WTCC: Beijing spezza la monotonia e regala diverse sorprese

AUTO - WTCC CHINA 2014

Si è tenuto nel weekend appena trascorso l’appuntamento di Beijing sul circuito Goldenport, la prima delle 2 tappe cinesi e delle 4 asiatiche. Su un circuito inedito per tutti sono arrivate molte sorprese, prima tra tutte il primo weekend WTCC 2014 senza vittorie per Citroen.

[divider]
[space height=20]

Qualifiche

Che quello di Goldenport sarebbe stato, per quanto visto finora quest’anno, un weekend atipico si era capito già dalle qualifiche, che per problemi logistici si sono tenute la domenica mattina cinese, quando in Italia era ancora notte fonda. Infatti, alla fine delle 3 sessioni la pole position è andata a Tom Chilton su Chevrolet Cruze di ROAL Motorsport, che ha preceduto Gabriele Tarquini su una delle Civic ufficiali. Seconda fila per le uniche 2 Citroen entrate in Q3, con Yvan Muller terzo davanti al capoclassifica José Maria Lopez. Chiude la Top 5 Gianni Morbidelli, mentre le altre 2 C-Elysée devono accontentarsi del settimo posto di Sebastien Loeb e solamente il quattordicesimo del pilota di casa Ma Qing Hua (fuori quindi già dalla Q1), tornato in pista con la quarta Citroen per la parte finale di campionato in Asia. Buone le prestazioni di Lada con James Thompson settimo e Rob Huff decimo, che per la seconda gara (in virtù dell’inversione di griglia) si tramutano in pole (Huff) e terza piazza sullo schieramento (Thompson).

Classifica completa qualifiche

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara 1

Vittoria nella prima gara di Tom Chilton, che è riuscito a sfruttare al meglio la partenza dalla pole position, contenendo al via gli attacchi di Tarquini e Muller. Nonostante l’ingresso e la lunga permanenza in pista della Safety Car (entrata poco dopo il via a causa dell’incidente che ha visto coinvolti René Munnich e Dusan Borkovic e rientrata in pitlane solamente all’undicesimo giro), Chilton è riuscito a mantenere per tutta la gara la leadership, chiudendo con un vantaggio di quasi 2 secondi e mezzo su Yvan Muller e poco più di 5 su José Maria Lopez. Dietro i piloti a podio è stata una vera e propria gara ad eliminazione, con vari piloti ritiratisi per problemi tecnici. Alla fine solo in 10 hanno concluso la gara, con Gianni Morbidelli quarto, seguito da Sebastien Loeb, Norbert Michelisz, il duo Lada James Thompson – Rob Huff, Mehdi Bennani e Franz Engstler, unico pilota TC2T a concludere la gara.

Classifica completa Gara 1

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Gara 2

Copione simile, ma con protagonisti diversi, nella seconda gara. Rob Huff, scattato dalla pole, ha vinto agevolmente dovendo contrastare solo alla partenza gli attacchi di Tom Coronel, mentre nel frattempo il compagno di squadra James Thompson non riusciva ad avere lo stesso scatto in partenza perdendo un paio di posizioni. Sul podio quindi con Huff sono saliti Coronel e Loeb, con quest’ultimo che ha lottato nelle fasi finali col compagno di squadra Lopez, precedendolo di soli 3 centesimi sul traguardo. Completano la Top 10 Norbert Michelisz, James Thompson, Gianni Morbidelli, Tom Chilton, Yvan Muller (solamente nono) e Gabriele Tarquini. Lo spettacolo maggiore di questa seconda gara è stato dato dalla lotta tra Tiago Monteiro e Ma Qing Hua. Entrambi ritiratisi nella prima gara per problemi tecnici sulle rispettive vetture e quindi partiti dal fondo, hanno battagliato a lungo per la dodicesima piazza, con il pilota di casa che alla fine ha avuto la meglio.

Classifica completa Gara 2

[divider scroll_text=”Torna in alto”]
[space height=20]

Dopo 9 dei 12 appuntamenti di questa stagione, José Maria Lopez (339) comanda ancora la classifica, con un vantaggio aumentato a 66 punti nei confronti del compagno di squadra Yvan Muller (273). Terzo Sebastien Loeb (238), che precede la coppia ufficiale Honda composta da Tiago Monteiro (146) e Gabriele Tarquini (126). Chiudono la Top 10 Tom Coronel e Norbert Michelisz a pari punti (118), Tom Chilton (117), Gianni Morbidelli (103) e Rob Huff (66), che con la vittoria di Goldenport sale al decimo posto.

Classifica completa piloti
Classifica completa costruttori

[divider]
[space height=20]

Prossimo appuntamento già questo weekend, con la seconda tappa cinese a Shanghai.