WTCC, Hungaroring gara 1: Muller domina, Coronel gladiatore

Muller domina gara 1 in Ungheria, vincendo in scioltezza davanti alla Honda di un ottimo Michelisz, minaccioso nel finale quando il distacco si assottiglia fino a 4 decimi. Chiude il podio l’altra Honda di Tarquini, autore di una gara anonima ma consistente, sempre in terza posizione, mai in grado però di impensierire i due la davanti.

Chi invece regala quintali di spettacolo è uno strepitoso Tom Coronel. L’olandese di casa ROAL, rinvigorito dalla vittoria in gara 2 in Slovacchia, completa una gara tutta corsa col coltello tra i denti, alargendo agli spettatori in tribuna e davanti alla tv emozioni d’altri tempi. Protagonista della collisione multipla alla seconda curva, che costringe alla resa tra gli altri Thompson, Oriola e Monteiro, il simpatico e veloce pilota BMW mette nel mirino prima Bennani e poi Chilton, per poi piazzarsi negli scarichi di Huff. 12 giri passati a far assaggiare il suo paraurti anteriore, conditi da spettacolari sorpassi all’esterno e ruote fumanti. E’ tornato il pilota arrembante che tutti conoscevamo, welcome back “Eat My Dust!”.
Purtroppo un errore nel finale, mentre attaccava Huff per la quarta posizione, lo relega solo in sesta piazza, preceduto anche un ottimo Bennani, autore di una bella gara con la sua BMW privata.

Completano la top tep un quartetto di Cruze capitanate da Chilton che precede Macdowall, Nash e Nykjaer, mai capaci di essere incisivi come il caposquadra Muller.

Come detto Monteiro e Oriola, attesi protagonisti, sono stati messi KO da una carambola alla seconda curva che coinvolge molte vetture, causata probabilmente da un errore di Coronel che tocca il retro di Monteiro. Costretti al ritiro anche O Young, Thompson e Barth. Per questo contatto, i due alfieri ROAL, Coronel e O Young, sono sotto investigazione e prima di gara 2 potrebbe arrivare qualche sanzione.

[follow id=”Palumbo_Max” ]