San Marino – Dopo PS5 : Scandola e Basso ai ferri corti

Dopo l’affermazione di Paolo Andreucci al Costa Smeralda tornato al volante della Peugeot 207 Super2000, il Campionato Italiano Rally non abbandona le strade bianche grazie all’impegnativo Rally di San Marino dove è il veronese Umberto Scandola a raggiungere subito la vetta della classifica; per il pilota Skoda c’è la ghiotta occasione di allungare su Andreucci nella classifica piloti visto il ritorno del garfagnino sulla piccola 208 R2, vettura meno performante; ma la questione non sembra essere così semplice, infatti il veneto Giandomenico Basso con Dotta si trova attualmente alle spalle di Scandola con un soli tre secondi di distacco.

Terzo posto nella generale per Mauro Trentin e Alice De Marco su Peugeot 207 Super2000 seguiti a notevole distanza da Ceccoli e Biordi su Mitsubishi con quasi tre minuti dal leader. Quinto posto per Alessandro Perico e Fabrizio Carrara su Peugeot; ad occupare la sesta piazza ci pensa Valter Pierangioli con Chiara Bioletti su un’altra berlina nipponica ma di classe R4. Settimo è il napoletano Fabio Gianfico con Tolino mentre Luigi Ricci in coppia con la Pfister occupa l’ottavo posto precedendo la Fiat Grande Punto Super2000 di Hoebling e la Ford Fiesta Super2000 di Marco Tempestini.

Nel CIR Junior a comandare le operazioni sono Andrea Crugnola e Michele Ferrara su Renault Twingo seguiti da Andrea Carella e Ilaria Riolfo, terzo posto per Brunello con Zanrosso su Ford Fiesta R2. Andrea Nucita con Princiotto primeggia nella graduatoria riservata al CIR Produzione davanti alle due Renault Clio R3 di Ferrarotti e Bosca.