WTCC, qualifiche a Sonoma: Chilton batte Muller in una prima fila tutta RML

Anche in USA il dominio Chevrolet in questo WTCC 2013 non pare volersi fermare. Nella tortuosa ma apprezzatissima Sonoma, la prima fila è tutta occupata dalle bianco-rosse Cruze dell’RML, con il “ragazzino” Chilton davanti al compagno tre volte Campione del Mondo Yvan Muller grazie ad un giro perfetto nel finale.

1’45″583 è il tempo che è valso al britannico la pole position, migliore di appena 125 millesimi del tempo fatto segnare dal più graduato team mate. Le due Cruze RML hanno fatto vuoto il dietro di loro, visto che il terzo classificato, Tiago Monteiro sulla Honda ufficiale, è staccato di ben 7 decimi. Il portoghese può almeno dirsi soddisfatto del fatto di essere il primo di quelli attrezzati con la vettura giapponese e decisamente davanti al compagno Tarquini. Cinghio ha infatti disputato una difficile sessione di prove, staccando solamente il decimo tempo che, a parziale consolazione, gli sarebbe valsa la pole per gara 2. Purtroppo però le penalizzazioni nel post gara ad alcuni piloti lo fanno scalare in ottava posizione e niente prima fila in gara 2. Non è decisamente il suo weekend.

[column col=”1/3″][mc4wp-form][/column]

Di fianco a Monteiro in seconda fila scatterà l’iberico Pepe Oriola, che da quando a metà stagione è passato dalla Leon alla Cruze si è insediato stabilmente nella parte alta della classifica, spesso primo tra le Chevy private.

Terza fila per il duo del team Bamboo, finalmente competitivo dopo prove libere travagliate, con MacDowall davanti a Nash. Norbert Michelisz aveva segnato un buon settimo tempo ma dopo le prove si è reso necessario un cambio motore sulla sua Civic, e quindi in gara 1 partirà dal fondo dello schieramento.

Eredita così l’apertura della quarta fila il campione in carica Rob Huff, primo tra le Seat, ma distanziato dalla testa di oltre un secondo.  Dietro l’inglese sarebbe dovuto partire l’olandese Michael Nykjaer, ma il pilota del Nika Racing, insieme al duo del team Campos  Hugo Valente e Fernando Moje, è stato pizzicato dai commissari con il sedile fissato in posizione non conforme. Per tutti e tre entrambe le gare inizieranno dal fondo griglia.

Con le penalizzazioni di Nykjaer e Michelisz, in ottava posizione si trova così il nostro Gabriele Tarquini, che precede la nuova prima fila di gara 2 composta da Bennani, ottimo primo tra le BMW, e Basseng, su Seat Munnich, poleman della seconda frazione.

Qualifica difficile per gli italiani, il team ROAL si è visto escludere il suo pilota di punta Coronel per pochi millesimi dalla Q2, dovendo così partire dalla 13esima piazza, mentre Stefano D’Aste è 19esimo. Conferma tutte le sue difficoltà la Lada: la Priora di Thompson è 18esima, quella di Koslovskiy 22esimo. Entrambi guadagneranno quattro posizioni sullo schieramento grazie alle penalizzazioni altrui, ma la crisi, forse di telaio, sul tracciato statunitense è evidente.

Le gare prenderanno il via questa sera, in diretta su Eurosport, alle 20.50 e 23.20, ora italiana.
Massimiliano Palumbo