che hanno preceduto un altro pilota che sarà impegnato anche nella gara di domani, Andrew Jones (co-pilota di Jason Bright).

Nel Top 10 Shootout invece ad avere la meglio è stato Shane Van Gisbergen che, sceso in pista per penultimo, ha fatto registrare il tempo di 2:06.3267. Accanto alla numero 97 partirà la FPR #5 del vincitore dello scorso anno Winterbottom e Steve Owen, mentre alla prima apparizione dal 1998 Volvo partirà dalla terza piazza grazie alla prestazione di Scott McLaughlin. Dal quarto posto partirà  quella che dopo lo shootout è diventata la vettura migliore del trio BJR, la numero 8 Team BOC, che ha preceduto la numero 14 Lockwood Racing (sempre BJR), con un Fabian Coulthard sceso in pista per ultimo e non in grado di ripetere la prestazione di ieri.

Al sesto posto la Triple Eight #888, che quindi rispetto alle qualifiche guadagna qualche posizione, seguita dalla Nissan Norton Hornets #360, la Team Advam/GB #21 della rivelazione Dale Wood e la Jeld-wen FPR #18, che partirà dalla quinta fila affiancata dalla HRT #22, salita al decimo posto a causa del ritiro della gemella #2 ma che non ha partecipato allo shootout per un discorso di regolamento: allo Shootout possono partecipare solo i 10 più veloci delle qualifiche, a prescindere da eventuali ritiri. Essendo quindi risultata nelle qualifiche solamente undicesima, la vettura di James Courtney e Greg Murphy non ha quindi potuto partecipare alla sessione. Di seguito gli highlights del Top 10 Shootout.

Classifica completa sesta sessione prove libere
Classifica completa Top 10 Shootout

Classifica completa Wilson MedicOne Enduro

Il weekend si concluderà a partire da questa sera, con alle 22:50 il warmup di 20 minuti ed il via della gara da 161 giri alle 1:30.