WTCC, in Slovacchia dominano le Honda

E’ dominio Honda in Slovacchia con le tre vetture giapponesi che occupano le prime tre posizioni. Gabriele Tarquini con 2’10″773 segna la seconda pole consecutiva per il marchio di Tokyo precedendo di un decimo Monteiro e Michelisz. Le Civic si sono dimostrate le vetture da battere fin dal mattino, complici anche i 40 kg in più che le Chevrolet si portano a spasso dopo l’ultimo balance of performance.

Guai però a dare per morte le vetture americane, che nonostante la zavorra piazzano Muller in quarta posizione a soli 168 millesimi, e Chilton e MacDowall terza fila a 4 e 9 decimi.

Il campione in carica Rob Huff si insedia con la sua Leon al settimo posto a 8 decimi, precedendo l’altra Cruze di Nash.
Quinta fila per il vincitore della gara 2 marocchina Pepe Oriola e la prima BMW che è quella ROAL di Coronel.

Il nostro Stefano D’aste, con la vettura gestita dal team di famiglia PB Racing, è 16esimo e precede James Thompson, 15esimo con la prima delle Lada.

Da segnalare un gran botto di Darryl O Young in Q1, che demolito la sua vettura in uscita della curva 9, obbligando la direzione gara ad esporre la bandiera rossa per oltre mezz’ora. Pilota illeso ma i meccanici dovranno fare straordinari e miracoli per rimettere in sesto la BMW.

[follow id=”Palumbo_Max” ]