Categorie
WTCC

Cosa cambia nel WTCC 2014

L’ultimo consiglio della Fia ha approvato il nuovo regolamento WTCC per gli anni a venire. Già dal prossimo anno le vetture del mondiale turismo saranno sensibilmente e visibilmente diverse con ali più grandi (new cars will look more spectacular with bigger aerodynamic devices) e prestazioni migliorate grazie ad un rapporto peso potenza più favorevole.

Ma cosa vuol dire esattamente tutto questo? Quali sono, nella pratica, le modifiche alle vetture? Neil Hudson, dalle colonne di TouringCarTimes, viene in nostro aiuto. Il nuovo regolamento tecnico, denominato Super 2000 Articolo 263 Appendice J 2014, che verrà ratificato ufficialmente a luglio, prevederà:

[checklist]

  • Peso minimo a 1100 kg, 50 in meno di ora
  • Cerchi da 18″, ora sono da 17″
  • Potenze nell’ordine dei 380 cavalli, una cinquantina abbondante oltre l’attuale livello
  • Larghezza massima aumentata a 1950 mm, circa 100 mm in più rispetto ad oggi
  • Splitter anteriore da 100 mm
  • Ala posteriore monoplano a livello del tetto della vettura
  • Fondo piatto
  • Sospensioni MacPherson

[/checklist]

L’obbiettivo dichiarato è quello di avere vetture più veloci di circa 1.1 km\h per km rispetto ad oggi con le vetture 2014, mentre quelle 2013, con un apposito kit di aggiornamento, dovrebbero migliorare di 0,4 km\h per km.

Alcune modifiche verranno apportate anche al regolamento sportivo:

[checklist]

  • Le gare dureranno tutte 60km e non come ora tra i 50 e i 60 km
  • La qualifica riprenderà il format F1 con tre sessioni ad eliminazione, col Q3 che deciderà la pole tra i 5 più veloci
  • Partenza da fermo per entrambe le gare (e qui aiuta la probabile assenza ufficiale  di BMW, unica a trazione posteriore con un netto vantaggio negli scatti da fermo
  • Non ci sarà balance of performance, quindi addio a deroghe e pesi differenti in base alle vetture, dato che il nuovo regolamento non è più così vicino alla serie
  • Rimarrà il peso di compensazione per i piloti più veloci di gara in gara
  • Rimarrà la griglia invertita, voluta da tutti

[/checklist]

Le previsioni per ora parlano, come confermato dal promoter Marcello Lotti, di 3 Citroen, 4 o 5 Honda e 2 Lada, che ha in cantiere di preparare la Priora per il 2015. Poi ci sarebbe un altro team che avrebbe il supporto di un Costruttore per schierare altre due vetture (Seat?) e sono avviati colloqui con team e Costruttori per portare al via vetture in formato clienti, senza quindi il supporto formale e ufficiale della casa madre.

Con l’arrivo delle nuove vetture 2014, le attuali Chevrolet Cruze, Seat León  e BMW 320 diventeranno decisamente meno competitive, ma per loro è allo studio un kit per migliorarne le prestazioni e renderle ancora competitive il prossimo anno. Probabilmente si agirà sul motore, la componente meno costosa, e verranno installati anche sulle attuali vetture i cerchi da 18″.

Marcello Lotti poi svela che ci saranno due Seat in gara nel fine stagione, con l’obbiettivo di preparare e rendere competitive vetture clienti del marchio iberico nel 2015. Per quanto  riguarda BMW, ci sarà nelle prossime settimane una riunione con i vertici tedeschi per trovare un modo per rendere competitiva la vettura, se si intervenisse solo su motore, freni e cerchi, senza intaccare telaio e roll bar, non sarebbe neanche necessaria una nuova omologazione.

Staremo a vedere!

[follow id=”Palumbo_Max” ]

Di Massimiliano Palumbo

Innamorato del Motorsport, appassionato di motori, talebano delle corse. Potete contattarmi via mail scrivendo a mpalumbo@motorsportrants.com, tramite Twitter menzionando @Palumbo_Max, oppure sulla pagina "Aforismi da corsa" su Facebook, o ancora su G+ al link qui sotto oppure su Instagram "palumbo_max"