F1 Weekly – Vettel fiducioso per le ultime gare, Hamilton a caccia di riscatto e…

FERRARI, SEBASTIAN VETTEL: “BUONE SENSAZIONI PER LA CONCLUSIONE DELLA STAGIONE”
f1grandprixofsingaporege5rhz4e4xqlDopo l’ottima rimonta di Singapore, Sebastian Vettel si è detto fiducioso per le restanti gare della stagione. Sicuramente il 2016 non è stato un buon anno per il quattro volte campione del mondo: troppo spesso la sfortuna ha condizionato l’esito delle sue gare. La recente rimonta sembra però aver riportato ottimismo al pilota della Ferrari: la gara di Singapore, per altro, gli è valsa il titolo di “Driver of the day”. Sebastina Vettel ha così commentato a ESPN: “Il pacchetto nel suo complesso è buono, siamo noi ad aver sprecato tantissime occasione per vari motivi. Crediamo in noi stessi, possiamo ancora dimostrare qualcosa in questo 2016, anche se non siamo dove vorremmo essere”. Per la Ferrari ora l’obiettivo è assolutamente quello di recuperare, quantomeno, la seconda posizione nel campionato costruttori, occupata dalla Red Bull.

MERCEDES, LEWIS HAMILTON: “DEVO RITROVARE LA FORMA MIGLIORE PER IL FINALE DI STAGIONE”
f1grandprixofsingaporeksxnbske-ynlPer la terza volta consecutiva Lewis Hamilton ha mancato la vittoria. Per la terza volta consecutiva Nico Rosberg ha trionfato, riguadagnando la prima posizione in classifica iridata. Non sarà facile per Lewis, quest’anno, confermarsi campione. Di fronte a lui c’è un Rosberg in forma smagliante, probabilmente come mai prima d’ora. “Nico ha corso un weekend perfetto, mentre il mio è stato disastroso”, ha commentato l’inglese della Mercedes “Ho avuto problemi per tutto il finesettimana con i freni, è ancora andata bene essere riuscito a salire sul podio. Il campionato è ancora apertissimo, nulla è compromesso. Non ne ho idea del perché non sia ancora riuscito a vincere dalla pausa estiva. Non si deve guardare il passato, ogni anno è diverso e in questo periodo Nico è fortissimo”. Lewis Hamilton ha poi così concluso: “Per quanto riguarda la gara di Singapore, purtroppo ho capito fin dalla prima curva che non avrei avuto chance di vittoria. I freni mi hanno dato un sacco di problemi e non sono mai stato in grado di poter tentare di superare Ricciardo”.

FORCE INDIA, SERGIO PEREZ: “SINGAPORE DA INCORNICIARE”
f1grandprixofsingaporerqeyactco9plWeekend agrodolce per la Force India: da un lato c’è stata la grande prestazione di Sergio Perez, che ha permesso al team di rimanere al 4° posto in classifica costruttori, dall’altro lo sfortunato incidente al via che a visto protagonista Nico Hulkenberg. “E’ stato davvero una gara fantastica: riuscire a percorrere ben 36 giri senza cambiare le gomme con il caldo insistente e la pressione costante di Kvyat è stato davvero un gran risultato. Sul finale di gara ho cercato di stare lontano dalle lotte per non compromettere la mia gara, sono davvero soddisfatto”, ha dichiarato il pilota messicano al termine della corsa.

TORO ROSSO, CARLOS SAINZ PERPLESSO SULLA BANDIERA NERO-ARANCIONE
carlossainzf1grandprixsingaporepractice5o3vzyg50cblErano davvero anni che in Formula Uno non si vedeva sventolare una bandiera nero-arancione. Questa segnalazione da parte dei commissari di pista segnala che il pilota a cui viene esposta ha un problema grave sulla sua monoposto ed è necessariamente costretto a fermarsi per riparare il danno entro una manciata di giri. Carlos Sainz, a seguito del contatto al via con Nico Hulkenberg, è stato richiamato in pit-lane dai commissari, proprio per questo motivo. “Non credo che il danno alla mia macchina fosse tanto grave da meritarmi una bandiera nera-arancione. Non era una situazione di pericolo, questa sosta obbligata ha compromesso tutta la mia corsa ed è un peccato perché sarebbe potuta terminare diversamente”, ha dichiarato il pilota iberico riguardo alla decisione presa dalla direzione gara nei suoi confronti.

TOTO WOLFF ED ERIC BOULLIER COMMENTANO IL NUOVO NUMERO UNO DEL CIRCUS: CHASE CAREY
chasecareyf1grandprixsingaporepracticexpiydkey4fdlL’insediamento del nuovo presiedente della Formula Uno, Chase Caray, sta a poco a poco avvenendo e già si parla di grandi rivoluzioni, soprattutto per quanto riguarda la ripartizione dei proventi in ottica più equa. I grandi team (Ferrari, Mercedes, Red Bull e McLaren), saranno quelli più svantaggiati da questa situazione, a favore delle piccole scuderie. “Trovare l’equilibrio tra grandi e piccoli team deve essere la priorità”, ha dichiarato Toto Wolff, aggiungendo: “Con questo non intendo dire che bisogna ricercare la parità di condizioni per tutti da momento che in F1 ci sono le grandi squadre che hanno alle spalle grosse aziende mentre alcuni team non sono altro che l’hobby di ricchi uomini d’affari. E’ evidente come ci siano compiti ed esigenze completamente diverse”. Anche Eric Boullier, team principal McLaren-Honda si è detto in linea con il pensiero di Toto Wolff.

PIRELLI: TERMINATI I TEST CON MERCEDES SULLE GOMME 2017
Si è appena conclusa la due giorni di test dedicata alla sviluppo degli pneumatici Pirelli da bagnato per il 2017. Le prove si sono tenute sul circuito Paul Ricard e hanno visto protagonista Pascal Wehrlein, al volante di una Mercedes muletto opportunamente modificata per simulare il carico aerodinamico che avranno le monoposto della prossima stagione. In due giorni sono stati percorsi 270 giri. La prossima sessione di test si terrà ad ottobre a Barcellona e vedrà ancora la Mercedes in pista per testare le gomme slick.

Paolo Gallorini