V8 Supercars: il weekend di Bathurst inizia con sorprese a non finire

20141010_152150__E7R97881

Iniziato nel migliore dei modi il weekend della Supercheap Auto Bathurst 1000 edizione 2014. Tra ieri ed oggi si sono tenute 5 sessioni di libere e la sessione di qualifiche da cui sono usciti i 10 nomi che domani si giocheranno la pole nel Top 10 Shootout.

Come previsto, con la riasfaltatura del tracciato (eseguita lo scorso Dicembre) i tempi sul giro delle V8 Supercars sui 6,2km del saliscendi del Nuovo Galles del Sud sono decisamente scesi, facendo registrare già dalle libere nuovi record. Il primo è stato fatto segnare ieri da David Reynolds, che con la sua verde Bottle-O Falcon ha fatto fermare il cronometro sul tempo di 2:06.2714. Tale record è però durato appena l’arco di una notte, col compagno di squadra Mark Winterbottom che ha fatto registrare nelle quinte libere un 2:05.9011 che ha segnato la prima volta di una V8 Supercars sotto il muro dei 2 minuti e 6 secondi.

Tuttavia, con il ritmo più sostenuto delle qualifiche, è stato Fabian Coulthard a marcare per ultimo il nuovo record della pista, conquistando la pole provvisoria con il tempo di 2:05.6080. Il pilota neozelandese del Brad Jones Racing ha preceduto il connazionale Shane Van Gisbergen, mentre il compagno di squadra Dale Wood con una zampata all’ultimo secondo (ultimo a passare sotto la bandiera a scacchi a fine qualifiche) ha fatto registrare il terzo tempo.

Mark Winterbottom non è riuscito a confermare la prestazione della mattina, facendo registrare un 2:06.2556 che gli vale solamente il quarto posto, seguito da Scott McLaughlin, Jason Bright (quindi tutte e 3 le vetture BJR parteciperanno al Top 10 Shootout), Jack Perkins, James Moffat, Garth Tander e Craig Lowndes, che all’ultimo spodesta James Courtney dalla Top 10.

La sessione ha regalato nelle prime fasi 2 sorprese, quando David Reynolds e Jamie Whincup, 2 piloti dati già per certi in Top 10, sono finiti a muro a distanza di poco tempo, portando la direzione gara ad esporre per 2 volte la bandiera rossa. I 2, non avendo avuto modo di far registrare tempi significativi, partiranno dal fondo. Al termine delle qualifiche avevano fatto registrare il venticinquesimo (Whincup) e ventiseiesimo (Reynolds) tempo, ma con la penalizzazione di Chaz Mostert (qualificatosi quattordicesimo, ma escluso dalla sessione per aver compiuto un sorpasso con bandiera rossa esposta e quindi partirà ventiseiesimo) partiranno rispettivamente ventiquattresimo e venticinquesimo.

Unico costruttore a non essere presente in Top 10 Mercedes, con i 4 piloti a lottare con un sovrasterzo che pare non voglia in alcun modo abbandonare le E63 AMG. In virtù della penalizzazione di Mostert, i fratelli Davison scatteranno dalla diciassettesima posizione, mentre la coppia Holdsworth/Baird dalla diciottesima. Di seguito gli highlights delle qualifiche.

Il programma del weekend continuerà questa notte, con la sesta ed ultima sessione di libere alle 1:20 ed il Top 10 Shootout alle 8:10. Nel mezzo, la Wilson MedicOne Enduro, prima prova nella storia della Dunlop Series a svilupparsi su un’unica gara endurance, in questo caso da 250km. Importante da seguire per il fatto che parteciperanno alla gara 9 piloti che prenderanno parte anche alla gara di domenica. Per la cronaca, Paul Dumbrell (copilota di Jamie Whincup) ha finora dominato il weekend, con il miglior tempo in entrambe le sessioni di libere e la pole position guadagnata rifilando oltre 7 decimi di distacco a Chris Pither, copilota di Dale Wood. Il via della Wilson MedicOne Enduro è alle 4:00.

Classifica completa prima sessione di prove libere
Classifica completa seconda sessione di prove libere
Classifica completa terza sessione di prove libere
Classifica completa quarta sessione di prove libere
Classifica completa quinta sessione di prove libere
Classifica completa qualifiche

Classifica completa prima sessione di prove libere Dunlop Series
Classifica completa seconda sessione di prove libere Dunlop Series
Classifica completa qualifiche Dunlop Series