Touring weekly: Volvo nel WTCC, Astra e Giulietta nel TCR. E…

Torna l’appuntamento settimanale sul turismo da corsa firmato Motorsport Rants. Vediamo cosa è successo negli ultimi sette giorni nel rugby dell’automobilismo sportivo…

WTCC: Ora è ufficiale, arriva la Volvo!

Volvo-S60-Polestar-Racing-Wtcc-2016-1

Come vi avevamo preannunciato settimana scorsa, nella conferenza stampa di qualche giorno fa Volvo e il Polestar Cyan Racing hanno annunciato il graditissimo ritorno del marchio scandinavo nelle mondiale turismo, dopo l’apparizione semi ufficiale della C30 di qualche anno fa. Due le S60 TC1 che saranno schierate dal prossimo anno e tre i piloti previsti per lo sviluppo: Thed Björk, Fredrik Ekblom e Robert Dahlgren. Nessuna info per quanto riguarda la line up 2016, anche se Dahlgren, che guidò la blu C30 nel 2011 un pensierino ce l’ha fatto: “Feci esperienza, speriamo se lo ricordino.” Intanto, non si sa per sponsorizzare la serie o per annunciare il suo futuro, Tom Coronel, attuale pilota Chevrolet in seno al ROAL Motorsport, continua a pubblicare foto della Volvona nei suoi canali social. Nei prossimi mesi ne sapremo sicuramente di più. Con gli scandinavi diventano 4+1 i costruttori impegnati nel mondiale turismo per la gioia di un gongolante Francois Riberio: Citroen, Lada, Honda, Volvo e…Chevrolet-RML. In fondo, il TCR ad oggi non ne ha molti di più… In compenso, dopo Chrevrolet, Citroen e Lada anche la Volvo si affida ad una tre volumi in luogo delle hatchback che, si, si venderanno molto di più, ma fanno meno turismo degli anni eroici. “L’alettone deve essere montato sul baule, non sul lunotto“, pare reciti la Bibbia.

 

Presentata in Belgio la nuova Opel Astra OPC TCR

12108931_426361444229987_1394309673505464032_n (1)

Di presentazione in presentazione, giusto ieri la Opel Motorsport ha presentato la versione TCR della sua Astra OPC. Volete schierarla in gara? Oltre a mettere da parte un centinaio di migliaia di euro, sperate di entrare nei fortunati 10 che l’avranno per febbraio e plausibilmente correranno nelle serie internazionali, o nei 20 che la riceveranno entro maggio. La vettura – costruita in casa dal reparto corse OPC e sviluppata dal fedelissimo Stefan Kissling – monta un 2.0 turbo con cambio sequenziale e farà la conoscenza dei 25 km del Nurburgring nei prossimi giorni per i primi test su strada. Se tutto va bene, rischia di debuttare anche a Macao. Occhio che in alcune serie, come quella Sudamericana e Asiatica, potrebbe essere schierata con le effige Chevrolet. Entrambi i marchi, infatti, fanno parte dello stesso gruppo GM. Team e piloti che potranno utilizzarla al momento non sono pervenuti ma si presuppone che Campos, che quest’anno ha corso con due Astra più VLN che TCR, possa essere tra i primi a schierare il nuovo modello.

 

TCR, arriva la Giulietta! Primo passo del ritorno di Alfa Romeo alle corse?

10708554_286827464851024_6833894901835024483_o

La notizia gira da qualche giorno, sulla entry list della gara di Macao sulla riga #60 è iscritta la Romeo Ferraris con una Alfa Romeo Giulietta TCR. Alla guida al momento è previsto Mario Ferraris, figlio del noto preparatore milanese che quest’anno schiera nel CITE il Cinquone. In Belgio, a margine della presentazione Opel e il del TCR Benelux, l’argomento Alfa era tra quelli più discussi – ben più della Opel presente o della nuova EuroSeries – e si è saputo che la vettura andrà in pista nei prossimi giorni con Salvatore Tavano, promessa che l’Alfa Romeo illuse a inizio 2000 quando il siciliano faceva parte del Junior Team di Arese nell’ Europeo Turismo assieme a Fabio Francia, altro ragazzone dal piede pesantissimo. Una Giulietta, dotata del 1.8 turbo della versione Quadrifoglio Verde opportunamente rivisto, sarà schierata a Macao per l’ultima gara stagione, con l’obiettivo di portarne tre sulle griglie di partenza 2016. E se si rivelasse competitiva e vagamente supportata da Torino, c’è da scommettere che saranno molte di più…

 

Nel 2016 arriva l’European Trophy TCR

Ricordate l’ammissione delle TCR nell’ ETCC di cui vi abbiamo parlato settimana scorsa? Ecco, quella potrebbe non essere l’unico modo per fare un campionato europeo con le vetture della serie di Lotti. E’ stato lo stesso manager modenese a illustrare la nuova serie, che parte però da un presupposto completamente diverso: la priorità sono le serie nazionali, quindi si rivolge a chi è iscritto per tutta la stagione ad una delle serie in arrivo il prossimo anno. Che al momento, in Europa, sono sei: Italia, Belgio, Germania, Russia, Spagna e Portogallo. Verosimilmente, verrà presa una gara per ogni serie che avrà valenza “europea”, quindi un sorta di europeo fatto su 6 eventi, con la possibilità di due scarti. Praticamente, ogni pilota correrà nella sua serie nazionale, ma potrà partecipare ad alcune selezionate gare estere per il titolo europeo. Ovviamente si correrà con le regole delle singole serie, che differiranno per la maggior parte per la gomma e la distanza gara. Quindi si ‘rischia’ di correre gare sprint da 30 minuti ed endurance da 60, passando dalle Michelin, alle Pirelli, alle Dunlop… Più avanti avremo maggiori dettagli, ma con ogni probabilità a vincere sarà il pilota e la vettura più capace di adattarsi alle diverse situazioni.

 

FRANCE_WTCC_618-1024x681Valente in Thailandia con le TCR per studiare il WTCC!

La tappa di Buriram, prossima gara del mundialito TCR, vedrà al via un’ospite di eccezione: Hugo Valente. Abitualmente protagonista – e che protagonista…clicca qui 😉 – nel WTCC con la Cruze del team Campos, il francese sarà al via in Thailandia sempre la squadra spagnola, questa volta però con una Opel Astra OPC (vecchia versione), per imparare il circuito in vista dell’arrivo il primo novembre del mondiale turismo. L’unico a correre in entrambe le serie? Ovvio che no, Huff, campione WTCC e attuale pilota ufficiale LADA, sarà al via di Macao…

 

Genè confermato nel CITE per aiutare la Albanese con la Leon TCR

Come nella tappa di Misano, anche al Mugello Jordi Genè – abituale pilota del mondiale TCR – scenderà al fianco di Valentina Albanese sulla Leon TCR di SEAT Motorsport Italia. Se per aiutare la leader di campionato a vincere il CITE o per provare ancora una volta il sequenziale che montano le spagnole italiane rispetto al DSG di quelle TCR è tutto da vedere…

 

Entry list Macao TCR: 31 macchine di 6 Costruttori diversi! 

E’ stata diramata nei giorgni scorsi la prima entry list dell’atto conclusivo del TCR 2015. Come da tradizione per il mondo turismo, l’anno si chiuderà a Macao e sull’ex protettorato portoghese saranno davvero in tanti a salutare la prima stagione della nuova serie di Marcello Lotti. 15 SEAT faranno la parte del Leon (scusate…è stato più forte di noi!), 7 saranno le Civic, una delle quali per Rob Huff, maestro di Macao e pilota Lada WTCC, le Golf saranno 3 mentre 2 saranno sia le Opel Astra che le Subaru Impreza, che vedranno, come vi avevamo annunciato nell’utlimo Touring Weekly, Menu raggiungere Rangoni. Una sarà la Giulietta, di cui vi abbiamo parlato qualche riga più su. La piccola “Alfa Romeao” (come viene riportata :P) subirà probabilmente il debutto più mediatico degli ultimi tempi… Con questi numeri, il record di 33 auto del WTCC 2013 rischia di essere battuto, alla Guia Race manca ancora più di un mese… Qui l’enty list completa: link.

 

Honda presenta lo Step 2, Peugeot ci pensa

Alla giornata belga dedicata al TCR ha fatto bella mostra di se l’evoluzione della Honda Civic, denominata Step2. Qualche cavallo in più in arrivo dal nuovo motore della Type R e un’aerodinamica migliorata saranno gli assi nella manica di Gianni Morbidelli nelle ultime due gare della stagione per l’assalto al titolo.

A Massenet si è parlato anche di Peugeot. I francesi hanno da poco presentato la 308 in versione racing, una vettura che con un upgrade del motore da 1.6 turbo a 1.8 turbo – almeno – sarebbe bella e pronta per il TCR. Per adesso sono solo rumors, ma…

 

Comini ginocchio ko

Stefano Comini ha ben pensato di chiudere il weekend di Singapore con un corposo crack del ginocchio. Addio a legamenti e menisco – quest’ultimo già operato a tempo di record – , lo svizzero di ferro proverà ad essere in Thailandia e a difendere la leadership in campionato.

 

Massimiliano Palumbo