Categorie
V8SC

V8 Supercars: Whincup vince, Lowndes e Winterbottom affondano

Si è conclusa da poco la prima gara del Weekend al Sydney Olympic Park. Ad uscirne vincitore è stato Jamie Whincup, alla sua prima vittoria su questo tracciato, mentre Craig Lowndes e Mark Winterbottom “affondano” con il primo quindicesimo al traguardo ed il secondo ritirato e quindi definitivamente tagliato fuori dalla lotta per il titolo.

Nonostante un ottimo spunto al via, Winterbottom non è riuscito a sfruttare la partenza dalla prima fila, facendosi infilare in curva 1 da Webb e Whincup e perdendo un altro paio di posizioni nel corso del primo giro. Trovandosi quindi nel traffico, il Pepsi Max Crew FPR adotta la strategia di un primo pit stop anticipato già al giro 6, imitato al giro successivo da Lowndes, per poter girare con strada libera davanti. Tale strategia lo porta a lottare con Lowndes nelle retrovie fino al contatto tra i 2, avvenuto poco dopo il restart in seguito al primo intervento della safety car, ed in cui si è ritrovato coinvolto anche David Reynolds. Ad avere la peggio in questo contatto è proprio la Falcon di Winterbottom, che più tardi nel corso della gara si ritrova a muro nella stessa curva, la 10. Winterbottom quindi è costretto al ritiro ed a dire addio alle ultime possibilità di rimanere in lotta per il titolo, oltre a perdere a fine gara il terzo posto in classifica a vantaggio del compagno di squadra Will Davison. Lowndes invece, in seguito al contatto con Winterbottom, ha sofferto per il resto della gara problemi con il serbatoio della benzina, che lo ha costretto negli ultimi giri di gara ad un terzo pit stop che lo ha relegato al quindicesimo posto finale.

syd500lowndeswinterbottomNel mentre i diretti avversari quindi erano alle prese con incidenti e sfortune varie, Jamie Whincup ha invece dominato la gara con un ottimo passo e delle ottime ripartenze dopo i 4 interventi della safety car. Dietro a Whincup, la vera sorpresa della gara è stata Jonathon Webb, pilota nonché proprietario di Tekno Autosport, che ha chiuso al secondo posto davanti al compagno di squadra Shane Van Gisbergen. Quest’ultimo si è ritrovato anche stavolta al centro di critiche per la propria condotta di gara, che ha causato contatti con Tim Blanchard (Wilson Security Racing), poi ritiratosi, e Fabian Coulthard. In particolare, proprio il contatto con quest’ultimo al penultimo giro, quando erano in lotta per il terzo posto, è stato oggetto di forti critiche da parte del Brad Jones Racing, che ha visto il proprio pilota crollare appunto dal terzo al diciannovesimo posto finale.

syd500winCon la vittoria di oggi, Whincup porta a 110 punti il vantaggio in classifica sul compagno di squadra, mentre Will Davison, quinto oggi in gara e come detto salito al terzo posto, e Winterbottom sono matematicamente fuori dalla lotta per il titolo, con il primo a 262 ed il secondo a 274 punti dal capoclassifica. Con gli ultimi 150 punti a disposizione in caso di vittoria nell’ultima gara di domani, a Jamie Whincup basta un ventunesimo posto per poter conquistare il suo quinto titolo di campione V8 Supercars. Nella classifica team invece la gara di oggi ha definitivamente consegnato al Red Bull Racing Australia il titolo di campione 2013.

Prossimi appuntamenti nella notte di domani, con le qualifiche di Gara 36 alle 2:40 (ora italiana) ed il via della gara finale alle 5:05.

Classifica completa Gara 35


Di Dario Riccioni

Appassionato di sport motoristici in generale, ho una particolare adorazione per le ruote coperte, vetture turismo in particolare. Su MotorSport Rants mi occupo di V8 Supercars, BTCC e DTM. Mi trovate anche su Twitter (@darioriccioni), su Facebook e su Google+.